promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaArte e cultura - Altro · 1 decennio fa

SOS...qualcuno sa spiegarmi come venivano realizzate le ceramiche a figure nere e quelle a figure rosse?

Tecnicamente.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La ceramica a figure nere è una tecnica della produzione di vasi utilizzata nella ceramica greca ed in quella dell'Antica Roma.

    Questa tecnica venne introdotta nei dintorni di Corinto intorno al 630 a.C. e, a partire dal 530 a.C., fu gradualmente sostituita dalla tecnica ceramica a figure rosse.

    Le figure venivano dipinte sulla superficie rosso argilla del vaso con un impasto di acqua e argilla arricchita di ossidi di ferro; a questa prima fase della lavorazione si aggiungevano in un momento successivo i dettagli delle figure. L'ultima fase era il processo di cottura, con la quale gli ossidi di ferro assumevano un colore nero lucido.

    Nel primo periodo della produzione, detto Periodo Protocorinzio, i vasi sono caratterizzati da decorazioni di tipo geometrico. Successivamente, tra il VII e il VI secolo a.C. cominciarono a essere utilizzate anche figure di animali. Infine, quando questo tipo di decorazione arrivò ad Atene le rappresentazioni presero spunto dai miti e dalle leggende greche, fino a quando la pittura a figure nere fu sostituita da quella a figure rosse.

    La ceramica a figure rosse è una tecnica della produzione di vasi utilizzata nella ceramica greca ed in quella dell'Antica Roma.

    Questa nuova tecnica fu introdotta ad Atene nel 530 a.C. e sostituì gradualmente la più antica tecnica della ceramica a figure nere. Dalla Grecia questa tecnica si diffuse anche in Magna Grecia, dove l'iniziatore di questo nuovo modo di dipingere fu il cosiddetto Pittore di Pisticci.

    Come dice il nome stesso dell'applicazione, nei vasi prodotti con questa tecnica si ottenevano le immagini della scena rappresentata in rosso, su fondo nero. I particolari e i contorni delle immagini o di parte di esse erano invece evidenziati da linee nere, ciò permise ai pittori di sviluppare lo studio della prospettiva e dell'anatomia umana.

    Per ottenere questo risultato il vaso veniva ricoperto da una vernice di argilla depurata, in cui si ricavavano poi i soggetti e le figure. Dopo la cottura del vaso si avevano quindi figure rosse su sfondo nero. Oppure si poteva procedere applicando vernici rosse dopo la cottura del vaso su cui era stata applicata la vernice nera.

    Fonte/i: wikipedia
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    LE CERAMICHE

    La produzione dei vasi in ceramica nasce dal bisogno di trasportare merci come vino, olio e profumi pregiati

    I vasi in ceramica erano fondamentalmente utilizzati:

    -nell'AGRICOLTURA;

    -nel COMMERCIO;

    -In seguito, data la loro bellezza artitstica i vasi in ceramica cominciarono ad essere richiesti e venduticome OGGETTI DI USO DOMESTICO.

    >>>All'inizio, le ceramiche venivano vendute e utilizzate SOLTANTO IN GRECIA, poi nel giro di due secoli le ceramiche prodotte in Grecia divennero tanto famose da diventare l'ARTICOLO DI ESPORTAZIONE PRINCIPALE dei Greci, in particolare venivano esportate:

    - in SPAGNA;

    -nelle colonie dell'ASIA MINORE.

    >>>Inizialmente, nel periodo che va dal XII al IX (Medioevo ellenico) le ceramiche venivano decorate con lo STILE GEOMETRICO:

    -disegni e figure a carattere geometrico e astratto.

    La grande "moda" della ceramica cominciò però durante l'età arcaica, con vasi recanti immagini di:

    -piante e fiori;

    -sempre più frequentemente FIGURE UMANE.

    Le ceramiche più importanti e anche quelle artisticamente migliori furono quelle realizzate dal VI secolo in poi, che rappresentavano:

    -la vita umana attraverso DUELLI e

    -soprattutto scene tratte dai principali MITI GRECI:

    >Si pensava infatti che attraverso immagini raffiguranti

    i più famosi EROI della mitologia si potesse rendere al meglio l'idea del VALORE e del CORAGGIO, qualità fondamentali nella visuale degli antichi greci; inoltre queste rappresentazioni potevano essere prese a MODELLO dai ragazzi e dai più giovani.

    -gli dei durante i loro BANCHETTI

    -attività SPORTIVE come le olimpiadi.

    >>>RARAMENTE gli artisti rappresentavano nei vasi scene di VITA QUOTIDIANA,

    mentre i MESTIERI ARTIGIANALI non venivano (quasi)

    MAI dipinti perchè considerati dalla società indegni e inferiori.

    >>>Le TECNICHE usate per dipingere le ceramiche furono due:

    -La prima tecnica che venne utilizzata per dipingere vasi fu quella di realizzare delle FIGURE NERE su un FONDO di argilla ROSSA;

    -La seconda fu quella di verniciare tutto il vaso di nero lasciando ROSSE SOLO LE FIGURE, in modo da poter definire i particolari dipingendoli con un pennellino.

    >>>I primi CENTRI di PRODUZIONE furono:

    -la città di CORINTO;

    -le isole di SAMO e RODI;

    -ATENE si affermò nel IV secolo nella produzione delleceramiche, cominciando a dipingere i vasi con figure umane e miti, e riuscì a mantenere il primato sia come produzione che a livello artistico

    >>>Le ceramiche ebbero una GRANDE DIFFUSIONE non solo per l'esportazione, ma anche grazie agli artisti che si spostavano in vari paesi in cerca di nuove ispirazioni

    Questa è una ricerca che ho fatto in 4 ginnasio...Non so se ti può aiutare...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.