Anonimo
Anonimo ha chiesto in Mangiare e bereVegetariani e vegani · 1 decennio fa

"vegetariana" da 2 mesi....?

Salve a tutti..

Ho intrapreso una dieta vegetariana da circa 2 mesi.

Soprattutto per convinzione personale riguardo agli animali..e anche perchè mi sono accorta che proprio fisicamente senza carne sto meglio.

Sono microcitemica, e leggerissimamente anemica...quindi il dottore mi ha quantomeno consigliato..per non avere carenze di consumare almeno pesce...quindi diciamo che un po di pesce lo mangio e soprattutto fagioli...che apportano ferro.

Volevo sapere da persone che sono vegetariane da più tempo di me..che cosa mangiano a grandi linee, se hanno riscontrato problemi di salute a lungo andare...e se (questa domanda mi imbarazza un po ma l' ho sentito dire) le feci...una volta che la carne nn viene consumata da tempo sono molto più "odorose" ...

Grazie mille..

18 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao! Io sono vegetariana da poco (novembre 2006) ma mi piacerebbe esserti di aiuto.

    L'unica cosa che posso dirti sulla salute è questa: da quando sono vegetariana le mie analisi del sangue sono a postissimo!! Pensa che prima avevo sempre carenze di ferro, ora invece è tutto normale!

    Cosa mangio? Verdure, frutta, legumi, alghe e soprattutto alimenti a base di soia.

    Infatti, gli alimenti a base di soia sono incredibili: hanno tutte le proteine della carne (anzi di più in quantità!, infatti contengono più proteine per grammo di peso) e in più non hanno grassi e colesterolo. Li puoi trovare in varie qualità come: tofu oppure, come hamburger di soia (ormai sono presenti anche in molti ipermercati) ed anche come wuster (sì, hai capito bene, wuster di tofu, e sono davvero buoni!).

    Inoltre un altro buon sostituto della carne di cui puoi cibarti è il seitan, derivato dal glutine di frumento. Anche il seitan è ricco di proteine e lo puoi sostituire alla carne in quasi tutte le ricette in cui si usa, appunto, carne.

    In più, fatti insalatone di alghe (tanto per capirci alghe come la Nori, quella usata per il sushi), sono ricche di minerali come ferro e iodio. Le troverai nei negozi specializzati e in catene di supermercati biologici (come l'Albero Bio).

    Infine, considerando la tua situazione particolare, ti consiglierei comunque di rivolgerti ad un buon dietologo, oppure, per lo meno di tenere sotto controllo le tue analisi del sangue per i primi mesi.

    Quindi coraggio! E, mi raccomando, almeno che tu incorra in problemi di salute, non farti mai scoraggiare da nessuno!

    In bocca al lupo!!

    Ciao da icetrap

    PS = se avrai ancora bisogno di aiuto, consigli o anche solo di una chiaccheratina, passa pure dal mio blog: http://iomangiovegetariano.myblog.it/

  • Blinky
    Lv 5
    1 decennio fa

    Ma perché i pesci non sono considerati animali? Non sono forse esseri viventi come i maiali, i polli, i vitelli? Non è la prima volta che sento di vegetariani che pur essendolo sotto ogni punto di vista, consumano pesce.

    Non è una critica, è una curiosità.. essere vegetariani è una scelta di vita e io la rispetto... anche se magari posso non essere d'accordo.

    Fonte/i: Grazie spolliciatore...
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao, io sono vegetariano da 10 anni, e sto benissimo di salute. Mangio tutto tranne carne, pesce, e cibi che non abbiano loro come ingredienti, o lo strutto. Non metterti problemi, perchè i vegetariani non corrono rischi di salute, anzi, stanno meglio degli onnivori. Riguardo le feci non saprei che dirti : secondo te esistono feci profumate? eheheheh. ciau

  • 1 decennio fa

    sn vegetariana da più di 4 anni e nn sn odorosa... ;)))

    prima ero gravemente anemica,infatti a volte i dottori credono che io sia microcitemica poichè i miei globuli rossi sn piccoli e deformi,a causa invece della mia grave precedente anemia.da quando sn diventata vegetariana la mia sideremia e la mia emoglobina sn perfette,ma nn mangio il pesce lo stesso.a volte,purtroppo,i medici nn sn tutti bravissimi o superaggiornati,e rimangono cn la convinzione che mangiare carne sia sano e giusto,ti consiglio un buon dietologo,anche senza farti stilare una dieta da seguire rigidamente,ma anche sl x fare una chiaccherata e x chiarire alcuni punti che conosci...stai tranquilla che nn c'è bisogno del pesce,e sappi che stai facendo una scelta molto nobile e giusta!!!in bocca al lupo!!!ricorda che la forza è in mano ai sapienti,tieniti sempre aggiornata!!!baci

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao!

    Non mi preoccuperei per l'anemia... io sono portatrice sana e microcitemica e i miei valori vanno benissimo.

    Proprio per il ferro un vegetariano non ha problemi, quindi in questo caso tralascia l'opinione del tuo medico e utilizza legumi e verdure soprattutto a foglia verde.

    Inoltre per facilitare l'assorbimento del ferro puoi aiutarti con l'acido ascorbico (vit C) quindi per esempio usando il limone come condimento per l'insalata; mentre caffè, vino rosso e cioccolato ne inibiscono l'assorbimento perciò non usarli vicino ai pasti.

    Per quanto riguarda le feci, sicuramente l'odore cambierà... considera che la carne si putrefa durante il viaggio all'interno del nostro apparato digerente quindi verranno a formarsi sostanze azotate (putrescina, cadaverina, scatolo) che oltre ad essere tossiche sono anche puzzolenti. :)

    Fonte/i: www.scienzavegetariana.it
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Essere anemica da carnivora e non essere più anemica con una corretta dieta vegetariana, seguendo gli accorgimenti giusti, è una cosa normale.

    Perchè la medicina riteneva che la carne era utile?

    Alcuni decenni fa i ricchi che potevano permettersi una dieta più varia, comprensiva di carne, erano generalmente più sani dei poveri che avevano diete meno variate e a volte avevano carenze nutritive (c'era anche comunque chi soffriva di gotta).

    Addirittura si pensava che le proteine della carne fossero in un certo senso superiori a quelle dei vegetali (proteine nobili)

    Ma con l'andare del tempo si è capito meglio cosa è bene mangiare e cosa è meglio evitare. Si è capito ad esempio che il fatto di avere carenze non dipendeva da sostanze presenti nella carni ma da sostanze che mancavano nella dieta e che potevano comunque essere prese dai vegetali, circa 30 anni fa gli scienziati americani hanno capito che la buona salute degli italiani (rispetto alla cattiva loro) dipendeva dal fatto che noi italiani mangiavamo poca carne in generale (e quella rossa in particolare), che usavamo pochi grassi animali privilegiando quelli vegetali (olio d'oliva), e hanno chiamato la nostra dieta "mediterranea", ma noi nel frattempo l'abbiamo cambiata e l'abbiamo sostituita con la loro.

    Si è capito solo recentemente l'utilità delle fibre (non sono presenti nei cibi animali ma solo nei vegetali).

    L'aumento esponenziale del consumo di carne ha fatto sì che la nocività della stessa è ormai un'evidenza scientifica. Non esiste nessun nutrizionista serio in nessun paese, specie in quelli occidentali, che non ripeta sempre le solite raccomandazioni:

    - aumentare frutta e verdura (minimo 5 porzioni giornaliere).

    - ridurre il consumo di carne (massimo 80 gr. gg)

    *

    Tra le cose che i vegetariani generalmente sanno e i carnivori ignorano ci sono queste cose:

    - Non esiste il problema carenza di ferro e di proteine per i vegetariani. La dieta vegetariana corretta dà le quantità necessarie. E' opportuno qui ricordare che anche i carnivori prendono dai vegetali circa l'80% del ferro di cui hanno bisogno e dalla carne circa il 20% o meno.

    In particolare dalle verdure otteniamo un terzo del ferro di cui abbiamo bisogno.

    http://www.benessere.com/dietetica/ferro.htm

    "...alimenti di origine vegetale (legumi, indivia, radicchio verde e spinaci). Circa 1/3 del ferro assunto giornalmente deriva da verdure e ortaggi mentre minore è la quota di assunzione dai cereali o carne..."

    (Per quanto riguarda il ferro è importante avere molta vitamina C, (è stato scritto anche in una risposta precedente alla mia), ma in generale i vegetariani ne hanno di più dei non vegetariani, ecco anche il perchè delle risposte delle ex-anemiche, ma questo è dovuto essenzialmente che chi fa una dieta vegetariana è generalmente più attento a cosa mangia mentre gli onnivori mangiano tutto... cosa capita).

    Sul perchè i dottori dicono agli anemici di mangiare carne e non dicono di mangiare verdure rimane per me un mistero inspiegabile, molto probabilmente chi insegna alle università aveva imparato cose oggi non più valide, ma ne è rimasto convinto e continua a insegnare quello che gli è stato insegnato, molti medici sicuramente, non si sono aggiornati negli ultimi anni e probabilmente non tutti i medici hanno fatto corsi di nutrizione, non credo che siano obbligatori, ne in Italia, ne all'estero.

    Da solo 15 anni ci sono posizioni ufficiali scientifiche a sostegno della dieta vegetariana tipo questa:

    http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/ADA_20...

    Mentre oltre 15 anni fa il dubbio dei nutrizionisti era questo:

    "E' possibile per i vegetariani avere una dieta sana o c'è il rischio di carenze"

    Adesso, con le tante ricerche fatte, non ci sono più dubbi.

    Anzi il dubbio adesso è questo:

    "E' possibile per i non vegetariani avere una dieta sana?"

    Vedere risposte precedenti per approfondimenti al riguardo.

    *

    Per quanto riguarda le proteine se si vuole aumentare le proteine è sufficiente aumentare il consumo di legumi e di soia (contiene il doppio di proteine della carne), ma in genere non è necessario.

    *

    Per quanto riguarda le fibre i vegetariani ne prendono generalmente il doppio o il triplo degli onnivori (circa 30 gr/g. rispetto i 10 gr./g). Il 90% degli italiani è carente in fibre alimentari. Alcune conseguenze?

    - L'obesità, comune negli onnivori, è poco diffusa nei vegetariani e quasi inesistente nei vegani, (vedere per approfondimenti risposte precedenti).

    - Problemi all'intestino comuni agli onnivori (stitichezza, stipsi, diverticolosi, diverticolite, tumori al colon-retto), sono rari nei vegetariani.

    Questo spiega anche il perchè, diciamo le feci dei carnivori "puzzano" di più, anche se non mi risultano studi scientifici specifici al riguardo, è comunque facile trovare cercando su internet discussioni del genere:

    http://ask.metafilter.com/26705/Should-I-stop-bein...

    "for ten years i was vegetarian. when i started eating more meat i didn't notice any change in health (except that shit is smellier)."

    Tradotto liberamente: "ho notato che da vegetariano le feci sono più 'odorose'"

    ***

    Un'altra cosa importante che mi stavo dimenticando.

    E' comunque importante per i vegetariani/vegani assicurarsi una fonte di vit. B12. In generale i carnivori prendono questa vitamina dalla carne, dal latte e dai derivati del latte e ne prendono circa il doppio della quantità minima necessaria all'organismo. I vegetariani e soprattutto i vegani hanno la necessita di ricorrere ad alimenti che hanno con certezza questa vitamina (che non è presente per esempio nei vegetali in genere).

    Io mangio yogurth, latte e corn flakes fortificato (nella confezione deve esserci scritto il contenuto) I vegani possono utilizzare speciali tavolette di lievito di birra. La vit.B12 è un pò strana nel senso che si potrebbe vivere anche tanti anni senza metterla nella dieta, ma il livello tenderebbe ad abbassarsi con l'andare del tempo, ne abbiamo bisogno pochi microgrammi, ma è opportuno periodicamente ricaricarne un pò.

    Negli anziani, anche non vegetariani, è molto comune la carenza di questa vitamina anche per motivi fisiologici.

    La carenza di questa vitamina porta alla anemia perniciosa o megaloblastica.

    In alcune precedenti risposte ho approfondito l'argomento, qui mi limito a mettere due link.

    http://www.roche-diagnostics.it/pubblicazioni/esa1...

    http://www.scienzavegetariana.it/rubriche/cong2002...

    *

    Vorrei qui anche aprire una piccola parentesi:

    Ho letto a volte in answers frasi del genere:

    "..Io non posso diventare vegetariana perchè rischierei di diventare anemica..."

    Questa frase secondo me non è semplicemente sbagliata, ... è "doppiamente" sbagliata.

    A parte che il rischio non esiste, e ne abbiamo spiegato il motivo, si tratta di pregiudizi purtroppo duri a morire.

    Ma mettiamo anche (per assurdo) che la dieta vegetariana porta all'anemia da carenza di ferro.

    Riportiamo da questo link le cause di morte a livello mondiale (dati OMS-WHO)

    http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_causes_of_dea...

    Incidenza percentuale - cause di morte

    Cardiovascular diseases 29.34 / 100

    Iron deficiency anemia 0.24/100

    Oppure detto in altri termini su una popolazione di 100.000 abitanti muoiono circa:

    solo 2 persone per anemia da carenza di ferro.

    269 invece per problemi cardiovascolari

    115 disturbi ischemici al cuore

    114 per tumori

    Quindi il rischio (comunque inesistente è comunque riferito ad un numero praticamente irrilevante rispetto le altre cause di morte nella quale ricordiamo che la dieta vegariana è decisemente preventiva.

    Per sensei e Labam:

    Ci sono cose che la medicina tradizionale fa benissimo.

    Per quanto riguarda i traumi degli incidenti stradali ad esempio occorre rivolgersi con fiducia ai dottori e ascoltarli.

    Ma in altri casi la medicina tradizionale non può far molto ed è meglio fare prevenzione che curare, non dobbiamo dimenticare che per vivere a lungo e in salute dobbiamo seguire corretti stili di vita.

    Dobbiamo sapere ad esempio che se scegliamo di fumare possiamo andare incontro a forti rischi e dobbiamo seriamente riflettere su questo.

    Mangiare carne è come fumare, lo facciamo per abitudine, ma non perchè ci serve realmente, e, come per il fumo, le conseguenze non le vediamo subito, le iniziamo a vedere soltanto ad una certa età.

    Molti medici fumano o mangiano carne. Scelte loro.

    Molti medici sanno comunque che il fumo fa male.

    Ma molti, troppi medici, non sanno che la cattiva dieta fa peggio del fumo, ad esempio provoca più tumori del fumo.

    In questi ultimi anni ad esempio negli Stati Uniti si è fatto una campagna contro il fumo

    Guardiamo ad esempio la tabella dal titolo BEHAVIORAL CAUSES OF DEATH in questo link

    http://www.benbest.com/lifeext/causes.html#list

    notate che se sommate l'alchol alla dieta, si ha una mortalità della dieta superiore al fumo. Notate anche questa frase:

    (Only 26% of smokers live to age 80 -- in contrast with 57% of nonsmokers)

    All'età di 80 anni ci arrivano:

    1 fumatore su 4 e

    2 non-fumatori su 3

    anche sulla dieta abbiano numeri di questo tipo.

    Scusandomi della lunghezza, saluto a tutti!

    per cppt

    "Quindi maiale e trota, non sono la stessa cosa?"

    Non capisco cosa intendi dire... i vegetariani NON mangiano ne carne ne pesce.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao! per prima cosa ti consiglio di parlare anche con un altro medico in quanto il pesce non dà nulla che una dieta vegetariana non ti dia già (mio papà è medico, lui lo sostiene, e come lui anche tanti altri!). un parere in più non ti può fare male! poi scegli tu di chi fidarti. Per quanto riguarda la mia dieta, ti posso dire che mangio tutto ad eccezione di carne e pesce. Abbondo in primi piatti alle verdure, e di solito frutta. Mangio in abbondanza legumi. ho quasi eliminato i latticini anche se ancora li consumo e idem si dica per le uova. i miei esami del sangue sono perfetti. lo so perché sono donatrice AVIS, quindi se qualcosa non andasse me lo direbbero e mi impedirebbero di donare il mio sangue!! Per quanto riguarda l'argomento feci...credo che l'odore dipenda da quello che si mangia, ma in tutta onestà ti posso dire che non mi sono mai messa ad annusare quelle di un onnivoro e di un vegetariano per fare un confronto!!! essendo una cosa molto intima credo che il "tuo" odore lo senta solo tu, quindi, anche se fosse (cosa che non credo) che problema ci sarebbe? spero di esserti stata d'aiuto, ciao!

  • 1 decennio fa

    io sono vegetariana da 8 anni e non ho mai avuto problemi,sono un pò anemica ma perchè non mangio molti legumi,anche a me i medici mi avevano detto di mangiare la carne al sangue(a te il pesce),almeno una volta al mese ma io gli ho detto,neanche morta!!non farti condizionare dagli altri fai quello che ti dice il cuore!comunque anche i pesci sono esseri viventi!!!!

    p.s. in bagno nessun problema!

  • 1 decennio fa

    Ciao :)

    personalmente non sono nè talassemica nè portatrice, ma risiedo in una delle regioni a più alta incidenza: la Sardegna...Inoltre mia madre ha lavorato per anni al microcitemico prima di darsi all'insegnamento, quindi credo di essere abbastanza afferrata in materia....;oP

    Effettivamente ho incontrato grosse ostilità da parte dei medici, sopratutto per la paura di un'anemia, che secondo i medici fa automaticamente rima con vegetarianesimo....

    In realtà devo però dirti che le mie analisi non sono mai state tanto perfette...e ogni volta spiazzano il mio medico di famiglia...ogni volta già pronto alla ramanzina..ogni volta non crede ai suoi occhi... ;oP

    Addirittura dono il sangue senza problemi...nonostante le prime volte successive alla mia scelta sia stata letteralmente sbattuta fuori... La volta successiva mi sono presentata con le analisi e poco ci mancava che mi stendessero un tappeto rosso...;oP

    Per mangiare ci sono sì i legumi, ma anche i cereali e numerosi preparati industriali...pensa a tutte le varie cotolette, polpette ed hamburger di soja.... Spesso si trovano anche di funghi...

    Inoltre Tofu, seitan, hummus etc...ma sopratutto lanciati con i risotti, sopratutto quelli "colorati" per natura...(rosso, rosa, nero..)hanno dalle 2 alle 5 volte di ferro in più rispetto al riso "classico"...

    Inoltre puoi adottare tanti piccoli trucchetti...tipo mangiare ogni giorno almeno una verdura a foglia verde...assumere noci...si proprio noci ad altri tipi di frutta secca...puoi sgranocchiarle così...aggiungerle ad un risotto saporito (tipo con gorgonzola o con gli spinaci) o addirittura all'insalata...con la rucola ad esempio si sposano benissimo..;P

    Ed inoltre condisci più che puoi le tue verdure con il limone:

    Non tutti lo sanno...ma del ferro disponibile negli alimenti, solo una minima parte viene assimilata... Ma l'acido citrico del limone ti permette di assimilare ferro fino al 30% in più...niente male, eh?? ;oD

  • 1 decennio fa

    io sono vegetariana da 4 anni..e vegana da 7 mesi..e non sono anemica :)..però maggia cose che contengono la vitamina B12.. c'è sopratutto nella carne,..quella vitamina è importante..ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.