alberto ha chiesto in Notizie ed eventiAttualità · 1 decennio fa

vogliono levare la libertà di parola e stampa in internet???

leggete qui

Ricardo Franco Levi, braccio destro di Prodi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha scritto un testo per tappare la bocca a Internet. Il disegno di legge è stato approvato in Consiglio dei ministri il 12 ottobre. Nessun ministro si è dissociato. Sul bavaglio all’informazione sotto sotto questi sono tutti d’accordo.

La legge Levi-Prodi prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro.

I blog nascono ogni secondo, chiunque può aprirne uno senza problemi e scrivere i suoi pensieri, pubblicare foto e video.

L’iter proposto da Levi limita, di fatto, l’accesso alla Rete.

Quale ragazzo si sottoporrebbe a questo iter per creare un blog?

La legge Levi-Prodi obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile.

Aggiornamento:

Il 99% chiuderebbe.

Il fortunato 1% della Rete rimasto in vita, per la legge Levi-Prodi, risponderebbe in caso di reato di omesso controllo su contenuti diffamatori ai sensi degli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica galera quasi sicura.

Il disegno di legge Levi-Prodi deve essere approvato dal Parlamento. Levi interrogato su che fine farà il blog di Beppe Grillo risponde da perfetto paraculo prodiano: “Non spetta al governo stabilirlo. Sarà l’Autorità per le Comunicazioni a indicare, con un suo regolamento, quali soggetti e quali imprese siano tenute alla registrazione. E il regolamento arriverà solo dopo che la legge sarà discussa e approvata dalle Camere”.

Prodi e Levi si riparano dietro a Parlamento e Autorità per le Comunicazioni, ma sono loro, e i ministri presenti al Consiglio dei ministri, i responsabili.

Se passa la legge sarà la fine della Rete in Italia.

Il mio blog non chiuderà, se sarò costretto mi trasferirò armi, bagagli e server in uno Stato democratico.

Aggiornamento 2:

Ps: Chi volesse esprimere la sua opinione a Ricardo Franco Levi può inviargli una mail a : levi_r@camera.it

tratto dal blog di Beppe Grillo

mi raccomando ragazzi facciamo qualche cosa.

altrimenti si rischia di non poter più scrivere neanche su answers o nei gruppi di discussione.

aggiungete una stellina e fate circolare queste notizie in ogni modo

e ditemi anche cosa ne pensate

ciao ciao

Aggiornamento 3:

fammi capire...

se io voglio parlare di un blog di informazione o di attualità non lo posso fare??

in tal caso non potrei parlare di storia, geografia, archeologia, meteorologia, non potrei parlare della mia città, di fotografia...praticamente posso solo parlare di me stesso!!

la libertà di parola e di opinione praticamente finisce.

secondo me è una cosa gravissima.

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Non è proprio così come è scritto sul sito di beppe grillo, nel senso ke i blog o siti presenti in internet ke facciano pubblicità letteraria (vedi dagospia o proprio il blog di grillo) fanno informazione e quindi devono essere iscritti al ROC

    i blog sono diari se tu scrivi su di esso ma non parli di politica o informazione in generale e parli di te delle cose ke fai o pensi non vieni toccato da questa legge

    Loro non hanno il potere di chiudere Internet xrò se leggi bene e non solo sul blog di grillo lo hanno fatto xchè con V-day si è scatenata in rete e non solo, una guerra e quindi molti politici sono stati diffamati a ragione o torto, non so

    insomma solo alcuni blog o siti verranno come si dice multati a pagare la pubblicità sul loro sito o blog

    Ora non ti sarò + simpatico, comunque detto fra noi spero ke non passi questa cosa xchè altrimenti il governo si inimicherà tutto il popolo della rete..ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sarebbe meglio per voi, così almeno la pianto di scrivere cavolate

  • 1 decennio fa

    Se questo che dici è vero,è proprio una gran ca**ata! In questo paese invece di progredire stiamo andando sempre più indietro...altri 2 anni e ritorneremo ai roghi nelle piazze!

    Ma dai...ti pare che uno per avere uno stupido blog si mette a pagare bolli?

  • già visto già fatto ci sono forme di controllo più subdole già in atto... questo è troppo palese per passare...tranquillizzati continua a spargere il verbo e a dire la tua

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    In poche parole questa si chiama dittatura,è bene che il professore dei miei stivali lo mandino a casa sennò sarà sempre peggio,non parlo solo per internet,ma anche per le questioni del paese (Come dice sempre lui).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.