chi sa come funziona l'assegnazione delle targhe automobilistiche?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    la targa si compone di una combinazione di due lettere, tre cifre e altre due lettere (Esempio: AA 000 AA); sia le lettere che le cifre seguono un ordine seriale, per cui si incrementa il numero di tre cifre da 000 a 999 e, raggiunto questo numero, viene avanzata di una entità la combinazione di quattro lettere che si legge sulla targa se trascuriamo le cifre; ad ogni cambiamento di una lettera le cifre ritornano a 000. L'ordine è quindi del tipo BRAY, BRAZ, BRBA, BRBB... Vengono utilizzate in totale 22 lettere (quelle dell'alfabeto inglese ad esclusione di I, O, Q e U) che, formando un totale di 234.256.000 possibili combinazioni, dovrebbero garantire le immatricolazioni per un periodo di circa 50 anni.

    Le targhe vengono assegnate alle province a lotti, seguendo indicativamente la frequenza di immatricolazioni; questa nuova numerazione fu introdotta quindi gradualmente ovvero dopo l' esaurimento, nelle singole province, dei lotti di targhe obsolete: la prima immatricolazione avvenne nella provincia di Asti nel marzo del 1994 e recava la combinazione AB 000 MD, il lotto inaugurale con la combinazione AA 000 AA fu invece attribuito alla provincia di Terni. Per un breve periodo fu concesso alle province istituite nel 1992 e 1993 (Biella, Verbano Cusio Ossola, Lecco, Lodi, Rimini, Prato, Crotone, Vibo Valentia) di continuare a distribuire targhe appartenenti al precedente sistema di numerazione: erano i proprietari dei veicoli da immatricolare che potevano scegliere il tipo di targa. In questo modo anche le nuove province poterono vantare la targa con la sigla automobilistica per alcune migliaia di veicoli.

    In virtù della distribuzione a lotti delle targhe anche questo sistema di numerazione consente di risalire alla provincia di prima immatricolazione, sempreché non vi siano stati "prestiti" fra le province per sopperire a ritardi nelle consegne o a consumi anomali. Utilizzano comunque gli stessi lotti di targhe le province di Firenze e Prato in quanto condividono l'ufficio della Motorizzazione Civile.

    Vengono fornite a richiesta anche delle targhe posteriori (dette "quadrotte") con proporzione base/altezza vicina ad 1 (altezze leggermente inferiore alla base). In questo caso la targa posteriore è costituita da due righe. Per queste targhe, la numerazione inizia da ZA 000 AA, utilizzando sempre il sistema descritto in precedenza. In ogni consegna di un nuovo lotto il 10% delle targhe è di questo tipo.

  • Milena
    Lv 5
    1 decennio fa

    ogni provincia richiede un pacchetto di targhe che gli arrivano in numerazione consecutiva.

    poi iniziano l'immatricolazione andando in ordine progressivo.

    Finite le targhe ne richiedono altre.

    per le JEEP hanno iniziato dalla lettera Z (ma non ne so il motivo)

    se invece vuoi una targa personalizzata (mantenedo sempre il modello 2 lettere/3 numeri/2 lettere) puoi richiederlo ma c'è da aspettare più tempo

  • Lady
    Lv 5
    1 decennio fa

    So solo ke le nuove targhe sono tutte in ordine alfabetico...infatti io riesco a capire l'anno della macchina in base alle prime 2 lettere della targa...il resto della targa dai numeri in poi non so se funziona allo stesso modo...

  • yes!!!
    Lv 6
    1 decennio fa

    sono fatte a computer

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.