perchè esistono viti a taglio e viti a stella???

cioè, quale è la differenza tra le viti, e quindi gli avvitatori a taglio o a stella??? non era più semplice fare un solo formato?

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Negli anni 50 esistevano solo le viti a taglio poi qualcuno (sia benedetto) ha concepito le viti a stella che oggi sono la stragrande maggioranza.

    Due sono le differenze:

    La prima è la lavorazione della vite che se a taglio richiedeva, anni addietro, una semplice lavorazione di fresa per creare il taglio, mentre per quella a croce la lavorazione sarebbe stata un po' più complessa. Di fatto però adesso le viti di piccole dimensioni (quelle che si usano nel bricolage e nell'edilizia) sono stampate o con testa a croce o a taglio.

    La seconda differenza consiste nella praticità e facilità di impiego delle viti a croce sia che uno usi il cacciavite sia che uno usi l'avvitatore infatti quando si avvita una vite a croce nè il cacciavite nè l'avvitatore scappano/fuoriescono dalla sede mentre con le viti a taglio il cacciavite sovente scivolava via; non parliamo poi dell'abbinamento vite a taglio/avvitatore dove l'avvitatore scivola via il più delle volte.

    Quindi oggi la tendenza è fare solo viti a stella.

    Volendo essere raffinati inoltre il taglio in una vite svasata per il legno può dare, ma siamo nell'accademico, un po' si fastidio quando la testa si infila nel legno, questo perchè la testa della vite non è più un tronco di cono continuo nella sua circonferenza, ma é fatta da due mezzi tronchi a causa del taglio; taglio che ostacola la rotazione della testa.

  • 1 decennio fa

    la vite a croce nn altro ke l'evoluzione della vite a testa spaccata.....la prima piu efficente x la presa sul giravite o avvitatore ke sia....la seconda un po troppo problematica soprattutto x l'uso con avvitatori....cmqe quelle a testa spaccata andranno in esaurimento poichè nn vengono piu prodotte in grandi quantità.....;)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sono meglio quelle a croce perche' il cacciavite sfugge piu' difficilmente comunque e' una tecnica come le altre di vendere il doppio dei cacciaviti...

    ale

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Primo: perché la vite a stella ha l' imbocco conico e facilita l'ingresso del cacciavite (manuale o automatico)

    Secondo: la superficie di contatto è superiore e quindi si può usare una coppia maggiore durante l'avvitamento.

    Inoltre oggi vi sono delle viti denominate Torx e che hanno 8 intagli anzichè 4, questo aumenta ancora di più la resistenza della vite perchè hanno una conicità meno accentuata, ma sono di uso industriale.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    oltre ai due formati da te elencati esistono anche le viti ad esagono incassato che hanno una presa più sicura e sono molto usate in falegnameria.

    La differenza tra loro sta solo nel diverso attacco dell'avvitatore e nella diversa difficoltà di avvitamento.

  • 1 decennio fa

    come hanno gia detto la vite a taglio è precedente ed è stata sorpassata dalla vite a x perchè gli avvitatori hanno piu presa....il motivo dell'esistenza di numerosi altri tipi di vite è invece diverso..(basti pensare a quelle triangolari o a stella esagonale)...esse hanno come unico scopo quello di nn farle svitare a chiunque..e di romperti molto i gioielli di famiglia qnd hai necessità di svitarle e nn trovi il cacciavite adatto..

  • 1 decennio fa

    le prime viti erano a taglio e quindi l' uso di avvittatoti era a dir poco problematico inoltre la copia di serraggio era scarsa. con l' avvento della robotica si avuto l' esigenza di avere un centro di rotazione x l' avvitamento e un tipo di presa x avere maggiore copia di serraggio con l' uso di avvittatori elettrici e pneumatici e manuali. Senz'Altro tu avrai verificato la differenza tra i 2 sistemi e ti sono rimaste inutizzate le viti a taglio. ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.