Riscaldamento?

Aiutatemi per favore!! Ho acquistato casa e mi hanno proposto il riscaldamento a pavimento, anzichè quello a termosifoni. Mi verrebbe a costare 1600 euro perchè è extra capitolato. Secondo voi può essere funzionale. Mi hanno detto che quelli di nuova generazione sono migliori, ma ho ancora molte perplessità. Non sarà dannoso per la salute? E poi scalda veramente come dicono? E la polvere? Consigliatemi voi, soprattutto se lo avete sperimentato...

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I sistemi di riscaldamento radiante a pavimento oggi in uso sono una evoluzione di quelli degli anni Sessanta, che utilizzando acqua a temperatura superiore causavano malessere agli utenti dei locali interessati.

    Puoi stare tranquillo riguardo alla tua salute: questo tipo di riscaldamento rientra tra gli accorgimenti adottati dagli ecologisti (in Germania e in Trentino Alto Adige è molto diffuso) e dai bioarchitetti.

    Il riscaldamento a pavimento (ma anche a parete), che si sta diffondendo sempre più assieme alla consapevolezza ecologica di ogni nostra scelta, presenta degli indubbi vantaggi:

    - è un riscaldamento a bassa temperatura (utilizza acqua a 30°C) e quindi un consumo di energia estremamente inferiore al riscaldamento tradizionale (70/75°C);

    - il minor consumo di energia si traduce in una spesa per il combustibile sensibilmente inferiore (che ripagherà in pochi anni la maggiore spesa iniziale);

    - può essere abbinato a pannelli solari termici, permettendoti di riscaldare la casa quasi gratuitamente (e accorciando i tempi d'ammortamento dell'impianto);

    - essendo a bassa temperatura, non crea movimenti d'aria (come avviene invece con i termosifoni) e quindi non si creano gli odiati "batuffoli di polvere" (contrariamente a quello che "la logica" suggerisce a LIna...);

    - il calore si diffonde in maniera uniforme in tutta la stanza, creando una maggiore sensazione di comfort termico in chi vi soggiorna;

    - lo stesso impianto può essere utilizzato per il raffrescamento estivo;

    - infine libera lo spazio sotto le finestre (o accanto alle portefinestre) ampliando la libertà di arredamento.

    E' molto importante che le pareti dell'abitazione e gli infissi siano isolati in maniera ottimale, per evitare dispersioni termiche. L'unico svantaggio è che il sistema impiega più tempo a raggiungere la temperatura stabilita (ad es. 20°C) rispetto ad un riscaldamento a termosifoni.

    Infine, per sfatare le paure di Lina che ha risposto qui sopra, la lega tedesca contro allergie ed asma ha verificato che in appartamenti con riscaldamento a pavimento il numero di acari nelle moquette e nei materassi risulta inferiore rispetto ad appartamenti con riscaldamento a radiatori e questo effetto dura fino all'estate, quindi anche dopo il periodo di riscaldamento (vedi sito http://www.daab.de ).

    Fonte/i: Sono un architetto, oltre che una convinta ecologista.
  • Cicci
    Lv 4
    1 decennio fa

    Sicuramente quei 1600 euro li ammortizzi nel giro di un paio di anni con quello che risparmierai sul riscaldamento... Mio marito ha lavorato in parecchie case con riscaldamento a pavimento e ne ha appena montato 1, non ci sono assolutamente controindicazioni di nessun genere, anzi, la casa rimane più asciutta e quindi più sana. E fisati che scalda meglio perchè in maniera omogenea rispetto ad un termosifone tradizionale. Facci sapere! Baci :)

  • 1 decennio fa

    L'impianto di riscaldamento a pavimento è uno degli impianti migliori, La trasmissione del calore avviene per irraggiamento, con i radiatori la temperatura OPERANTE, CIOè LA TEMPERATURA DELL'ARIA è DI 24°C INVECE NELL'IMPIANTO A PAVIMENTO è DI 18°C, pER OGNI GRADO IN MENO DELL'ARIA SI OTTIENE UN RISPARMIO ENERGETICO CHE PUò ARRIVARE AL 7%. La temperatura di mandata dell'impianto si aggira tra i 26 e i 30°c, ricorda però che devi installare una caldaia a condensazione. Con L'impianto a pavimento avrai una sostansiale riduzione della polvere( nei radiatori invece si crea un moto convettivo che muove la polvere), assenza di particelle carbonizzate( le famose macchie nere nel muro sopra i radiatori, maggior ossigeno all'interno dei locali e avrai anche un migliore controllo dell'umidità. Io te lo consiglio vivamente però ricorda deve essere fatto come si deve altrimenti tutte le cose che ho detto non servono a niente. CIAO

  • Dany
    Lv 5
    6 anni fa

    Ma io te li consiglio.Io mi sono affidata a dei professionisti del settore.Leggi qualche info in più qui http://www.termotecnicasalvatori.com/2014/03/impia...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    vai di impianto a pavimento tutta la vita.... avrai una casa interamente in temperatura a 20° con un livello di confort e di benessere irraggiungibili con un sistema di riscaldamento tradizionale.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il riscaldamento a pavimento è il futuro: per la salute puoi stare tranquilla! si e vero forma più accumuli di polvere rispetto al riscaldamento tradizionale comunque è un ottimo prodotto bisogna anche dire che quasi tutte le nuove costruzioni hanno il riscaldamento a pavimento ma non il cappotto o il vetro doppio adeguato al luogo. esistono altri tipi di riscaldamento che affrontano il problema ambientale ed economico in modo ottimo ma ancora poco conosciuti Svezia, Austria, Germania e Sud Tirolo sono dei veri maestri e dei buonissimi conoscitori in fatto di riscaldamento ecologico.

  • 1 decennio fa

    è utile se effettivamente vivi in una zona con inverni molto rigidi, altrimenti lascia perdere....

  • 1 decennio fa

    Io lo avevo previsto per casa mia ma casualmente ero in montagna con un mio amico idraulico e vedendone uno in in costruzione in una villetta me lo ha sconsigliato vivamente in quanto dove c'è questo tipo di riscaldamento a pavimento gli inquilini lamentavano grossi gonfiori agli arti inferiori sempre sottoposti a zone calde rispetto ad altre parti del corpo. cerca di valutare anche questo. la salute prima di tutto.

  • 1 decennio fa

    a rigor di logica il caldo che si alza dal pavimento muove molta più polvere che dal calorifero tradizionale e questo, anche se uno non ha problemi particolari di allergie agli acari, non mi sembra una buona cosa, inoltre qualsiasi problema accade, anche se so che le garantiscono per molti anni, il pavimento viene smantellato con relativi costi alti. L'unica cosa buona è che le pareti sarebbero libero dagli ingombranti termosifoni, anche se adesso ce ne sono di bellissimi. Io spenderei quei soldi in più per comprarmi dei termosifoni che siano anche elementi di arredamento e lascerei perdere il riscaldamento a pavimento

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.