Ho appena preso un cricetino e l'ho chiamato Yahoo!! Dategli il benvenuto con qualche consiglio!?

Finalmente mi sono decisa!!

E' ancora piccolissimo..avrà meno di due mesi.

13 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    ciao!!! tanti auguri per il tuo nuovo pikkolo amico!!! gli auguro una feeeeeeeeeeeeeeelicissima vita!!!^-^ eccoti qualche importantissimo consiglio!! PRIMA DI FONRNIRò QUALCHE DATO E POI TI DIRò COME PRENDERTENE CURA!!

    CURA DEL CRICETO

    LA SISTEMAZIONE

    In commercio ci sono vari tipi di gabbie per criceti molto diverse tra loro. Quando scegliamo la gabbia per il nostro criceto, dobbiamo soprattutto pensare alle esigenze di spazio dell’animale; essendo un animale molto attivo più spazio gli daremo, meglio il nostro amico vivrà: le dimensioni minime sono di 50x30x30 centimetri se il criceto ha la possibilità di fare qualche passeggiata all’esterno tutte le sere, se invece non ha questa opportunità, bisognerà aumentare le dimensioni. La gabbia inoltre non deve essere rotonda perché i criceti amano gli angoli in cui appallottolarsi e nascondere il cibo. È importante ricordare che i criceti sono animali solitari e se possediamo una coppia di criceti dobbiamo tenerli in due gabbie separate. La femmina tollera infatti la presenza del maschio solo nel periodo dell'accoppiamento.

    I tipi principali di gabbie sono:

    - La gabbia classica con le sbarre di metallo

    - I nuovi tipi di gabbia in plastica

    - L’acquario/terrario

    Se si opta per la gabbia classica e si ha un criceto nano (Campbell, Winter White, Roborovsky o Cinese) bisogna assicurarsi che la distanza fra le sbarre sia di circa un centimetro in modo da impedire che il criceto scappi. La superficie dove cammina il criceto deve essere di plastica per evitare che l’animale camminando o correndo si faccia male alle zampine. Il cassetto deve essere facilmente estraibile per poterlo lavare comodamente almeno una volta alla settimana.

    I PRO di questa scelta sono il minor costo, la facilità di pulizia, il maggior ricambio d’aria e la facilità nell’attaccare beverini, ruote ed altri accessori. I CONTRO sono la maggior esposizione alle correnti d'aria (pericolose per il criceto), la possibilità che lettiera o cibo escano dalla gabbia e l’estetica non troppo gradevole

    Se si scelgono le nuove gabbie in plexiglas, ci sono in commercio gabbie predisposte con attacchi per tubi per eventuali futuri ingrandimenti.

    I PRO di questa scelta sono la minore esposizione alle correnti d’aria, l’estetica più gradevole, la protezione da altri animali (come gatti o cani), si evita che cibo e lettiera escano dalla gabbia. I CONTRO sono la difficoltà nel trovare beverini e ruote con ventose o biadesivo per poterli attaccare, la poca aerazione.

    Se si sceglie invece il terrario bisogna sceglierlo piuttosto grande date le minori possibilità di aumentare lo spazio a disposizione del criceto. Se le pareti sono troppo basse,affinché il criceto non riesca a scappare è necessario metterci un coperchio che permetta però un sufficiente ricambio d’aria.

    I PRO sono la minore esposizione alle correnti d’aria, l’estetica più gradevole, la protezione da altri animali come gatti o cani (con il coperchio), il cibo e lettiera non escono dalla gabbia. I CONTRO sono la difficoltà nel trovare beverini e ruote con ventose o biadesivo per poterli attaccare alle pareti di vetro, la poca aerazione se si mette il coperchio.

    Comprata la gabbia, bisogna decidere dove collocarla. Ovviamente va scelto un posto non raggiungibile da altri animali come cani, gatti o furetti. Essendo un animale piuttosto delicato, vanno evitate l’esposizione alle correnti d’aria (il criceto potrebbe prendersi una polmonite) e alla luce diretta del sole e gli sbalzi di temperatura. Devono essere tenuti lontani dai vapori di bagni e cucine e da zone troppo rumorose (come vicino alla televisione o allo stereo).

    Il criceto è attivo soprattutto di notte, quindi correndo sulla ruota potrebbe disturbare se sistemato nella camera da letto ma basta mettere un po’ di burro sul perno della ruota una volta la settimana per evitare che cigoli.

    I GIOCHI

    Gli accessori che non devono assolutamente mancare al nostro criceto sono:

    - la lettiera

    - una ciotolina per il cibo

    - un beverino a goccia per l’acqua

    - una casetta

    - una ruota

    La lettiera è molto importante per l’igiene della gabbia e può essere di diverso tipo. Bisogna evitare la lettiera per gatti e la carta di giornale o altra carta stampata o profumata che possono contenere sostanze nocive per il criceto. La lettiera migliore è quella in tutolo di mais che però è piuttosto costosa; un altro tipo di lettiera è quella in trucioli di legno che però non devono essere di pino o di cedro (tossici per il criceto) che potrebbero causare problemi respiratori sia all’animale che a voi.

    La lettiera in canapa ha il vantaggio di non essere nociva per la pelle del criceto e i criceti non sono tentati di mangiarla; essendo naturale e vegetale, anche se dovessero mangiarla non causerebbe problemi all’animale.

    La ciotolina deve essere a base larga in modo che non venga rovesciata e in ceramica per evitare che il criceto la rosicchi o in plastica atossica.

    Per l’acqua il beverino a goccia è preferibile alla ciotolina per evitare che la lettiera o il criceto si bagnino e che l’acqua si sporchi.

    La casetta in plastica atossica viene usata sia come tana che come “deposito” di cibo dal criceto che ci passa quasi tutta la giornata. Deve essere foderata con del materiale morbido e confortevole. In commercio c’è un materiale apposito simile a cotone che però può restare impigliato nelle zampe dell’animale causandogli grossi problemi, o può essere ingerito provocando pericolosi blocchi intestinali. Per lo stesso motivo sono da evitare strisce di cotone, lana o altre stoffe. Il materiale più sicuro e più economico per riempire la casetta è la carta igienica (di quella economica senza colorazioni o profumi) che anche se ingerita si scioglie senza problemi.

    La ruota è indispensabile per permettere all’animale di mantenersi sano e attivo; deve essere di plastica piena e non con le sbarre di ferro per evitare che correndoci il criceto inciampi o rimanga incastrato facendosi male o addirittura rompendosi le zampine. Le ruote in plastica inoltre sono più facili da pulire e molto più silenziose di quelle in ferro. Se avete già una ruota in ferro e non volete o non potete comprarne un’altra, potete renderla più sicura facendo passare una striscia di cartoncino fra le sbarre della ruota.

    LE CURE

    I criceti non necessitano di molte cure. Non hanno bisogno di fare vaccinazioni o di fare il bagno come cani e gatti, l'unica cosa che ci chiedono, essendo animali molto puliti, è di aiutarli a vivere in un ambiente sano e pulito.

    La pulizia della gabbia

    La gabbia del nostro criceto va pulita a fondo una volta la settimana; durante la pulizia il criceto va trasferito in un luogo sicuro (come un piccolo trasportino, una bacinella con i bordi piuttosto alti) in modo che non riesca a scappare e che non venga raggiunto da altri animali. Bisogna togliere tutta la lettiera, lavare la gabbia con acqua calda, asciugarla bene e mettere della lettiera nuova. Tutti i giochi, le ciotole per il cibo, il beverino e la casetta vanno lavati accuratamente e asciugati. Per disinfettarli si può usare dell'Amuchina diluita, l'importante è risciacquare tutto attentamente con acqua corrente. Tutti i giorni bisogna togliere dalla gabbia e dal nido del criceto il cibo fresco che non è stato consumato; è inoltre opportuno controllare che il beverino non goccioli e che funzioni correttamente per evitare che il criceto rimanga senza acqua senza che ce ne accorgiamo. I criceti sono animali molto puliti, e quindi cercheranno di urinare sempre nello stesso posto della gabbia. Una volta individuato l'angolo che hanno scelto, possiamo metterci un piccolo recipiente riempito di materiale assorbente da cambiare quotidianamente in modo da mantenere più pulita la gabbia.

    CIAO E SPERO DI AVERTI AIUTATO!!

  • 1 decennio fa

    Benvenuto Yahoo!

    Non so prorio il consiglio da dare... vediamo... cresci forte e sano, a dispetto del nome ;-)

  • 1 decennio fa

    Benvenuto Yahoo!!! Fai il bravo! ^^

  • 1 decennio fa

    hola yahoo...!!!sogna poche cricetine!!!he he...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    il mio consiglio è qll di nn chattare trp..uahuahuhaua XD

  • 1 decennio fa

    wow che nome originale!!!!!!!il mio si chiama TIPPETE cm il coniglietto di bambi!!!!!!!!!!!!!dategli il benvenuto anche al mio che l ho adottato 1 sett fa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 1 decennio fa

    Ciao Yahoo!!! Vieni vieni che di posto al mondo ce nè anche per te!! consigli non posso dartene (mai avuto a che fare con i roditori)... Ma un augurio a entrambi: fatevi tanta compagnia!!!baci

  • ciau yahoo!Benvenuto!!!

    ti saluta il mio criceto skizzo!!

    nn so proprio il consiglio... ma quello migliore è... dagli tanto amore e trattalo bene!

    e tu cenere bianca vuoi dare il benvenuto al mio cagnolino che è arrivato a casa mia solo 2 giorni fa? ha 2 mesi e mezzo e l'ho chiamato oliver è di razza bichon frisè!

    ciau e un bacio a te e al tuo criceto yahoo da parte mia di Oliver e di Skizzo!!

    ciauuuuuuuuuuu

  • qwerty
    Lv 5
    1 decennio fa

    Benvenuto Yahoo!

    Okkio alla tua padroncina quando è su anwers ok?

    quel che intendo è... mantieni le distanze!!

  • 1 decennio fa

    ciao yahoo! spero che tu abbia più senso dell'umorismo del tuo fratello cricetone...

    p.s. hai un avatar bellissimo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.