letizia ha chiesto in Scienze socialiScienze sociali - Altro · 1 decennio fa

ma cosa sta succedendo ai nostri ragazzi?

dichiaron in falso su un abuso sessuale,si alcoolizzano a 11 anni,si drogano a 12 ,formano bande per rubare o picchiare,ammazzano i genitori o gli amici ,mentono in continuazione....ma noi genitori dove siamo?

Aggiornamento:

cara sophie devo generalizzare i casi sono tanti!!! ciao grazie

9 risposte

Classificazione
  • Ghella
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    I genitori non sanno più educare i figli e quel che è peggio è che si vantano di ciò che combinano.

    Sono insegnante e molte volte mi sono sentita dire: "Certo che mio figlio ha mandato aff***ulo quell'insegnante! Mio figlio non si fa mettere i piedi in testa da nessuno! E' un grande".

    Fortunatamente rimangono ancora genitori come te che si fanno domande e si indignano davanti a certi comportamenti.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io credo che fare i genitori sia il lavoro più difficile del mondo...ma credo che la mia generazione sia sballata perchè soprattutto gli anni sono diversi...i modelli da seguire sono diversi...e i principi, i buoni principi, nn credo ci siano più...i genitori...Boh forse la maggior parte saranno stati troppo occupati sul lavoro, per cercare di mandare avanti economicamente la propria famiglia..con quello che costa la vita adesso...anzichè pensare ad educare sin da piccoli i figli..

  • 1 decennio fa

    io ho 15 anni e sono della generazione che hai descritto.. ma non seguo quel filone!!! personalmente penso che dipenda tutto dai genitori... se un genitore sa stabilire un buon rapporto con il figlio, rispetto e sincerità non credo che succedano queste cose... e poi dipende molto dalle amicizie che si frequentano... i miei genitori sono sempre all erta e mi allontanano dalle cattive amicizie... da un lato vorrei più libertà e vorrei che mi lasciassero fare le mie scelte... ma dall altro gli sono riconoscente perchè so che lo fanno per il mio bene... =)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    A scuola non fanno altro che riempirti la testa di stronzate e censurare ogni forma di pensiero individuale e creativo... gli stessi professori dimostrano molto spesso un comportamento autoritario e incomprensivo nei confornti dei giovani... per le strade trovi più polizia che passanti... puoi essere arrestato perchè ti beccano mentre ti fumi una canna o ti bevi una birra dopo le dieci di sera o fai una scritta sui muri, mentre i peggiori criminali occupano i posti di potere nella nostra società... i centri sociali sono sgombrati dal primo all'ultimo e per passarti un sabato sera in discoteca devi spendere mezzo stipendio... è normale che una situazione così paradossale e piena di contraddizioni degeneri e precipiti sempre più verso il fondo... scusatte per questa analisi superficiale e forse un po' sconnessa ma non mi smebra il caso di cimentarmi in un monologo argomentativo... prendete spunto dalle mie parole per riflettere un po' e guardare le cose da un altro punto di vista

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    GUARDA I GENITORI POSSONO ESSERE PRESENTI FINO A UN CERTO PUNTO, SONO I RAGAZZI CHE DEVONO CAPIRE IL LIMITE DELLA VITA DOVE ARRIVA... IO PARLO DI ME, MI HANNO EDUCATO, MI LASCIANO LIBERTA FINO A UN CERTO PUNTO, NON O DIVIETI, MA NON BEVO, FUMO SOLO SIGARETTE, E ODIO CHI LO FA

  • 1 decennio fa

    impegnati con i propri problemi o a far soldi, in una maniera o nell'altra, probabilmente assenti, certamente ignari

    (chissà quando sarò io genitore!...)

  • Sophie
    Lv 4
    1 decennio fa

    però nemmeno bisogna generalizzare...

    non è che i ragazzi sono diventati così dal nulla, poi... secondo me, anche se meno, accadeva anche prima....

  • 1 decennio fa

    io ho 15 anni faccio parte d qst generazione sballata ma mi dissociooooooooooooo assolutamente

  • 1 decennio fa

    La domanda giusta non è dove siamo, ma dove eravamo....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.