Perche' ci sono due tipi di viti e cacciaviti,a 'stella' e a 'taglio'??

come mai per la stessa funzione,le viti esistono in due diversi tipi,quelle con la testa a 'taglio' o a 'croce',e quelle con la testa a 'taglio' o 'piatte'?? che bisogno c'era? solo per la gioia di chi deve svitare una vite a taglio e si ritrova con solo il cacciavite a stella....

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    E' una questione di evoluzione della vite. La prima è stata quella con la testa a spacco. Con l'avvento dell'elettronica, ci si rese conto che nei televisori e nelle radio in fase di assemblaggio e manutenzione, alcune viti erano assai difficili da raggiungere per essere svitate o avvitate. Spesso l'utensile usciva dalla testa della vite. Era necessario inventare una vite "autocentrante" nacque la vite "Philips" o a croce, perché fu la prima casa ad adottare tali viti autocentranti. Poi con la specializzazione della vite per sempre più diversi tipi di assemblaggi che richiedevano coppie di torsioni sempre più forti e l'arrivo dei "bit" (le teste che puoi utilizzare sui trapani giraviti) sono seguite la "Pozidriv" (Una Phlips + forte perché ha 8 intagli invece di 4), e la "Torx" che ha surclassato per coppia di torsione la nostra nostrana brugola (o Allen). Philips, Pozidrif, Torx, Allen sono tutte autocentranti e stanno relegando la classica vite a mere applicazioni di falegnameria.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    dipende dall'uso che deve fare la vite, dove è necessario una maggiore forza si usa quello a stella in quanto la superficie della vite che offre resistenza è maggiore. adesso inoltre ci sono dei tagli delle viti chiamate torx e che sono in pratica delle viti a stella con 8 incisioni ancora più resistenti

  • Anonimo
    1 decennio fa

    I tipi di viti a taglio e a croce, sono dovuti per esigenze meccaniche di tenuta alle torsione, e per manegevolezza, infatti quelle a croce sono + maneggevoli...

    Dimentichi le Brugole o esagonale, le Torx o francesi (sono quelle piu' resistenti) e altre viti con disegni particolari, magari nei cellulari per permettere di ripararli solo ai centri assistenza...

    La testa piatta e curva, dipenda dall'uso e per l'estetica, di solito quelle a testa piatta vengono stuccate e rese invisibile, quelle a testa rotonda restano invece visibili e sono + belle...

  • 1 decennio fa

    hai fatto una domanda molto intelligente,sai che neanch'io lo sapevo?penso che abbia ragione seriol,a volte anche le cose più semplici hanno un incognita.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Non saprei dirtelo con esattezza,ma mi azzardo a rispondere..Può essere per la diversa filettatura che hanno le viti..alcune per quasi tutta la lunghezza,altre solo vicino all'estremità..magari quelle a stella servono proprio per poter avvitare leggermente di più con la stessa lunghezza di vite..boohh..sò femminuccia io e anche se non mi tiro indietro di fronte a lavori da maschietti,mica posso sapere tutto..uso un pò d'immaginazione ;)

  • 1 decennio fa

    Potrebbe essere nata come questione di brevetti..

    Un produttore anzichè pagare i diritti inventa una cosa diversa..

    anche le esigenze però potrebbero aver influito..

    Magari all'inizio son nate quelle piatte. Però se ci pensi, quando bisogna avvitare dove non si vede la vite è più facile puntare quello a croce. Oltre al fatto che dovrebbe distribuire meglio lo sforzo.

    In meccanica comunque ci sono anche viti a stella a brugola e altro..

    Ciao!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    beh, hai mai provato a svitare una vite "a stella " con un cacciavite a taglio???...è una cosa un po complicata!!

  • 1 decennio fa

    Per dare la possibilità per i due tipi di cacciaviti non li hanno fatti per la bellezza del creato.

    Le occasioni sono entrambi impossibile che una persona non abbia uno dei due cacciaviti.

  • 1 decennio fa

    Per poter vendere piu' tipi di cacciavite.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.