Sto leggendo "La pratica della saggezza" del Dalai Lama e mi sono sorti diversi dubbi: sapreste aiutarmi?

Il Dalai Lama afferma che la realtà non ha un'esistenza intrinseca e che la sua essenza profonda è la vacuità (in pratica assenza del sè). In questo modo ogni cosa che percepiamo viene ridotta ad un fenomeno mentale: la realtà che conosciamo altro non è che la nostra percezione di entità che, peraltro, non hanno una realtà intrinseca.

Ebbene: come si concilia questa visione, ad esempio, con il Buddhismo Zen, che predica la vita nella realtà come "rifugio" dalla distorta visione della mente? Se la realtà che percepiamo è essa stessa un prodotto mentale, che senso ha?

4 risposte

Classificazione
  • soham
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    In realtà le contraddizioni sono solo apparenti: lo Zen invita all'oblio di se stessi per mettersi in armonia con l' energia e la coscienza del cosmo e alla disponibilità ad aiutare tutti gli esseri viventi dell'universo.L' insegnamento dello Zen, che "arriva alla radice senza preoccuparsi dei rami" si fonda soprattutto sulla meditazione, chiamata "zazen" che rappresenta la sperimentazione diretta della realtà ultima. Secondo i buddisti, il vuoto, non è l' espressione del nulla ma designa l' esistenza senza concettualizzarla, elimina la dualità tra me e la realtà come la vedo per farmi diventare un tutt'uno con essa, senza i distinguo o le separazioni che la mente fa nascere in noi.

  • 1 decennio fa

    mimanca da leggere questo libro,ora lo compro,speriamo che mi chiarisce le idee.......namaste

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi sembra una discussione piuttosto complessa ma ti faccio un esempio banale.

    Quando sei felice (per qualsiasi ragione), tutto ciò che ti circonda è meraviglioso e non ti rendi conto che la realtà è sempre quella con stermini, malattie, guerre, ecc., quindi ciò che provi ti fa alterare il senso reale delle cose che accadono.

  • 1 decennio fa

    Bhe credo che il dalai lama voglia dire che la nostra mente prima di poter trovare l'illuminazione debba affrontare delle sfide, e quelle sfide sono il nostro mondo (la nostra dimensione)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.