huli b ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

mi potete aiutare a salvare un olivo bonsai?

ho ereditato un bonsai olivo da mia nonna. lei stessa l aveva ricevuto in regalo da poco e forse non l ha sempre trattato correttamente. la piantina purtroppo non sta bene. le foglie sono poche e stanno diventando marroni-grigio. che posso fare? non ho esperienza di bonsai, ma ci tengo tantissimo a questo e non voglio che muoia...

chi mi può aiutare per favore?

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Bisognerebbe vederlo, lu e le sue radici. Comunque, l'ulivo chiaramente deve stare all'aperto: scegli una parete riparata dal vento se stai al nord o in quota. Beve pochissimo, fai finta che sia un cactus. Se hai dato troppo da bere, interrompi che tanto in inverno beve ancora meno: se la terra è piena d'acqua assorbila come riesci con della carta assorbente (non si dovrebbe, ma a mali espremi..).

    Se non ci sono marciumi sulle radici, dovrebbe cavarsela: è molto resistente.

    Fonte/i: laurea scienze agrarie e sopratutto amo le piante
  • 1 decennio fa

    Prova a metterlo nel lavandino dopo aver messo il tappo e fatto scendere l'acqua fino a 1 cm sotto il bordo del vaso. Lascialo così 15 min o comunque finchè non vedi la terra inumidirsi e scurirsi, in questo modo le radici prendono l'acqua di cui hanno bisogno, non troppa e non troppo poca...ripeti l'operazione circa una volta ogni 4/6 giorni e vedrai che il tuo bonsai starà meglio!

  • 1 decennio fa

    bisogna innaffiarlo regolarmente e se puoi compra degli stimolanti o degli antistress per bonsai lo aiuteranno tantissimo poi in autunno devi trapiantarlo assolutamente.....

    Fonte/i: bonsaista
  • 1 decennio fa

    ti do dei consigli generali.

    l'olivo ama le posizioni in pieno sole, possibilmente ventilate. E' una pianta abbastanza rustica, che può sopportare temperature anche di poco al di sotto dello zero, durante l'inverno è opportuno tenerla al riparo dalle gelate, ponendola in serra fredda o coprendola con tessuto-non-tessuto, questa pianta si sviluppa in luoghi dal clima secco, ma gradisce anche annaffiature abbondanti; è consigliabile annaffiarla quindi copiosamente, lasciando asciugare molto il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Si aggiunge all'acqua delle annaffiature del concime per bonsai ogni 15-20 giorni, da maggio a settembre. questa pianta si sviluppa in luoghi dal clima secco, ma gradisce anche annaffiature abbondanti; è consigliabile annaffiarla quindi copiosamente, lasciando asciugare molto il terreno tra un'annaffiatura e l'altra.

    MAI annaffiarlo nel modo di vale.

    Si aggiunge all'acqua delle annaffiature del concime per bonsai ogni 15-20 giorni, da maggio a settembre, l'olivo non ha particolari esigenze di terreno, purchè sia ben drenato. Puoi preparare un composto ottimale mescolando tre parti di torba, due parti di sabbia e due parti di argilla. Mi raccomando, lo devi rinvasare ogni tre anni a fine inverno, evitando di tagliare troppo le radici o di smuovere troppo il pane di terra che le ricopre, perchè sono particolarmente delicate.

    Senza dubbio lo hai posizionato in un luogo non tanto luminoso oppure gli hai fatto scarseggiare un pochettino di acqua.

    ATTENZIONE! l'olivo coltivato può soffrire di marciume radicale se il terreno del vaso viene mantenuto troppo umido. Difficilmente viene colpita da parassiti o da altre malattie.

    Buon Lavoro ;-)

    P.S se vuoi qualche chiarimento contattami sul mio account Y! Answers.

    Fonte/i: sono giardiniere e in parte bonsaista
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    anch'io ho un bonsai e da un pò di tempo notavo che non stava molto bene....beh l'ho portato da un vivaio vicino casa è bastato aggiungere un pò di terra e....rinato!! vedessi quante foglioline nuove....!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.