Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCavalli · 1 decennio fa

cosa ne pensate dei cavalli sferrati? Ci pensate mai che i ferri sono una tortura per loro?

Va sempre più avanti l'idea di togliere i ferri ai cavalli per preservare la loro salute. I ferri sono la causa delle infiammazioni talvolta anche gravi che portano all'azzoppamento del cavallo e la conseguente soppressione. Nella migliore delle ipotesi il cavallo con il passare degli anni va incontro a dolori anche forti.Lasciare liberi i loro zoccoli significa mantenerli in salute più a lungo. In Mongolia non usano ferrare i loro cavalli e da uno studio è stato rilevato che vivono più a lungo e sono anche più resistenti. Lo chiedo perchè avrei intenzione di acquistare un cavallo e stavo pensando all'idea di sferrarlo perchè vorrei tenerlo con me fino alla fine dei suoi giorni, anche quando non sarà più capace di tenermi in groppa. I cavalli non meritano di finire al macello dopo che ci hanno tenuto compagnia per tutta la vita, non vi pare?

Aggiornamento:

io non ho intenzione di passeggiare sull'asfalto. L'asfalto è per le auto, non per gli animali

Aggiornamento 2:

cece, anch'io sapevo questa cosa del fieno che contribuisce a mantenere gli zoccoli sani. Forse l'ideale sarebbe far fare delle pause di qualche mese all'anno senza ferri, per permettere alle articolazioni di sistemarsi e per riattivare la circolazione del sangue (il cuore funziona meglio perchè c'è una migliore pressione del sangue che parte dai piedi senza i ferri)

Aggiornamento 3:

Fabrizio, gli indiani li montavano senza ferri e oggi anche i Mongoli lo fanno (non di certo sull'asfalto) e hanno appurato che i loro cavalli godono di ottima salute

Aggiornamento 4:

iana, hai detto bene, anch'io non mi sento ancora all'altezza di prendermene cura, ecco perchè voglio prima studiare a fondo tutti i problemi e i rimedi per poter alleviare le sofferenze a cui sono soggetti questi animali e poi deciderò sul da farsi. Io spero di comprarmelo in primavera e voglio essere pronta e all'altezza

14 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sicuramente un animale sferrato cammina meglio (ANCHE SULL'ASFALTO, in quanto, a meno che non siate pazzi furiosi che galoppano a tutta birra sulle strade, la "nudità" dello zoccolo attutisce il rimbombo che è motivo di stress e lesioni alle articolazioni), però bisogna tenere presente che il cavallo sferrato deve essere oggetto di una completa gestione naturale che comprende:

    -avere la possibilità di muoversi liberamente e passare tempo coi suoi simili

    -alimentarsi principalmente di fieno e foraggio(evitando mangimi o integratori)

    -non venire tosato, coperto o che altro se non in presenza di temperature estreme, poiché é un'alterazione del suo naturale equilibrio: un cavallo infatti, col suo pelo invernale, resiste fino a -5 gradi centigradi

    Sferrare un cavallo che vive ventitré ore su ventiquattro in un box, o che può stare solo poche ore al prato, sarebbe solo dannoso per via del mix micidiale di fiante e truciolo su cui starebbe per la maggior parte del tempo; si rischierebbe soltanto di causare e/o incrementare molte patologie del fettone. In questo caso occorre quindi una ferratura, che non è più una tortura...Ma una benedizione! Perchè protegge e tiene compatto lo zoccolo: piuttosto la tortura sta nel tenere un cavallo chiuso sempre nel box e farlo uscire solo per i comodi del cavaliere che lo ""deve""(con quattro virgolette: perché il cavallo ne farebbe volentieri a meno di venire stressato così...) lavorare.....................

    Per il fatto del macello, beh...La risposta é palese... ;-)

    Sarebbe sbagliatissimo alternare periodi coi ferri e senza ferri!!! I cavalli spesso impiegano mesi ad adattarsi alla nuova condizioe di sferrati e i piedi si modificano radicalmente: non si può alterare periodicamente: O FERRATO O SFERRATO! Inoltre, quando cambiano la "condizione" degli zoccoli, per le prime settimane sentono male...

    Qualsiasi maniscalco o pareggiatore te lo impedirebbe a giuste cause....

    Rispondo anche a Iana dicendo che il cavallo può essere considerato come una sorta di "OGM": i suoi progenitori non erano certo nati per essere cavalcati, ma il cavallo odierno é frutto di una selezione effettuata fin da tempi antichissimi, quindi l'animale che conosciamo noi oggi non é altro che una creatura dell'uomo, fatta, diciamo "su misura".

    Per quel che riguarda i ferri, anche un cavallo che viene regolarmente montato e NON cammina su terreni asfaltati, non ne ha proprio bisogno: infatti furono "inventati" dai romani, preoccupati per i piedi dei loro cavalli, che usavano negli spostamenti per le loro strade lastricate. Il ferro ha però assunto un carattere di "protezione universale": seppur per un fraintendimento. I ferri, ai piedi dei cavalli, infatti, dopo l'avvento dei secoli bui del medioevo(quindi, in un certo senso, la "decadenza" delle strade lastricate e ben tenute), ricompaiono ai piedi dei cavalli fra il X e il XIII secolo, perché ne era stato letteralmente frainteso l'uso(attestato nei testi romani). Ancora oggi siamo vittime dell'errore medievale riguardo all'uso delle ferrature, che all'epoca fu visto come una grande "rivoluzione".

    Solo oggi ci si sta rendendo conto che un ritorno alla gestione naturale del cavallo non può fare altro che bene e che il ferro, nel complesso, ha solo la prerogativa di "bistrattare" i fettoni....

    Dimenticavo una cosa importante: per il passaggio, che deve avvenire gradualmente, dalla condizione di ferrato a sferrato sono molto utili le scarpette, che eviteranno, per i primi mesi, che lo zoccolo si sfaldi e si indebolisca.

  • 1 decennio fa

    allo, tutto quello che hai detto è vero, ma nn hai pensatoa una cosa, quando un cavallo viene ferrato sin dai primi anni di vita, lo zoccolo si indebolisce, per tanto quando gli si tolgono i ferri ci vogliono mesi perchè lo zoccolo si ripenda, durante quel periodo il cavallo nn dve essere montato, perchè senò l'unghia si lacera...

    perciò la tua idea di togliere i ferri un paio di mesi alla anno, perch farebbe + male che bene

    se vuoi avere un cavallo sferrato ti consgiglio di comprare un cavallo molto giovane, di togliergli i ferri e nn metterglieli mai + è l'unico modo di tenere un cavallo ferrato... nn puoi alternare

    spero di esserti stat di aiuto

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il cavallo in natura non è ferrato semplicemente perchè non è costretto a camminare su terreni scelti da noi ma soprattutto perchè in natura il cavallo non viene cavalcato da nessuno... il peso del proprio cavaliere a lungo andare logora... semplice...per avere un cavallo senza ferri dovresti evitare di montarlo e lasciarlo in campagna sempre sull'erbetta fresca! se per quello spesso il cavallo va incontro a lesioni anche a causa del sottopancia o del morso... come saprai la bocca del cavallo è molto delicata e strattoni dati da cavalieri inesperti possono danneggiarlo...

    Cerca di curarlo il più possibile e stare sempre attenta alle più piccole lesioni dopo ogni uscita, il cavallo ha bisogno non delle tue cure ma di tutta te stessa... è una grande responsabilità... Io infatti ancora non me la sento di avere un cavallo tutto mio ho ancora troppo paura di non essere alla sua altezza ma spero di realizzare presto questo mio sogno!!!

    In bocca a lupo :-))))

  • 1 decennio fa

    un cavallo sferrato si può mantenere in un pascolo, un esempio può essere un cavallo destinato alla riproduzione, che cmq nn debba venir montato, e tanto meno debba camminare su asfalto, se tu lo vuoi usare in un terreno con un fondo adeguato, sterrato, e cmq che nn sia un'attività intensa, senza ferri andrà piuttosto bene, anche se dipende sempre dal soggetto (un'unghia bianca si consumerà sempre anche su sterrato). se invece dovrà essere sollecitato ad un'uso anche su strada, i ferri sono d'obbligo se vuoi bene al tuo cavallo, in quanto il consumo dello zoccolo porterebbe a una zoppia, che x il cavallo è anche peggio del dover avere i ferri.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Potevano non essere ferrati nel selvaggio west, quando trottavano su strade sterrate e prati, sull'asfalto il ferro è necessario, hai una vaga idea dei problemi a cui andrebbero incontro, altrimenti? D'accordo con te sul fatto di non farli finire al macello, ma se trovi un bravo esperto in mascalcia, i ferri non gli daranno alcun fastidio, anzi...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    se il ferro è messo bene non provoca nessun fastidio o irritazione. anche io non sono d'accordo con i ferri pero' in effetti ne hanno bisogno per poter camminare su strade asfaltate. è una cosa necessaria per questo motivo. non si mettono per bellezza..

  • 1 decennio fa

    ho sempre pensato che era un enorme sacrificio per loro rimanere tutte quelle ore nel box, ma tant'e' cosa potevo fare io?

    i ferri hanno una loro funzione, gliel'abbiamo data noi nel momento in cui abbiamo cominciato a "usarli" per i nostri scopi, certo e' che se ti compri uno due, dieci cavalli e li tieni perennemente al pascolo, allora puoi anche evitare di ferrarli, altrimenti e' obbligatorio per preservargli lo zoccolo, che e' delicatissimo, come tu saprai,....chi ama il cavallo da sempre non considera minimamente la tua ipotesi di fine, il cavallo una volta arrivato all'eta' della pensione andra' naturalmente a finire i suoi giorni "nei verdi pascoli"

  • 1 decennio fa

    Ma tu ai davvero un cavallo ? e ci monti regolarmente facendo chilometri e chilometri su sassagli asfalto e terre sconnese ...?

    un cavallo deve nascere scalso e crescerci adattando il piede al terreno che trova non puoi certo prendere un cavallo di 10 anni sempre ferrato regolarmente e sclzarlo da oggi a domani allora provocheresti una zoppia .

    se il cavallo è zoppo dalla ferratura vuol dire che chi lo a ferrato è un incompetente vorrei vedere un cavallo da reining ho da endurance scalzo

  • 1 decennio fa

    Credo che la ferratura sia un male necessario.

    In natura i ferri non sono necessari perché il cavallo cammina e pascola continuamente su un'ampia varietà di terreni.

    La continua stimolazione della suola la mantiene spessa e dura, proprio come un callo.

    Allo stato domestico, il normale movimento del cavallo copre una distanza giornaliera molto minore e di conseguenza gli zoccoli si induriscono molto di meno e sono maggiormente soggetti a traumi.

    Gli zoccoli, poi, si consumano di più sotto il peso di un cavaliere.

    Inoltre, i ferri proteggono il piede dal contatto dell'urina nel box.

    Ovviamente la ferratura deve essere fatta da un buon maniscalco.

  • 1 decennio fa

    allora io sono contraria a ferrature fatte con i piedi x essere delicata ... x la mia avalla ho un maniscalco serio... che pago l'ira di dio! xò la mia cavalla in + di un anno che è con me anche avendo 21 anni non ha mai avuto niente a livllo di piedi e articolazioni... xò ho conosciuto cavalli che per colpa di una ferratura sbagliata sono dovuti stare fermi x molto tempo... secondo me dovrebbero essere + rigorosi negli esami di mascalcia... e il problema diventerebbe quasi inesistente...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.