Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 1 decennio fa

Cagnolina dispettosa?

La mia cucciola di 4 mesi (un Bichon frisè) è molto indisciplinata e non so come comportarmi con lei, anche perchè con me passa poco tempo, mentre con i miei genitori molto di più, mio padre la vizia molto, ovvero ogni cosa che trova in giro gliela dà per giocare , e quando ci mettiamo a pranzare appena lei mugugna le dà del cibo.Ma la cosa più fastidiosa è che Anais fa sempre i suoi bisogni in alcune zone della casa al posto di farli in giardino, e quando la porto al giunzaglio non ha un bel portamento perchè si ferma di continuo ad annusare in giro... come mi comporto per insegnarle a fare i bisognini fuori e a camminare correttamente con guinzaglio? non è che sta sempre chiusa in casa, anzi più di mezza giornata la passa in giardino, e la portiamo pure a passeggio!

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Uno dei primi problemi che si presentano con l'arrivo del nostro amico a casa nostra è quello di fargli capire che certe funzioni vanno svolte fuori casa. Fargli capire cioè che noi non gradiamo la presenza dei suoi escrementi (liquidi o solidi che essi siano) sui pavimenti del nostro appartamento. Ovvio che lui non abbia la pallida idea che una funzione così naturale ci possa seriamente infastidire.

    Dobbiamo quindi essere noi a spiegarglielo e ad abituarlo a comportarsi da cane (secondo il nostro concetto!) pulito ed educato.

    E qui è necessaria una premessa:

    Dolcezza,pazienza e costanza, devono essere le linee guida del nostro comportamento!

    Strepiti, percosse, comportamenti isterici da parte nostra rimarranno negativamente impressi nella mente del nosto cucciolo minando così il rapporto tra noi e lui: quindi :calma!

    Prima cosa da fare è tenere d'occhio il nostro amico al momento del suo risveglio e immediatamente dopo i suoi pasti, è in queste occasioni infatti che il cucciolo sente il bisogno di "liberarsi".

    In linea di massima prima di "accucciarsi" qualsiasi cane cerca un posto dove farlo relativamente distante dal luogo ove riposa. Seguono una esplorazione olfattiva e uno o più cerchi concentrici aventi come perno il naso a terra e il treno posteriore che ruota intorno a tale centro. Finalmente il cucciolo si accuccia e "depone".

    Dobbiamo intervenire prima della "nefandezza" :-)

    L'operazione da compiere è pronunciare "fido, no!" sollevare il cane da terra, uscire di casa, portarlo in un posto che noi riteniamo atto allo scopo, metterlo a terra e aspettare che si liberi. Immediatamente dopo "il fatto" dovremo lodarlo, sia con la voce che con carezze o bocconcini.

    Dopo un serie di tali operazioni (il cui numero varia da cane a cane) il nostro amico imparerà a "fare fuori i suoi bisogni".

    Come sempre le cose sembrano più facili a dirsi che a farsi.

    E' ovvio che ci succederà di trovare in casa dei "regalini" deposti dal nostro amico durante nostri momenti di assenza o distrazione.

    Qui dobbiamo saperci comportare: sgridare il cane o addirittura percuoterlo può servire a far sbollire la nostra collera ma non solo non serve ad educarlo ma è addirittura controproducente! In questo caso armiamoci di santa pazienza e puliamo a terra senza usare candeggina o prodotti a base di ammoniaca (una miscela di acqua e alcool o altro disinfettante sarà la soluzione migliore).

    Diverso sarà invece il caso qualora noi lo si sorprenda mentre "la sta facendo". Qui un bel "no" secco seguito magari dalla parola "brutto!" può servire molto allo scopo, specialmente se si riesce a far interrompere "l'operazione". In questo cane si prende il cane in braccio, lo si porta fuori e ci si comporta come già visto aumentando le lodi.

    Agendo in tal guisa riuscire in breve a raggiungere il nostro scopo.

    Una annotazione: comportamenti quali sfregare il muso del cane sulle feci, colpire il cane con giornali arrotolati e via dicendo sono completamente inutili e stupidamente crudeli.Ricordate che in questi casi la costanza premia sempre e se si adotteranno sistemi diversi ogni volta che il piccolo non fa ciò che deve nel modo giusto, sarà difficile per lui “codificare” il vostro linguaggio… Tutto senza dimenticare che un cucciolo rimane pur sempre un cucciolo e perché il problema dei bisognini si risolva del tutto, proprio come per i bambini… dovrete avere un po’ di pazienza…Un cucciolo, si sa... gioca con tutto! In fondo fa il suo "mestiere di cucciolo"... quello che ci diverte così tanto rimanere ad osservare... Allo scopo però di non dover continuamente cambiare guardaroba di scarpe e suppellettili varie... sarà meglio fornire al piccolo "teppista" (amo i piccoli teppisti) qualche oggettino non pericoloso, da poter mordicchiare e strapazzare per bene...

    Oltre ai fantastici giochi in commercio che davvero lasciano ampio spazio alla fantasia... ed i famosi ossetti di nervo da rosicchiare, io uso fare per i miei tesorini dei piccoli "giochi proibiti" che sono di certo i piu' graditi anche in presenza del piu' bel giochino del mondo: IL CALZINO RIPIENO!

    prendete un calzino (se lo indossate per qualche minuto meglio! Se è un calzino con cui avete giocato a pallone ad agosto indossando delle Superga taroccate... SUPERLATIVO!!!!!)...=)

    l gioco per il cane, oltre ad essere necessario per un'esistenza in buona salute, è l'indispensabile attività quotidiana utile a mantenere l'equilibrio sociale del branco a cui appartiene.

    Il padrone, nel partecipare ai giochi con il proprio cane, dovrebbe tenere nella giusta considerazione il suo carattere oltre alla sua età e lo stato fisico. Indipendentemente dall'indole del cane, è indispensabile una adeguata educazione di base che gli permetta di capire alcuni comandi e la giusta condotta da tenere nei rapporti sociali. Insomma giocare si, ma non superare i limiti decisi dal padroncino/a è la regola...

    Il cucciolo in genere tende ad ignorarla... Basterà smettere di giocare con lui e dirgli un "basta" secco e lui capirà dal tono della voce che forse ha esagerato... Dopo due o tre volte, il piccolo capirà che è meglio non farlo altrimenti il gioco finisce...

    Le prime "uscite" e si presenta il problema "collare-guinzaglio"...

    Lo scopo è quello di abituare il cane alla presenza di un mezzo costrittivo al quale si ribellerà sicuramente. Se l'approccio e l'educazione non saranno traumatici, il cane avrà un rapporto con il guinzaglio tale da desiderarlo in quanto mezzo di piacere e di soddisfazione.

    Comincia con l'abituare il cucciolo al collare, lasciandoglielo al collo; anche largo, fino a quando ritieni che non gli dia più fastidio:

    Recati in un luogo sicuro, va bene anche il tuo giardino.

    Sistema il collare in modo che non si sfili dalla testa del cane ma che non sia troppo stretto.

    Accucciati al suo fianco e collega il guinzaglio.

    Alzati lentamente, metti il guinzaglio in lieve tensione ed aspetta che il cane si muova.

    A questo punto il piccolo tenderà ad indietreggiare, per sfilarsi il collare, evita di contrastarlo... se invece non si muove, fai un passo in avanti ed aspetta, se rimane comunque fermo, fatti aiutare da qualcuno che lo chiami e lo stimoli a muoversi.

    Supponiamo che il cane cane si muova liberamente(difficile), ma in quel caso seguilo con una tensione del guinzaglio tale che il cane ne percepisca la presenza. Durante il movimento previeni eventuali condizioni di pericolo rallentando o cambiando direzione con una azione lenta e graduale in modo che il cane non si senta costretto, deve avere la sensazione di essere lui a guidare la coppia.

    Usate guinzagli in cuoio o nylon lunghi ( 120 – 140 cm ) robusti in modo adeguato alla taglia, vanno bene anche dei "semi-strozzo" regolati alla circonferenza del collo del cane.... mentre non sono adatti i guinzagli regolabili o allungabili... ed ESCLUSI... VIETATI ASSOLUTAMENTE i collari a strozzo!

    KISSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS

    Fonte/i: mi piaciono i cani e mi documento tantixximo su di loro...=)
  • 1 decennio fa

    i tuoi genitori devono cambiare comportamento, il cane NON deve elemosinare dal tavolo e il padrone NON deve dargli nulla, lo so che sembra una cosa cattiva, ma è per il suo bene.

    Innanzitutto il cibo "umano" non fa bene al cane perché è condito, poi dandogli il cibo rinforzi un comportamento sbagliato perché la premi.

    Tutti i componenti della famiglia devono comportarsi allo stesso modo con il cane altrimenti crei confusione nelle sua testa. Quindi niente cibo passato dalla tavola.

    Per abituarla a sporcare fuori la devi sorprendere mentre si accuccia per fare i bisogni è inutile sgridarla dopo che l'ha fatta, non serve a nulla strofinargli il muso nella pipì come pensano molti, è una violenza inutile.

    Come la sta per fare le dici NO, in modo secco, la porti fuori e come la fa le fai una sacco di coccole e le dai un biscotto.

    Vedrai che con pazienza il tuo cane imparerà.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    allora prima di tutto, devi dire ai tuoi genitori di cambiare comportamento perche il cane si adegua e non ci vorra molto che obbedirà di piu ai tuoi che a te! per prima cosa fagli capire che il capo sei tu e lui è il cane, quindi tipo quando fa i bisogni, o ancora meglio nel momento in cui li fa, la colpisci (senza fargli troppo male); allo stesso modo invece quando gli fa fuori le fai le carezze e gli dai 1 biscotto!

    Per la disciplina ci vorra un po di tempo, ma fidati che è molto piu semplice la disciplina che la questione dei bisogni! cmq non fargli passare nulla che ti da fastidio e vedrai che CON IL TEMPO avrai un cane ammaestrato per compagnia senza spendere 1000 euro in una agenzia!

    ciao

  • 1 decennio fa

    nn dovete dargli niente da mangiare !!!!!

    per i bisogni prova a tappezzare il pavimento di giornali e mano a mano ne togli qualc'uno fino a lasciarne uno e vedi se i bisogni li fa sl sul giornale , ma per quando la porti in giro nn so boooooo....

    ciao!!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    allora io o una cagnolina che nn ce bisogno che la porto fuoriperche mi fa tutto in una vascetta nella terra come i gatti lo abituata quando mi fceva la pipi furi la prendevo gli davo le botte e la mettevo dentro il suo chiamimolo cesso e la facevo stare la notte fuori nella veranda e adesso fa tutto la dendro e poi se nn la fa fuori vuol dire che e viziata molto a fare la pipi dentro tu dagli le botte e gli fai annusare la pipi o cacca quella che sia e la mettete nel cesso del cane ti spiego come fare allora prendi ce l'hai presente il sottovaso che si mette nelle piante piantate nel vaso eeee e questa la devi prendere grande e mi raccomando e poi metti la terra a nn la viziare con il mangiare perche poi si abitua e puo diventare obbesa

    ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.