Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

Come posso mettere in salvo le ortensie?

Ciao,

ho un problema. Nel mio nuovo mini giardino ho trovato delle ortensie che sono state esposte al sole per tutta l'estate. Sono tante e non vi dico in che condizioni sono...

Vorrei fare qualcosa in vista dell'autunno, tipo metterle in un vaso...ma non so quali accorgimenti (vaso, travaso, terra, potatura ecc.) adottare.

Fatemi sapere al più presto,

grazie

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao, verso fine autunno potale tutte e poi coprile con un panno di cotone e ti sconsiglio di rinvasarla.

    Amano l'ombra, ma crescono bene anche al sole, vivono quasi in ogni tipo di terreno e le uniche due condizioni inderogabili sono un regolare apporto d'acqua ed un buon drenaggio. Una terra grassa e ricca è preferibile ad una sabbiosa e povera di humus, che potrà comunque andar bene con l'aggiunta di un composto di foglie, scorza tritata e letame. I materiali che consentono alle ortensie di crescere e prosperare sono quindi estremamente reperibili: torba acida, scorza tritata o addirittura la potatura dei cespugli e rami sottili degli alberi ridotta in piccoli pezzi.Non temono i rigori dell'inverno e generalmente resistono bene sino ai sei o sette gradi sotto zero. Il discorso sulla potatura è abbastanza semplice: ci si limiterà ad una ripulitura del secco, alla rimozione dei vecchi fiori ed al taglio degli steli più deboli che avverrà togliendo l'ultima coppia di gemme.

    E' anche buona abitudine, nelle piante di cinque-sei anni di età, togliere circa un terzo dei cacci al livello del suolo così da dare luce anche all'interno e permettere una buona lignificazione e vigoria (di solito si tolgono i cacci più vecchi)Le ortensie non richiedono una potatura regolare (questo vale per la maggior parte delle specie) fatta esclusione per la rimozione dei fiori appasiti, da effettuarsi nel mese di marzo o a fine estate.Ti consiglio, comunque, di asportare i rami più deboli nel mese di febbraio, per sfoltire la pianta e, nello stesso mese, di tagliare a metà della loro lunghezza i fusti fioriferi dell'anno precedente delle specie arborescense e paniculata.

    Per tirarla su di morale, concimala con tanto ferro, ad es. della "CIFO" specifico per ortensie oppure "ONE, esplosione di fiori" che aiuta proprio il ringiovanimento della pianta.

    Se vuoi qualche altro consiglio contattami sul mio account Y! Answers

    Ciao ;-)

    Fonte/i: sono giardiniere
  • 1 decennio fa

    Ciao,

    nooo, perchè metterle in vaso?

    Io le ho all'aperto e vivo a nord-est (non proprio in montagna, ma piuttosto freddino in inverno), ti consiglio al limite un trapianto per metterle in una zona più ombreggiata, se le condizioni sono proprio pessime dai una leggera potata, tanto da togliere il secco, poi in primavera ai primi germogli fogliari fai una seconda leggera potatura di forma ed eventuale risanamento, sappi che solo i rami vecchi (quelli dell'anno precedente) portano fiore. Ti sconsiglio una potatura troppo drastica prima dell'arrivo del gelo perchè potrebbe essere letale.

    Ah, quasi dimenticavo, Ortensia dal latino Hydrangea (hydro=acqua) ricorda che in piena fase vegetativa un' ortensia di medie dimensioni necessita di circa 50 (cinquanta) litri d'acqua al giorno, la coltivazione in piena terra richiede clima fresco durante l'estate, se poi vuoi esagerare sappi che esige terreno di brughiera con aggiunta di terriccio di foglie e sabbia, neutro o acido, l'acidità del terreno influenza il colore dei fiori, il blu indica un terreno più acido ( pH < 6 ), ma può essere coltivata anche in vaso, forzandola in serra per la fioritura primaverile.

    L'esposizione da preferire è quindi a mezz'ombra con irrigazioni generose e frequenti concimazioni liquide nella stagione calda.

    Spero di essere stato di aiuto, ciao.

  • 1 decennio fa

    metti in un vaso e poi li porti in cantina o garage..........non devono ghiacciare ........................

  • Anonimo
    1 decennio fa

    se le vuoi salvare lasciale li',adesso arriva l'autunno,perdono le foglie,si rifaranno in primavera,devi solo tagliare un po' i rami che hanno fiorito quest'anno,gli altri no,perche' son quelli che fioriranno l'anno prossimo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    le ortensie vivono bene in piena terra , anche al nord .

    adesso puoi potarle , lasciando qualche gemma su ogni rametto e tagliare tutto il resto . richiedono terra x azalee e rododendri quindi potresti zappettare il terreno intorno e aggiungere questo tipo di terriccio . annaffia regolarmente .

  • 1 decennio fa

    non fare assolutamente nulla, se proprio ci tieni taglia soltanto i fiori secchi e comunque a fine febbraio primi marzo dai una bella potatura, riducendo la pianta a circa 1/3 delle sue dimensioni (dovrei vederla). Non teme il freddo. Il suo habitat ideale é fresco e umido, va bene anche un po di sole ma possibilmente non quello pomeridiano. Io ce l'ho da 15 anni in ombra ed é stupenda.

    Dimenticavo, siccome predilige terreno acido (determina il colore) io nel momento del risveglio vegetativo le somministro un drink, sorbetto al limone; scherzavo comunque interro delle buccedi limone alla base o ne strizzo un po nell'annaffiatoio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.