Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 1 decennio fa

Avete consigli da darmi sui gatti?

Prenderò un gatto cucciolo a breve e vorrei dei consigli utili e pratici su come prendermene cura, quali cose evitare, come insegnargli determanate cose e così via

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    1° vai dal veterinario per assicurarti che il gatto non abbia i funghi o le pulci e le zecche, e comunque compra il medicinale.

    2° vai in un negozio di animali e compra: lettiera (io ti consiglio quella chiusa, con la porticina basculante: la puoi tenere in casa evitando balconi aperti proprio adesso che inizia il fresco autunnale), paletta e ciottolino per lettiera (ti consiglio quella bianca che non fa la palla della catsan: versa mezza busta nella lettiera chiusa - meno nella lettiera aperta - e puliscila solo dei residui solidi. va cambiata dopo 2 settimane circa, quando si colora di giallino per via della pipì. va anche bene la lettiera di argilla, ma è molto più antipatica da tenere pulita, perchè ad ogni pipì fa la pallina, e conviene che la togli presto, altrimenti le zampette si sporcano e la pulizia della casa ne risente); ciotole (3: acqua, cibo umido, croccantini); tutto quello che reputi indispensabile (lo spray profumato e la schiuma per il lavaggio a secco credo siano necessari)

    3° al supermercato compra del cibo nella scatoletta (prendi il patè di vitello: è perfetto per un gattino così piccolo); croccantini junor al pollo (cercali proprio per cuccioli, altrimenti non vanno bene!)

    4° per il mangiare regolati così: i cuccioli sono indipendenti. i croccantini vanno dati a volontà, l'acqua deve essere sempre fresca, il cibo umido in piccole porzioni (se non mangia i croccantini, la bustina da 100 gr dovrebbe finirla in un giorno, divisa in tre pasti; nb: una volta aperta va conservata in frigo; prima di dargli l'altra porzione riscalda il cibo o x qualche secondo nel microonde o aggiungendo 2 cucchiaini di acqua calda: il cibo non deve essere bollente, ma solo tiepido). se il veterinario è d'accordo per il latte, compra SOLO quello x gatti, mai dargli quello di mucca. ok invece per formaggi di vario genere: stracchino, formaggino, provola, sottilette. bene anche yogurt e gelato.

    5° addestralo: non farlo andare mai sul tavolo della cucina, o sui divani del salotto, a meno che tu non gradisca questo genere di cose. per vietargli un comportamento, devi coglierlo nel fatto e dargli una leggera sculacciata, oppure spruzzarlo con dell'acqua, e gridare forte "NO": deve associare le due cose.

    6° tanta pazienza per le prime pipì fuori lettiera (la mia l'ha fatto solo la prima sera, e solo x una volta!). consiglio: il primo giorno mettilo costantemente nella lettiera... anche ogni 20 minuti e specie appena terminato di mangiare. se dovesse farla fuori: strofinagli il musetto sulla pipì e mettilo nella lettiera. non pulire con la candeggina, altrimenti svieni dalla puzza.

    sperando sia d'indole buona come la mia Margot.

    a presto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • micia
    Lv 4
    1 decennio fa

    entra in questo forum per gattofili

    www.micimiao.it

    scoprirai tutto sul meraviglioso mondo dei gatti

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    inizia con abituarlo a fare i bisogni nella cassettina dagli da mangiare di tutto ma non tanto e se inizai a fare danni sgridalo e sculaccialo ma senza fargli del male nelle parti del suo corpo con le quali fa i danni dopo un paio di volte associa il risultato delle sculacciate con i danni che fa e la smette provato con i miei gatti e serve sempre

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Aggiungo a quanto detto: per i primi tempi, metti in salvo tutti gli oggetti cui tieni molto e che potrebbero restare vittime dell'esuberanza del micio. Metti via le tende buone, i ninnoli di ceramica e di vetro, quel vaso di cristallo che ti piace tanto e quel cuscino che ti è stato regalato da una persona cara e qualunque cosa possa cadere a terra e rompersi se urtata o rovinarsi se usata per arrmapicarsi o farsi le unghie. Potrai ritirare fuori questi oggetti tra 2-3 anni, quando tu e il tuo caro gatto vi sarete capiti e avrete un modus vivendi consolidato.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Ai consigli pratici che hai già avuto aggiungo: rispettalo, non trattarlo come se fosse un peluche.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    avrai senz'altro una grande soddisfazione dal tuo cucciolo: i gatti sono fantastici, sono più indipendenti e richiedono meno attenzioni dei cani, ma sanno dimostrarti altrettanto affetto. Mostragli da subito la sua cassettina ed il luogo della pappa, vedrai che capirà immediatamente, a sporcare nella cassettina dovrebbe averglielo già insegnato la madre. per il resto, lascialo libero di conoscere la sua nuova casa e padrona. Approfitta del momento del pasto per stabilire un legame speciale tra di voi, carezzalo e parlagli dolcemente. Se fa qualcosa di sbagliato non urlare ma, per esempio se sale sul tavolo o sul letto, fai un rumore secco, come per esempio una manata sul tavolo. Se lo ripete, rifallo. Vedrai, sono bestie intelligenti, imparerà subito. auguri alla nuova....mammina. Ciao,

    Sofronilla

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    i gatti sono molto indipendenti per natura lascia la libera di capire

    la sua nuova casa, poi da piccola devi abituarla a certe regole da subito

    come la cassetta (di solito imparano subito) dove deve farsi le unghie

    per non rovinare i tuoi mobili..poi vivendo cominciate a conoscervi e

    a stabilire un legame tutta vostra e sono sicura sarà speciale

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    innanzitutto per la prima settimana ti consiglio di stare sempre con lui, in modo da abituarlo alla nuova casa e insegnarli le cose principali, tipo dove sarà la sua cuccetta, il suo bagno, le ciotole del cibo e le cose da non fare;

    cose da evitare naturalmente è pensare che sappia già tutto, considera che è come un bambino a cui devi insegnare tutto

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.