Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Moon's Scythe ha chiesto in SaluteSalute mentale · 1 decennio fa

Crisi di nervi, discorsi/monologhi coerenti solo secondo chi li produce e allucinazioni auditive... [continua]

Crisi di nervi, discorsi/monologhi coerenti solo secondo chi li produce e allucinazioni auditive possono essere sintomo di squilibri mentali?

Mi spiego meglio: da qualche giorno il forte stress accumulato negli ultimi tempi sembra sfogarsi in modi alquanto bislacchi.

Negli ultimi tre-quattro giorni mi sono sentita dire spesso che i miei discorsi non hanno senso logico, quando per me ce l'avevano eccome, mentre li pronunciavo, oppure ho visto persone che sanno com'è il mio carattere spaventarsi per mie improvvise dimostrazioni di esaltazione.

Ieri mattina, inoltre, mentre stavo sentendo [NON ascoltando] una mia compagna di classe, ho sentito improvvisamente un cambio del suono della sua voce, come se mi stesse provenendo solo nell'orecchio sinistro [che era quello più vicino a lei] la sua voce dapprima "filtrata" attraverso un altoparlante e poi tramite un auricolare molto gracchiante; appena mi sono accorta di questa anomalia [mi ci sono voluti uno o due secondi], ho alzato la...

Aggiornamento:

mano aperta nella sua direzione e le ho chiesto/imposto di tacere un attimo, per capire cosa stesse succedendo, e così è stato come se il suono, che prima sembrava aver stazionato solo nell'area del timpano sinistro e aver formato quidi una "pozza", si fosse incanalato in un imbuto nell'emisfero sinistro del mio cervello, e poi fosse passato in quello destro e uscito dall'orecchio destro come lungo fischio filiforme.

E ancora, tutto ieri ho avuto reazioni improvvise e opposte rispetto a quelle che ci si sarebbe potuto aspettare [più precisamente, ad esempio, sono scoppiata in un pianto disperato ed inconsuetamente lungo dopo aver fatto l'amore col mio ragazzo], arrivando quindi a crisi di panico e, più genericamente, a quelle che il mio ragazzo ha definito essere crisi di nervi [e se non ne capisce lui, che vive in una comunità psicoterapeutica...].

Infine, il mal di testa non mi da pace, e spesso mi ripiego su me stessa e inizio a strofinare tempie e fronte...

Voi come la...

Aggiornamento 2:

pensate? Niente risposte maleducate e piene di pregiudizi, prego: ho bisogno di un aiuto, non di qualcuno che mi giudichi.

Aggiornamento 3:

Buongiorno Butterfly. Grazie per la risposta molto gentile e garbata, ce ne fossero di più, di persone che rispondono come te...

So che la mia è una situazione risolvibile, ma ho fatto questa domanda per capire se ciò è possibile SOLO con l'aiuto di uno psichiatra [che so bene non essere il medico dei matti ^__^ ], o se basta smorzare le cause di stress [non a caso, oggi mi sono assentata da scuola]. Di tisane ne consumo molte, quindi non sarà un problema cercare quelle da te consigliate. A proposito di predisposizione ereditaria: molti dei sintomi da me citati sono ciò che caratterizzano la malattia della mia nonna materna, che però non l'ha mai accettata come tale e quindi non ha mai voluto farsi curare [anzi, ripete frequentemente "io non sono pazza"...].

Grazie mille per i consigli e la comprensione.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Buongiorno Moon, molte delle reazioni da te descritte sono capitate anche a me in passato. In particolare, il veloce passaggio dall'euforia allo sconforto totale, il pianto prolungato ed immotivato dopo l'orgasmo, le "allucinazioni auditive", come tu stessa le definisci, sono abitualmente sintomi di depressione o cmq di disagio psicologico.

    Non spaventarti, sono situazioni passeggere e risolvibili, l'importante è prendere coscienza della propria situazione e rivolgersi a chi di competenza.

    Ti suggerisco di prenderti qualche giorno di riposo per cominciare. Ad esempio potresti assentarti qualche giorno da scuola (allungando il week-end), per dormire di più e prendersela con calma. Acquista qualche tisana o compressa omeopatica a base di valeriana, biancospino ed altre erbe rilassanti, spesso l'ANSIA è responsabile di molte reazioni "inconsuete" del sistema nervoso. Cerca di fare cose che ti piacciono e ti rilassano e soprattutto non ingrandire a dismisura il problema parlandone a destra e a manca con chiunque, poichè c'è molta ignoranza ed incompetenza su questi argomenti.

    Se vedi che dopo questa pausa le cose non accennano a migliorare, allora ti suggerisco di fare una visita psichiatrica.

    CI TENGO A DIRE CHE LO PSICHIATRA NON E' IL MEDICO DEI MATTI, COME CON CONVIZIONI DA ALTO MEDIOEVO, SPESSO HO LETTO QUI SU ANSWERS!

    Il sistema nervoso di un individuo, così come quello cardiocircolatorio, quello gastrico, ecc, può avere dei problemi (specie se si è predisposti ereditariamente) a livello di neurotrasmettitori (serotonina, adrenalina, ossitocina, ecc.) lo psichiatra è specialista in questi complicati equilibri ed è l'unico in grado di dirti se CHIMICAMENTE qualcosa nel tuo sistema nervoso si è, per così dire, inceppato!

    Quindi, non farti nessun problema a rivolgerti a lui (non c'è bisogno di andare privatamente, puoi prendere appuntamento in ospedale con l'impegnativa) e chiedergli consiglio.

    Stai tranquilla che tutto si risolverà per il meglio. Riduci gli impegni e lo stress e non pensare troppo alle tue "reazioni bislacche". Un bacio.

  • 1 decennio fa

    prova a farti fare dei test da un neuro psichiatra o da uno psicoterapeuta ... chiedi a lui consiglio se quello che senti è normale oppure no..... questo è l'unico consiglio che posso darti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.