Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

Come riprodurre per talea una pianta di cappero? In quale periodo? Può crescere in vaso o tende a soffrire?

La mia abitazione si trova in sicilia di fronte il mare con esposizione a mezzogiorno. Ho già trapiantato dei capperi in vaso (con radici proprie) ma sembra che soffrino e soprattutto, a differenza di quanto pensavo, necessitano di molta acqua

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    La propagazione del cappero avviene prevalentemente per seme a primavera, ma puoi ricorrere anche a polloni radicati e a talee da radicare al termine dell'inverno, queste possono essere trattate con delle polveri ormonali in vendita nei consorsi agrari che ne facilitano l'emissione di radici. Il cappero è una pianta che si adatta bene ai climi caldi e asciutti, resiste alla siccità, grazie al robusto apparato radicale, e allo strato di cera che ricopre le foglie. La coltura in vaso purtroppo è un po' riduttiva propio per la mancata espansione delle radici, da qua il bisogno di bagnarlo spesso. Il terreno deve essere leggero, molto permeabile, si sviluppa bene in quelli vulcanici e tollera elevati livelli di clcio, il ph ottimale e tra 7-8. Devi scegliere un terriccio alcalino, e eventualmente ammendarlo con calce , o anche con calcinacci di vecchi muri. La coltura entra in produzione dopo il 2° -3 ° anno e in piena terra può continuare per 20-30 anni. Devi concimarlo in gennaio febbraio, con un concime completo, a questo puoi fare seguire una distribuzione di concime azotato in primavera. A gennaio elimina gli steli che hanno già prodotto, quelli secchi ei succhioni; il cappero produce infatti sui rami dell'anno, e per stimolare un maggior sviluppo di rami fruttiferi recidi i rami dell'anno precedente ad una lunghezza variabile da 1 a 10 cm a seconda del vigore della pianta. La raccolta dei bottoni fiorali inizia in maggio e continua scalarmente fino a settembre. La produzione di una pianta in piena terra può variare da 0,5 a 4,5 kg. Per il cappero non devi temere grosse avversità, tuttavia può essere attacato da diverse specie di cocciniglia e può essere dannegiato dalle larve di un coleotterocurculionide , che scava gallerie nei rami, provocando il deperimento delle piante. Ti saluto.

  • 1 decennio fa

    la talea di solito si fa con piante a fusto legnoso , per i capperi , meglio la semina .questo potrebbe essere il periodo giusto .

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.