*
Lv 6
* ha chiesto in Scienze socialiScienze sociali - Altro · 1 decennio fa

Sapete perché l'amore e la follia vanno a braccetto?

Si racconta che una volta, tanto tempo fa, tutti i sentimenti, le qualità e i difetti dell'uomo, si riunirono. Dopo che la Noia ebbe sbadigliato per l'ennesima volta, la Pazzia propose di andare a giocare a nascondino.

La Curiosità chiese: - A nascondino? Come si fa? - E' un gioco - spiegò la Follia - io mi copro gli occhi e incomincio a contare fino a un milione. Voi intanto vi nascondete e quando non c'è più nessuno in giro e io ho finito di contare, il primo di voi che trovo rimane al mio posto a fare la guardia per continuare il gioco.

L'Entusiasmo ballò, seguito dall'Euforia e dall'Allegria, e fece tanti salti che finì per convincere il Dubbio e l'Apatia, la quale non aveva mai voglia di fare nulla.

Ma non tutti vollero partecipare... la Verità preferì non nascondersi, la Superbia disse che era un gioco molto sciocco e la Codardia preferì non rischiare.

- Uno, due, tre... - incominciò a contare la Follia.

La prima a nascondersi fu la Pigrizia, che si accuattò dietro la prima pietra del camino. La Fretta si nascose dove le capitò. La Gioia corse in mezzo al giardino. La Tristezza cominciò a piangere, perché non trovava un angolo adatto per nascondersi. La Fede salì in cielo e l'Invidia si nascose dietro l'ombra del Trionfo, che era riuscito a salire in cima all'albero più alto. La Generosità invece non riusciva a nascondersi, ogni posto che trovava lo lasciava ai suoi amici. Un lago cristallino? Ideale per la Bellezza. Un cespuglio? Perfetto per la Timidezza. Un soffio di vento? Giusto per la Libertà. Finchè la Generosità decise di nascondersi dietro un raggio di sole. L'Egoismo invece si prese subito il posto migliore e superconfortevole, tutto per lui. La Bugia si nascose... veramente non si sa dove, la Passione e il Desiderio si nascosero nel centro di un vulcano. La Dimenticanza... non ce lo ricordiamo!

Quando la Follia arrivò a contare fino a 999.999, l'Amore ancora non aveva trovato un luogo per nascondersi, perchè erano tutti occupati. Alla fine vide un roseto e decise di nascondersi lì, fra le bellissime rose.

- Un milione!!! - disse la Follia, che iniziò a cercare.

La prima ad essere trovata fu la Curiosità, poiché non aveva potuto impedirsi di uscire per vedere chi sarebbe stato il primo ad essere scoperto. Guardando da una parte, la Follia vide il Dubbio, il quale non aveva ancora deciso dove nascondersi. E così di seguito scoprì la Gioia, la Tristezza, la Timidezza, la Pigrizia. Poi la Passione e il Desiderio, che aveva sentito vibrare dentro il vulcano. Trovò poi l'Invidia che si era nascosta dove stava il Trionfo. Camminando vicino al lago trovò la Bellezza. Eppoi uno dopo l'altro incontrò tutti gli altri, tranne l'Amore. La Follia iniziò a cercarlo dietro a ogni albero, sotto il ruscello, in cima alla montagna... e quando fu al punto di darsi per vinta, vide il roseto e iniziò a muovere i rami, quando all'improvviso si sentì un doloroso grido. Le spine avevano ferito negli occhi l'Amore!

La Follia non sapeva che cosa fare. Pianse, si scusò, implorò l'Amore per avere il suo perdono e arrivò fino a promettergli di seguirlo per sempre. L'Amore accettò le scuse. Da allora, da quando per la prima volta sulla terra si giocò a nascondino, l'Amore è cieco e la Follia lo accompagna sempre.

Aggiornamento:

Ciao Nel blu dipinto di blu! I tuoi interventi mi piacciono sempre. Mi fa molto piacere tu abbia gradito questa favola, mettila pure dove vuoi, ma non l'ho scritta io! Si intitola "L'Amore e la Follia" l'ho trovata navigando su Internet... mi piace leggere le favole... questa l'ho trovata molto carina e ho pensato di metterla qui! ^_^

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Grazie Isabella.

    Così sappiamo perchè siamo condotti ad inseguire chimere, a scontrarci con la sofferenza e a fuggire la quiete della semplicità.

    La "dolce-amara fiera" è tenuta al guinzaglio dalla Follia, e per noi sono dolci le loro crudeltà....

  • 1 decennio fa

    Veramente bella! Complimenti! Se non ti dispiace uno di questi giorni la mettero' nei miei blog facendo riferimento a te.

    Cmq andando fuori dalle metafore a me sembra che dietro il sentimento dell' amore e follia amorosa ci sono gli ormoni che influenzano la mente a desiderare follemente una certa persona o cosa. In certe persone e specialmente nei giovani alle prime armi gli ormoni prendono il totale sopravvento sulla mente annebbiando la logica, spesso facendo vedere una certa persona in termini sublimi e allo stesso tempo accecandoli a vederne i difetti. Quindi c'e' l' amore cieco che non essendo altro che desiderio morboso e' anche spesso una fonte di disillusione e infelicita' in caso che la persona desiderata o amata non risponde o si perde per qualche ragione.

    Cioe' alla fine l' amore non e' altro che un desiderio, chiamiamolo pure sentimento, dettato e manipolato dagli ormoni. In particolare nel caso di questioni amorose il testosterone che e' un ormone che secondo me dovrebbe essere chiamato stestosterone o testosterone stestato perche' di testa proprio non ne ha per niente, e che che per quanto sia necessario per la sopravvivenza crea la gran parte dei problemi di questo mondo.

    Lo so' che tutto cio' non e' poetico ma a me sembra proprio cosi'. Infatti io penso che se un giorno potessimo controllare il testosterone la gran parte dei problemi dell' umanita' sarebbero risolti e naturalmente ci sarebbero meno amori folli e pazzie fatte d'amore

    Cmq quando con gli anni gli ormoni si attenuano e la ragione riesce a imporsi su di loro o anche in parte allora puo' subentrare il vero amore. Cioe' quello basato sull' amicizia, la gratitudine, l' ammirazione o altri tratti e qualita' di una persona amata. Diciamo un amore mentale o spirituale ma vero e non dettato da puro desiderio.

    PS: Me lo immaginavo che l' avevi letta da qualche parte ma volevo ringraziarti lo stesso per averla scoperta e inserita in questa domanda. Anche a me piace leggere e ascoltare favole e anche scriverne alcune di mia invezione.

  • 1 decennio fa

    isa è bellissima... grazie! ;-)

  • Manwë
    Lv 6
    1 decennio fa

    Veramente una bella fiaba, molto scorrevole da leggere e nel contempo molto profonda. Che sarebbe l' amore senza un pizzico di follia? Se ti piacciono questo tipo di scritti ti consiglio Kahlil Gibran. Un saluto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • .
    Lv 7
    1 decennio fa

    Concordo e ho apprezzato il racconto...

    A me si fonde il cervello davvero... La razionalita' va a farsi benedire quando trovo un uomo molto intelligente...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    che dolce!!!!!!!grazie per aver condiviso con noi questa favolina...sono sempre ben gradite,...

    ti accendo la stellina...e vado a nanna...notte notte--

  • 1 decennio fa

    È bellissimooooo!

  • 1 decennio fa

    Senza l'amore ed un pizzico di follia questa vita sarebbe sterile. Il genio, la creatività, la forza generatrice e positiva traggono nutrimento da sentimenti come l'amore. Il tutto condito con un pizzico di "sana follia" che spesso trasforma una strada impervia in un'autostrada. Con la sola fredda logica non si va da nessuna parte. La mente è molto di più...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' bellissima!!! Grazie di cuore per averla scritta : ) Mi è piaciuta un sacco!!... Ti accendo anche una stellina.. Sogni d'oro!

  • ivvaan
    Lv 5
    1 decennio fa

    xke l'amore,

    cioe' - l' innamoramento - e la follia

    si completano.

    come il giorno e la notte.

    l' Amore, pero', e' un' altro discorso, sai.

    scusa, ti rispondo senza poter leggere la storia.

    domani sara' la prima cosa che leggero'.

    Fonte/i: buona notte (-_-*
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.