Perché molti audiofili sostengono che il suono dei vinili sia migliore di quello dei CD ??

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Io preferisco di gran lunga il suono del CD, a meno che non sia masterizzato da cani (tipo alcuni vecchi album il cui fruscìo quasi copriva il suono delle canzoni). Molto dipende dalla cura della masterizzazione...

  • 1 decennio fa

    In teoria una registrazione analogica dovrebbe essere migliore di una digitale, ma solo in teoria. Hai presente come è fatto il grafico di un'onda sonora? Ha un forma sinusoidale costituita da curve in cui la forma del suono cambia con continuità; nella codifica digitale, la continuità è sostituita da una continua "sequenza di punti che, se uniti, danno un sorta di linea spezzata, cioè tutto ciò che si trova tra un punto e l'altro viene ricostruito per interpolazione in fase di decodifica da digitale ad analogico.

    Di fatto però la perdita di qualità dovuta alle caratteristiche intrinseche dei supporti analogici (vinile, nastro) vanifica tutto ciò abbondantemente.

    Se poi qualche audiofilo sostiene che il vinile, proprio per il fatto di non essere perfetto, sia migliore del digitale, bè, contento lui... io non sono assolutamente d'accordo.

    Rispondo a Sylphide: il formato del cd musicale non è affatto compresso; non confondiamo le tracce dei cd con i file mp3 e wma: un cd audio ha la capacità limitata a 80 minuti, mentre un cd rom può contenere oltre 11 ore di musica codificata in mp3 o wma, tutto dire.

  • 1 decennio fa

    secondo me perche' paradossalmente il suono nei vinili e' piu'"sporco" mentre sui cd risulta a volte quasi perfetto quindi irreale.....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Perchè sul vinile ad esempio l'audio non è compresso! Il cd ha cmq i brani che sono registrati in formati compressi, vedi i vari .wav, .mp3, .cda etc etc.

    Quindi su vinile il suono è più "puro".

    Saluti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.