Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 1 decennio fa

Che ne pensate di questa poesia di Sanguineti ?

Piangi piangi, che ti compero una lunga spada blu di plastica, un frigorifero Bosch in miniatura, un salvadanaio di terracotta, un quaderno con tredici righe, un’azione della Montecatini:

piangi piangi, che ti compero

una piccola maschera antigas, un flacone di sciroppo ricostituente ,un robot, un catechismo con illustrazioni a colori, una carta geografica con bandiere vittoriose:

piangi piangi, che ti compero un grosso capidoglio

di gomma piuma, un albero di Natale, un pirata con una gamba di legno, un coltello a serramanico, una bella scheggia di una bella bomba a mano:

piangi piangi, che ti compero tanti francobolli

dell’Algeria francese, tanti succhi di frutta, tante teste di legno

tante teste di moro, tante teste di morto:

oh ridi ridi, che ti compero

un fratellino: che così tu lo chiami per nome: che così tu lo chiami Michele:

Aggiornamento:

Questa lirica , che fa parte della raccolta Triperuno , evidenza a chiare note una denuncia contro il consumismo che imperversava in Italia dagli anni 60' , e che in fin dei conti si e protratto in misure ancor più grandi fino ai giorni nostri . Sanguineti mette in luce in maniera evidente anche lo sfiorire dell'arte , della poesia , in una società che s'impernia solo di valori materiali , ove la genuinità del tutto è stata rimpiazzata dalla forma e dall'apparenza , rendendo la gente meno consapevole del proprio ruolo all'interno del contesto sociale.... il seguente testo ci mostra in maniera caustica come il boom economico del capitalismo si sia radicato nelle coscienze di ognuno e gli oggetti mensionati , l'atto ripetuto del comprare , ironicamente ricostruiscono l'immagine di un popolo che ha smarrito le sue sostanziali riserve d'assoluto e che vuole trovare a tutti i costi in questi espedienti una nuova fisionomia culturale..

Aggiornamento 2:

x redapple : scusami , certo è pur vero che ognuno avrà i suoi gusti , però io credo che bisogni avere delle consapevolezze di base per redigere un giusto e opportuno giudizio su una poesia ... la poesia è fondamentalmente espressione dell'interiorità , manifesto di critica sociale e culturale , ... e non capirò mai perchè la maggior parte della gente continua a mantenere nella poesia quegli stilemi legati alla tradizione di quella poesia fatta " con lo scalpello" e piena di frasi suggestive e sublimi ... ma la poesia non è questo! non è un affastellamento di pensieri carini e buoni per ogni occasione.. voi vi fate toccare solo dalle parole e purtroppo non dal senso ....

Aggiornamento 3:

x marvin b : grazie per l'attenzione... si in realtà l'unico spiraglio di felicità é proprio l'attesa del figlio nascituro che riconduce ad un atmosfera di umanità...

Aggiornamento 4:

x shalimar : si anche a me piace molto Mario Luzi , io ho il meridiano della Mondadori con l'opera completa .. tuttavia scusami però tu stai accostando due poeti totalmente diversi , sia per ragioni stilistiche che di poetica . Luzi ci apre all'introspezione del suo mondo interiore , Sanguineti ci apre ad una poesia che non rifiuta l'impegno sociale , divenedo caustica ed ironica... Ma a te non piacciono i poeti contemporanei tipo Sanguineti , Porta , Pagliarani , poi Cucchi , De Angelis , Gramigna , Frabotta Biancamaria , Patrizia Valduga , Pusterla Fabio , Gabriele Frasca , Edoardo Cacciatore , Umberto Fiori ? se ti capita leggili , non sono per nulla inferiori alla tradizione ... te lo garantisco

Aggiornamento 5:

Ehi ma la risposta di ulisse dove è finita?!

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    E' una bellissima poesia, molto toccante e densa di significati. L'ho analizzata quest'anno, alla fine della quinta superioire.. mi aveva molto colpita.. è praticamente impossibile farla uscire dalla memoria come invece può succedere con una meno "impressionante".. Questa poesia è innanzitutto unica nel suo genere e leggendola attentamente si percepiscono grandi verità che traspaiono dalle semplici parole che la compongono. Capacità che non tutti i poeti possiedono.....Trovo anch'io che non si debba solamente apprezzare la poesia comprensibile da chiunque perchè scritta con frasi che non necessitano di essere decodificate, la poesia è soprattutto sforzo intellettuale e non si ferma alla semplice parafrasi... (Non per questo non raggiunge il pubblico di massa)..bisogna analizzarla in tutte le sue sfaccettature considerando anche il contesto storico-sociale nel quale è stata scritta.. Mi complimento con te per l'ottima scelta della poesia e per l'interessantissima analisi di testo, mi è proprio piaciuta : ) bacissimi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Nahla
    Lv 7
    1 decennio fa

    E' ormai famosa, questa poesia.

    L'azione della Montecatini ci dà subito il contesto storico...

    A me piace, anche se non amo moltissimo Sanguineti.

    Preferisco il da poco scomparso Luzi.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    è una poesia molto triste, che come dici tu mette a risalto il consumismo di quel tempo (nn che adesso il tempo sia cambiato, anzi il consumismo a confronto degli anni 50-60-70 è aumentato di molto).

    La poesia mette in primo piano l'uomo, che insoddisfaffo della sua vita cerca di trovare la felicità in oggetti, che però (secondo me) hanno nessun valore. Per questo l'uomo continua a piangere e a voler comprare/consumare.

    Viene anche collocoto il probleama del consumismo alla voglia dell'uomo di conquiste e di guerra; nient'altro che una conseguenza di questo desiderio di possedere che l'uomo nutre in sè.

    Alla fine (secondo me) Sanguineti mostra la retta via da prendere, quella della fraternità tra gli umani, che solo loro possono rendersi veramente felici un l'altro.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    un genio....anche perchè mette in risalto anche il "consumismo" dei sentimenti...per far felice una donna basta regararle qualcosa o comprare comprare comprare...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    sta male se dico ad una poesia ke e' orribile??

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.