Leon
Lv 5
Leon ha chiesto in Politica e governoGoverno · 1 decennio fa

Indulto: cattolici italiani e memoria corta?

Vi ricordate? Qualche anno fa Papa Woytyla visitò il Parlamento italiano e, senza preoccuparsi di commettere un'ingerenza in veste di Capo di Stato straniero, chiese ai deputati italiani uno sforzo al fine di votare un indulto che con

pia carità cristiana svuotasse le carceri condonando pene e peccati...

A qualche anno di distanza il ministro Mastella, appoggiato dalla quasi totalità delle forze politiche, fa in modo che il tanto atteso indulto venga concretizzato.

Oggi, con circa 45.000 detenuti per le strade, ad ogni reato commesso da un indultato tutti quanti, politici cattolici, cittadini cattolici, specialmente di destra e centro destra, si scagliano con veemenza contro l'indulto, considerato vera scelleratezza umana, morale e politica.

Ma davvero non ricordano che fu il loro Papa ad invocarlo?

E che Mastella l'ha dedicato proprio a Woytyla?

Cattolici, contenti del grande risultato? Possibile che non abbiate neppure un po' di vergogna di tanta incoerenza?

P.S. Io ero favorevole

Aggiornamento:

Cara Cristina B., forse è il caso che dai pure tu un'occhiata al dizionario.

ingerènza:

s. f., intromissione o partecipazione di qualcuno in affari riguardanti altri.

Che un Capo di Stato straniero, con cittadinanza estera, pontifichi sulle politiche che il Parlamento deve adottare, mi pare una vera ingerenza.

E' ora di considerare il Papa per quello che è, come già facevano (molto meglio) i nostri antentati risorgimentali.

12 risposte

Classificazione
  • Konrad
    Lv 4
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Nel teatrino della politica ognuno, anche i cattolici, recita la sua parte nella sceneggiata.

    Ma, venendo alla questione di merito, io ero favorevole all'indulto e spiego perchè:

    - In Italia soltanto il 20% degli autori di reati viene scoperto,

    il rimanente 80% , per il furto addirittura il 94%,

    non venendo mai scoperti non vengono nemmeno mai processati.

    - Ogni anno circa 65.000 (sessantacinquemila ogni anno ) danno atto a non luogo a procedere per "decorrenza dei termini"

    cioè sessantacinquemila imputati ogni anno grazie all'opera dei loro avvocati ed all' inefficienza della giustizia usufruiscono di una amnistia di fatto.

    - In carcere si trovano soltanto i più sfigati di quel famoso 20%,

    oltre ai colpevoli di crimini gravissimi che non sono rientrati in ogni caso nell'indulto.

    - La nostra costituzione prevede lo scopo "rieducativo" e non quello afflittivo.

    In poche parole la costituzione NON dice che chi delinque contrae un debito con la società che deve in ogni caso pagare;

    Dice che chi delinque deve essere rieducato, anche mediante il carcere.

    - Se lo Stato Italiano mantiene i carcerati in una inumana condizione di sovraffollamento commette l'illegalità di infliggere loro una aggiuntiva pena afflittiva alla quale nessun tribunale li ha mai condannati.

    Ed è proprio questa colpevole illegalità dello Stato che andava eliminata mediante l'indulto.

    In buona sostanza, a prescindere dai risultati pratici, l'indulto andava fatto comunque perchè era lo Stato Italiano che stava commettendo un reato nei confronti dei cittadini detenuti.

  • 1 decennio fa

    a quelli che continuano a dire l'indulto di qua l'indulto di la... è colpa dei comunisti è colpa della sinistra:

    (ASCA) - Roma, 13 set - Silvio Berlusconi rivoterebbe il provvedimento sull'indulto con il quale di fatto si e' apertala legislatura di Romano Prodi. E' lo stesso ex premier a ribadirlo intervenendo ad un incontro con i giovani diAlleanza nazionale. ''Non cambierei quella scelta"

    QUESTI I SENATOR CHE HANNO VOTATO A FAVORE DELL'INDULTO:

    ALLEANZA NAZIONALE

    Buccico Emilio Nicola, Curto Euprepio, De Angelis Marcello, Matteoli Altero, Saporito Learco, Valentino Giuseppe

    AUT

    Bosone Daniele, Molinari Claudio, Montalbano Accursio, Negri Magda, Peterlini Oskar, Pinzger Manfred, Rubinato Simonetta, Thaler Ausserhofer Helga, Tonini Giorgio

    DC-IND-MA

    Antonione Roberto, Cutrufo Mauro, Girfatti Antonio Franco, Manunza Ignazio, Massidda Piergiorgio, Pistorio Giovanni, Rotondi Gianfranco, Santini Giacomo, Saro Giuseppe Ferruccio, Stracquadanio Giorgio Clelio

    FORZA ITALIA

    Alberti Casellati M. E., Amato Pietro Paolo, Asciutti Franco, Azzollini Antonio, Baldini Massimo, Barba Vincenzo, Barelli Paolo, Bettamio Giampaolo, Bianconi Laura, Biondi Alfredo, Bonfrisco Anna Cinzia, Burani Procaccini Maria, Camber Giulio, Cantoni Gianpiero Carlo, Carrara Valerio, Casoli Francesco, Cicolani Angelo Maria, Colli Ombretta, Comincioli Romano, Costa Rosario Giorgio, D'Ali' Antonio, Dell'Utri Marcello, Fazzone Claudio, Ferrara Mario Francesco, Firrarello Giuseppe, Gentile Antonio, Ghedini Niccolo', Ghigo Enzo, Giuliano Pasquale, Grillo Luigi, Iannuzzi Raffaele, Iorio Angelo Michele, Izzo Cosimo, Lorusso Antonio, Lunardi Pietro, Malan Lucio, Malvano Franco, Marini Giulio, Mauro Giovanni, Morra Carmelo, Nessa Pasquale, Novi Emiddio, Palma Nitto Francesco, Pastore Andrea, Pianetta Enrico, Piccioni Lorenzo, Piccone Filippo, Pisanu Beppe, Pittelli Giancarlo, Possa Guido, Quagliariello Gaetano, Rebuzzi Antonella, Sacconi Maurizio, Scarabosio Aldo, Scarpa Bonazza Buora Paolo, Schifani Renato Giuseppe, Scotti Luigi, Stanca Lucio, Sterpa Egidio, Taddei Vincenzo, Tomassini Antonio, Vegas Giuseppe, Ventucci Cosimo, Viceconte G. Walter C., Vizzini Carlo, Zanettin Pierantonio, Ziccone Guido

    IU-VERDI-COMUNISTI ITALIANI

    Bulgarelli Mauro, Cossutta Armando, De Petris Loredana, Pecoraro Scanio Marco, Ripamonti Natale, Silvestri Gianpaolo

    MISTO

    Andreotti Giulio, Colombo Emilio, Cossiga Francesco, Del Pennino Antonio Adolfo Mar

    MISTO-PDM

    Fuda Pietro

    MISTO.POP-UDEUR

    Barbato Tommaso, Cusumano Stefano, Mastella Clemente

    RIFONDAZIONE COMUNISTA-SE

    Albonetti Martino, Alfonzi Daniela, Allocca Salvatore, Boccia Maria Luisa, Bonadonna Salvatore, Brisca Menapace Lidia, Capelli Giovanna, Caprili Milziade, Confalonieri Giovanni, Del Roio Josè Luiz, Di Lello Finuoli Giuseppe, Emprin Gilardini Erminia, Gagliardi Rina, Giannini Fosco, Grassi Claudio, Liotta Santo, Malabarba Luigi, Martone Francesco, Nardini Maria Celeste, Palermo Anna Maria, Russo Spena Giovanni, Sodano Tommaso, Tecce Raffaele, Turigliatto Franco, Valpiana Tiziana, Vano Olimpia, Zuccherini Stefano

    UDC

    Baccini Mario, Buttiglione Rocco, Ciccanti Amedeo, De Poli Antonio, D'Onofrio Francesco, Eufemi Maurizio, Fantola Massimo, Follini Marco, Forte Michele, Libe' Mauro, Maffioli Graziano, Maninetti Luigi, Marconi Luca, Monacelli Sandra, Naro Giuseppe, Pionati Francesco, Poli Nedo Lorenzo, Ruggeri Salvatore, Trematerra Gino, Zanoletti Tomaso

    ULIVO

    Adragna Benedetto, Amati Silvana, Angius Gavino, Baio Dossi Emanuela, Banti Egidio, Barbieri Roberto, Barbolini Giuliano, Bassoli Fiorenza, Battaglia Giovanni, Bellini Giovanni, Benvenuto Giorgio, Bettini Goffredo Maria, Bianco Enzo, Binetti Paola, Bobba Luigi, Boccia Antonio, Bodini Paolo, Bordon Willer, Bruno Franco, Brutti Massimo, Brutti Paolo, Bubbico Filippo, Cabras Antonello, Calvi Guido, Carloni Anna Maria, Casson Felice, D'Amico Natale Maria Alfonso, Danieli Franco, De Simone Andrea Carmine, Di Siena Piero, Enriques Federico, Fazio Bartolo, Ferrante Francesco, Filippi Marco, Finocchiaro Anna, Fontana Carlo Ferruccio Antoni, Franco Vittoria, Galardi Guido, Garraffa Costantino, Gasbarri Mario, Giaretta Paolo, Iovene Antonio, Ladu Salvatore, Latorre Nicola, Legnini Giovanni, Livi Bacci Massimo, Lusi Luigi, Maccanico Antonio, Magistrelli Marina, Magnolfi Beatrice Maria, Manzella Andrea, Manzione Roberto, Marino Ignazio Roberto Maria, Massa Augusto, Mele Giorgio, Mercatali Vidmer, Micheloni Claudio, Mongiello Colomba, Montino Esterino, Morando Antonio Enrico, Morgando Gianfranco, Nieddu Gianni, Palumbo Aniello, Papania Antonino, Pasetto Giorgio, Pegorer Carlo, Piglionica Donato, Pignedoli Leana, Pisa Silvana, Polito Antonio, Pollastri Edoardo, Procacci Giovanni, Randazzo Antonino, Ranieri Andrea, Roilo Giorgio, Ronchi Edo, Rossa Sabina, Rossi Paolo, Salvi Cesare, Scalera Giuseppe, Scarpetti Lido, Serafini Anna Maria, Sinisi Giannicola, Soliani Albertina, Treu Tiziano, Turano Renato Guerino, Turco Livia, Vernetti Gianni, Villecco Calipari Rosa Maria, Vitali Walter, Zanda Luigi, Zavoli Sergio Wolmar

    QUESTI I DEPUTATI ALLA CAMERA:

    Democrazia Socialista

    Barani, Catone, De Luca Francesco, Del Bue, Nardi.

    Forza Italia

    Adornato, Alfano Angelino, Alfano Gioacchino, Aprea, Aracu, Armosino, Azzolini, Baiamonte, Baldelli, Berlusconi, Bernardo, Berruti, Bertolini, Biancofiore, Bocciardo, Bonaiuti, Bondi, Boniver, Boscetto, Brancher, Bruno, Brusco, Caligiuri, Campa, Carfagna, Carlucci, Casero, Ceccacci, Ceroni, Cesaro, Cicchitto, Cicu, Colucci, Conte Gianfranco, Costa, Craxi, Crimi, Dell’elce, Della Vedova, Di Cagno Abbrescia, Di Centa, Di Virgilio, Fabbri, Fallica, Fasolino, Fedele, Ferrigno, Fini Giuseppe, Fitto, Floresta, Fontana Gregorio, Franzoso, Fratta Pasini, Galli, Garagnani, Gardini, Gelmini, Germana’, Giacomoni, Giro, Giudice, Iannarilli, Jannone, La Loggia, Lainati, Laurini, Lazzari, Lenna, Leone, Licastro Scardino, Lupi, Marinello, Marras, Martusciello, Mazzaracchio, Milanato, Minardo, Mistrello Destro, Misuraca, Mondello, Mormino, Moroni, Nan, Napoli Osvaldo, Palmieri, Palumbo, Paoletti Tangheroni, Paroli, Pecorella, Pelino, Pepe Mario, Pescante, Picchi, Pili, Pizzolante, Ponzo, Prestigiacomo, Ravetto, Rivolta, Rossi Luciano, Russo Paolo, Santelli, Sanza, Scajola, Simeoni, Stagno D’alcontres, Stradella, Testoni, Tondo, Tortoli, Ugge’, Valducci, Valentini, Verdini, Verro, Vitali, Vito Alfredo, Vito Elio, Zanetta, Zorzato.

    Italia Dei Valori

    Rossi Gasparrini.

    La Rosa Nel Pugno

    Antinucci, Beltrandi, Bonino, Boselli, Buemi, Buglio, Capezzone, Crema, D’elia, Di Gioia, Mancini, Mellano, Piazza Angelo, Poretti, Schietroma, Turci, Turco, Villetti.

    Misto

    Brugger, Neri, Nucara, Oliva, Rao, Reina, Widmann, Zeller.

    Rifondazione Comunista

    Acerbo, Burgio, Cannavo’, Cardano, Caruso, Cogodi, De Cristofaro, De Simone, Deiana, Dioguardi, Duranti, Falomi, Farina Daniele, Ferrara, Folena, Forgione, Frias, Giordano, Guadagno, Iacomino, Khalil, Locatelli, Lombardi, Mantovani, Mascia, Migliore, Mungo, Olivieri, Pegolo, Perugia, Provera, Ricci Andrea, Ricci Mario, Rocchi, Russo Franco, Siniscalchi, Smeriglio, Sperandio, Zipponi.

    Udc

    Adolfo, Alfano Ciro, Barbieri, Bosi, Capitanio Santolini, Casini, Cesa, Ciocchetti, Compagnon, Conti Riccardo, D’agro’, D’alia, Delfino, Dionisi, Drago, Forlani, Formisano, Galati, Galletti, Giovanardi, Greco, Lucchese, Marcazzan, Martinello, Mazzoni, Mele, Mereu, Peretti, Romano, Ronconi, Ruvolo, Tabacci, Tassone, Tucci, Vietti, Volonte’, Zinzi.

    Udeur

    Adenti, Affronti, Capotosti, Cioffi, D’elpidio, Fabris, Giuditta, Li Causi, Morrone, Picano, Pisacane, Satta.

    Ulivo

    Albonetti, Allam, Amato, Amendola, Amici, Attili, Aurisicchio, Bandoli, Baratella, Barbi, Bellanova, Benvenuto, Benzoni, Bersani, Betta, Bianchi, Bianco, Bimbi, Bindi, Bocci, Boffa, Bordo, Brandolini, Bressa, Bucchino, Buffo, Burchiellaro, Burtone, Caldarola, Calgaro, Capodicasa, Carbonella, Cardinale, Carta, Castagnetti, Ceccuzzi, Cesario, Chianale, Chiaromonte, Chicchi, Chiti, Cialente, Codurelli, Colasio, Cordoni, Cosentino Lionello, Crisafulli, Crisci, Cuperlo, D’alema, D’antona, D’antoni, Damiano, Dato, De Biasi, De Brasi, De Castro, De Piccoli, Delbono, Di Girolamo, Di Salvo, Duilio, Fadda, Farina Gianni, Farinone, Fasciani, Fassino, Fedi, Ferrari, Fiano, Filippeschi, Fincato, Fiorio, Fioroni, Fistarol, Fluvi, Fogliardi, Fontana Cinzia, Franceschini, Franci, Froner, Fumagalli, Galeazzi, Gambescia, Garofani, Gentili, Gentiloni, Ghizzoni, Giachetti, Giacomelli, Giovanelli, Giulietti, Gozi, Grassi, Grillini, Iannuzzi, Incostante, Intrieri, Lanzillotta, Laratta, Leddi Maiola, Lenzi, Leoni, Letta, Levi, Lomaglio, Longhi, Lovelli, Luca’, Lulli, Luongo, Lusetti, Maderloni, Mantini, Maran, Marantelli, Marcenaro, Marchi, Mariani, Marino, Marone, Martella, Mattarella, Melandri, Merlo Giorgio, Merloni, Meta, Migliavacca, Miglioli, Milana, Minniti, Misiani, Monaco, Morri, Mosella, Motta, Musi, Mussi, Naccarato, Nannicini, Narducci, Nicchi, Oliverio, Orlando Andrea, Ottone, Papini, Parisi, Pedulli, Pertoldi, Pettinari, Pinotti, Piro, Piscitello, Pollastrini, Prodi, Quartiani, Ranieri, Realacci, Rigoni, Rossi Nicola, Rotondo, Ruggeri, Rugghia, Rusconi, Ruta, Rutelli, Samperi, Sanga, Sanna, Santagata, Sasso, Schirru, Scotto, Sereni, Servodio, Sircana, Soro, Spini, Sposetti, Squeglia, Stramaccioni, Strizzolo, Suppa, Tanoni, Tenaglia, Testa, Tolotti, Tomaselli, Trupia, Vannucci, Velo, Ventura, Verini, Vichi, Vico, Villari, Viola, Violante, Visco, Volpini, Zaccaria, Zanotti, Zucchi, Zunino.

    Verdi

    Balducci, Boato, Boco, Bonelli, Cassola, Cento, De Zulueta, Francescato, Fundaro’, Lion, Pecoraro Scanio, Pellegrino, Piazza Camillo, Poletti, Trepiccione, Zanella.

    Fonte/i: è evidente che l'indulto è stato ed è il volere di tutti i parlamentari... quindi che si finisca di dire che è colpa della sinistra... L'indulto, checcè se ne dica era qualcosa di necessario o si sarebbe andati incontro al crollo del sistema carcerario italiano... poi, se vogliamo discutere sui criteri secondo il quale uno ne ha potuto beneficiare siamo tutti d'accordo... è assurdo per chiunquen che un assassino od un mafioso possano beneficiarne, questo è indubbio... ma da qui a dire che non andava fatto c'è un oceano di mezzo... come in ogni cosa ci vuole coscienza sociale/politica... ma molto spesso chi attacca lo fa per partito preso e questo, se veramente si vuole costruire qualcosa è il modo peggiore di comportarsi... @Marte: ehm... mi dispiace contraddirti ma quella del papa nei confronti della mafia non era assolutamente un ingerenza... visto che mafia, chiesa e pedofilia sono parte della Trinità del Vaticano
  • Ramiel
    Lv 4
    1 decennio fa

    Ma questa non è l'unica ipocrisia del rapporto tra politici italiani e il Papa. Per esempio quando il Papa parla di difesa della famiglia come valore fondante della civiltà cristiana, vedi tutti che gli corrono dietro. Quando invece dichiara che commettere azioni nocive all'ambiente è un peccato grave, oppure quando condanna la guerra in ogni sua forma ed espressione, allora fanno finta di non sentirlo...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    hai proprio ragione sai

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Tralasciando il fatto che l'indulto sia stato chiesto anche dalla chiesa cattolica su cui concordo pienamente, vorrei ricordare che l'indulto NON fu fatto per svuotare le carceri. Altrimenti non si spiegherebbe il perchè furono inclusi una marea di crimini finanziari ed amministrativi vari per cui NESSUNO o pochissimi erano in carcere in quel momento.

    Fu fatto per salvare le chiappe ad un bel po' di politici vari che rischiavan la galera. Tanto che fu votato da praticamente tutti con l'esclusione di qualche partito di sinistra radicale ed AN (caso vuole... gli unici partiti che non hanno delinquenti tra le fila...)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    I cosiddetti "cattolici" in realtà rispecchiano quella parte della chiesa, ovvero della curia romana che predica bene e razzola male. Vogliono dare lezioni di moralità e di pietà cristiana ma questo facendolo dietro le loro ville blindate.

    Premesso che io sono contrario a ogni forma di riduzione della pena. Non ha per me nessun senso condannare una persona a tanti anni di galera per poi rilasciarlo dopo poco tempo. Semmai penso bisogna verificare il senso di certe pene e di certi reati. L' indulto serviva soltanto agli amici di noi sappiamo chi; ma per i reati commessi da uno perché dobbiamo subirne le conseguenza tutti?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io non sono cattolica e i detenuti dovevano rimanere a scontare la loro pena senza premi che me frega di come la pensava il Papa lui faceva il suo mestiere e chiedeva il perdono io invece sono per la certezza della pena

  • 1 decennio fa

    a differenza di cristina penso che la parola ingerenza sia + che adatta al contesto. credo che l'indulto sia una porcata, ma alla fine lo sai perchè lo fanno??? non per pia carità... semplicemente per evitare il sovraffollamento delle carceri... mi dispiace sfatare il mio dell'umana carità, ma in realtà vince sempre la praticità.... e poi saranno felici i compagni che molti dei loro terroristi possono andare a spasso tranquilli!

    oltre allo svuotamento ovviamente è servito a porre fine a procedimenti penali dispendiosi e chiaramente è stato anche di aiuto a dx e sx...

  • marte
    Lv 6
    1 decennio fa

    Quoto Cristina B.

    Aggiungo soltanto che il Papa ha chiesto clemenza nel suo pieno diritto, dato che il suo era un appello alla coscienza individuale, non all'Istituzione e lo sapevano anche coloro che l'hanno ascoltato.

    Il Papa ha detto anche ai mafiosi di pentirsi, e quella non era forse ingerenza negli affari di un altro stato visto che la Mafia pare essere uno stato nello Stato?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    l'indulto caro mio è la vergogna di questo governo,molta gente pensa che sia una barzelletta ed invece siamo nella realtà questa è la cosa più preoccupante.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.