Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoFai-da-te · 1 decennio fa

Qualcuno in grado di costruire un terrario?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il materiale con cui è costruito il terrario è una scelta importante. Il vetro è un ottimo materiale, facile da pulire e disinfettare, non risente dell'umidità, permette un'ottima visuale. Il coperchio può essere costituito da un’apposita struttura che permette di inserire le lampade per l’illuminazione e il riscaldamento.

    La plastica ha lo svantaggio che si graffia e risulta con il tempo antiestetica. La fibra di vetro è pure un ottimo materiale; essendo opaca, può essere utilizzata per il fondo e i tre lati. Il legno permette di costruire su misura dei terrari molto grandi. Però per renderlo resistente all'umidità deve essere trattato con vernici impermeabilizzanti non tossiche.

    La struttura ideale è quella priva di angoli, molto facile da pulire.

    Per specie che richiedono un’elevata aerazione, quali certi camaleonti, sono disponibili terrari di rete. La rete è inadatta per mantenere all'interno temperatura ed umidità elevate; in questo caso la gabbia andrebbe tenuta in una stanza molto calda e umida.

    Dimensioni

    La dimensione minima del terrario deve essere tale da permettere un comportamento naturale, in primo luogo la termoregolazione. Una gran parte del comportamento dei rettili è incentrato sulla termoregolazione. I rettili, essendo ectotermi ("a sangue freddo"), non possono generare il loro calore interno e devono fare affidamento a fonti esterne (in natura, il sole). Spostandosi secondo la necessità tra zone più calde e più fredde del loro habitat naturale i rettili riescono a mantenere entro un determinato intervallo la loro temperatura corporea. In cattività i rettili devono potersi termoregolare in modo analogo, spostandosi da zone più calde a zone più fresche del terrario. Fanno eccezione le specie di zone tropicali, dove la temperatura subisce cambiamenti minimi nel corso della giornata e delle varie stagioni. In questo caso la temperatura del terrario può essere relativamente costante.

    Territorialità

    Un fattore importante nel decidere le dimensioni del terrario è il numero di individui presenti. Infatti molti rettili sono altamente territoriali e facilmente lottano tra loro. Le lotte possono causare lesioni più o meno gravi e stress. Se si tengono insieme più soggetti si devono fornire nascondigli e barriere visive, assicurare per ogni soggetto nascondigli, accesso ad acqua, cibo e calore e controllare l’insorgenza di segni di stress e aggressione

    Se si vuole tenere più soggetti insieme, occorre considerare la natura territoriale della specie. I maschi sono generalmente più territoriali, soprattutto nella stagione riproduttiva. Si devono comunque fornire spazi sufficienti per tutti i maschi dominanti, e assicurare inoltre nascondigli per i subordinati.

    Alcuni rettili sono estremamente aggressivi e territoriali (esempio i camaleonti), sia maschi sia femmine, eccetto che nella stagione riproduttiva, e vanno alloggiati da soli.

    E’ necessario evitare di sistemare insieme specie che provengono da climi diversi, per la difficoltà di creare habitat che soddisfino tutte, e rettili piccoli con rettili carnivori di taglia maggiore, per il rischio che vengano divorati. Come regola generale mescolare soggetti di provenienza diversa, anche se appartenenti alla stessa specie, comporta il pericolo di trasmettere agenti patogeni (virus, batteri e parassiti) tra i vari rettili.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    http://www.elaphe.it/terrario.pdf

    qui spiega tutto! ciaoo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.