Anonimo
Anonimo ha chiesto in Bellezza e stileModa e accessori · 1 decennio fa

stecche di balena?

tutte le ifo possibili sulle stecche di balena...quelle usate nell'abbigliamento...materiale...tutto grazie ........10punti al migliore

Aggiornamento:

sisi sono quelle che si usano per rinforzare i bustini

Aggiornamento 2:

niki : le stecche di balena sono in plastica solo che nn so qual'è ...nn sono derivate da parti animali tranquilla solo il nome deriva da un'animale ..sono chiamate così perchè sono simili alla stecche presenti nella bocca della balena...

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le stecche di balena sono stecche sottili ricavate dai fanoni presenti nella bocca di alcuni tipi di balena e usate per irrigidire alcune parti dell'abbigliamento femminile fino all'Ottocento. L'uso piu' comune era per irrigidire i busti.

    Questo materiale era usato in quanto rigido ma flessibile e quindi in grado di garantire sostegno senza correre il rischio di spezzarsi.

    Gia' alla fine dell'Ottocento, pero', era spesso sostituito, nei modelli di busto meno costosi, da molle piatte di metallo, che avevano pero' il difetto di arrugginire se messe a contatto con l'acqua.

    Oggigiorno il nome "stecche di balena" è rimasto ad indicare le stecche usate nell'abbigliamento, ma il materiale usato per realizzarle non ha piu' nulla a che fare con i cetacei.

    A secondo del tipo di sostegno desiderato, oggi le stecche possono essere in acciaio, in molla di acciaio, o in materiale plastico. Le prime sono le piu' rigide, le ultime le piu' morbide.

  • 1 decennio fa

    Ma sono quelle che si usano per i bustini?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    che io sappia

    1: sono fuori legge dalle moratorie internazionali (come tutti i prodotti derivati dalle balene)

    2: le usava la mia trisavola nel 1800 e dal momento che stringevano troppo e a volte si conficcavano nella carne sveniva ogni 2 per 3 perché i polmoni non riuscivano ad espandersi

    3: hanno un colore biancastro giallognolo e una durezza simile al legno

    4: venivano ricavate dai fanoni

  • 1 decennio fa

    Sono fuori legge, e cmq ammazzare una balena per strizzare la ciccia di un' altra balena per farla sembrare un' acciuga è assurdo.

    In pratica erano (anzi sono perchè purtroppo c' è chi le usa ancora) bacchette ricavate dai fanoni delle balene.

    All' inizio si usavano i fanoni della balena franca e della balena di Groenlandia che possono raggiunfere i 3 m di altezza, poi il progressivo estinguersi di queste specie la caccia si è rivolta alle balenottere, dai fanoni molto più corti e meno pregiati. I fanoni sono qualcosa di vagamente simile ai denti presente sulla mascella superiore dei misticeti (cetacei privi di denti). Sono in materiale corneo flessibile e terminano in filamenti che consentono il filtraggio dell' acqua per trattenere plancton krill e altri piccoli organismi che costituiscono il nutrimento di balene e balenottere.

    Le stecche venivano usate nei corsetti stringivita. Una valida e sensata alternativa sono le molle piatte, le stesse impiegate per dare elasticità alle selle di motorini e Vespe quando non si usavano imbottiture in espanso su guscio in plastica.

    nb: sono fuorilegge in Italia e in quasi tutto il mondo. Il commercio e il possesso di oggetti in materiale derivante dalle balene (tutte, misticeti e odontoceti) è perseguibile, come per l' avorio o il corno di rinoceronte.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.