promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 1 decennio fa

Dams indirizzo musica?

Vorrei conoscere qualkuno ke ha frequentato questo indirizzo per chiarirmi le idee...e soprattutto a cosa serve?quali sono gli sbocchi professionali ke offre l'univerSITà?

Aggiornamento:

E SOPRATTUTTO, QUANTO COSTA??

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Quanto costa non lo so, dipende dall' Ateneo in cui lo fai: ci saranno penso da pagare le tasse universitarie che sono sui 700 euro l'anno in una facoltà normale, poi se vuoi fare la Bocconi andiamo sui 9000 euro (sì,sì, la rata da versare è 9000 euro), anche se non so se c'è il DAMS alla Bocconi. Io l'ho frequentato a Bologna per un anno, poi ho smesso, per motivi personali. Nel piano di studi del primo anno c'era Psicologia, Glottologia, Letteratura italiana, Storia contemporanea, Letteratura straniera e ovviamente Storia della musica 1. Come vedi, ci sono diversi esami che non hanno immediata attinenza con la musica, comunque corsi di storia della musica, della musica antica, medievale, di estetica, di semiologia della musica, di storia del teatro musicale te li ritroverai sempre nel corso degli anni. Conosco di nome un compositore che insegna teoria e solfeggio al conservatorio di Trento che ha fatto la tesi sugli ultimi quartetti di Beethoven. Per dire che di musica dal punto di vista storico e analitico ce n'è finchè vuoi. Attenzione, però, non è una scuola tecnica come il conservatorio, quindi, come saprai, non ti ritroverai mai a suonare uno strumento o ad applicarti in concreto alla composizione musicale o fare analisi molto tecniche dei vari procedimenti compositivi. Il DAMS fornisce una preparazione storico-critica in ambito musicale e ti permette, essenzialmente, di fare il critico musicale, oltrechè insegnare storia della musica ad esempio nei conservatori e nei licei musicali, o all'università, se vuoi fare il dottorato. Cosa voglia dire fare il critico musicale oggi sinceramente non te lo so dire: probabilmente si tratta di scrivere per giornali o riviste specializzate commenti su concerti tenutisi cui hai assistito o introduzioni storiche sui foglietti che ci sono all'interno dei CD di musica classica, non so se hai presente: lì c'è sempre una recensione di qualche critico che introduce e presenta e magari commenta brevemente il pezzo registrato. Poi c'è l'attività autonoma di consulenza artistica per teatri, fondazioni, ecc...

    E' difficile dire a cosa serve: in una società squallida come la nostra si può dire che serva a ben poco, se non a diffondere la cultura musicale. Se per te questa è una vera passione o meglio ancora una missione, allora fallo, io consiglio sempre di seguire i propri sogni, se questi sono veramente sentiti e vivaci e non scuse per perdere tempo. Farai fatica a trovare lavoro, ma se hai davvero passione, costanza, pazienza, e, direi anche, soldi da investire nella tua formazione, vedrai che qualcosa alla fine salterà fuori: certo non aspettarti che ti venga offerto su un piatto d'argento come se avessi fatto economia.

    Un ultima cosa: qui su Answers ci sono tizi che vanno in giro dicendo che si tratta di una facoltà inutile, perchè non ha alcun valore scientifico, serve solo a dar lavoro ai professori, che è la vergogna dell'università italiana, che non c'è bisogno di fare l'università se interessa la musica, che non ti permetterà mai di lavorare. Forse in parte hanno ragione, ma io trovo che siano molto presuntuosi e arroganti, per cui ascolta quello che ti dicono, fa sempre bene sentire i pareri di tutti, ma se senti che la musica è la tua vocazione (deve essere così però), poi tappati le orecchie e vai avanti sereno per la tua strada. Spero di essere stato esauriente. Ciao.

    P.S.: i 9000 euro annui della Bocconi sono solo per le lauree specialistiche, per quelle triennali si va per fascie di reddito.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    se ti interessa lavorare nella musica e sai suonare ti consiglio le scuole civiche di musica o i conservatori, sono decisamente più rilevanti nel mondo artistico. oltre ad imparare a suonare, potresti diventare insegnante, ed entrando nel settore anche organizzare eventi musicali, concorsi, spettacoli...

    ps: alla bocconi ci sono SOLO economia e giurisprudenza, per il resto bisogna guardare altri atenei. a milano, parlando di bocconi ci si riferisce al territorio milanese, non ci sono dams che io sappia. per lo meno si scarta l'offerta formativa della maggior parte degli atenei: bocconi, bicocca, politecnico, san raffaele non hanno alcuna attinenza. prova a guardare la statale (c'è scienze dello spettacolo, magari c'è anche qualcosa sulla musica), in cattolica nutro fortissimi dubbi che ci sia qualcosa. statale o iulm... o il conservatorio e le scuole civiche!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.