laura b ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

Mi consigliate un libro davvero bello da leggere?

Avete letto di recente un libro che consigliereste?

forza con i titoli, sono una lettrice affamata!

25 risposte

Classificazione
  • Mary C
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    -SHOPGIRL, Steve Martin

    Trama: Mirabelle, la commessa del titolo, se ne sta tutto il giorno dietro il bancone di un grande magazzino. Se fosse a una festa, si direbbe che "fa tappezzeria": nessuno che noti lei o la sua merce. Mirabelle è giovane e carina, ma è anche troppo timida, ha un'aria vagamente démodé e indossa abiti poco appariscenti. E proprio perché "non è" (non è all'ultimo grido, non è aggressiva, non si dà arie, non cerca di apparire diversa) finisce per essere attraente. Con la sua spontaneità incanta un uomo d'affari ricco di soldi e potere, che ha il doppio dei suoi anni. Per entrambi innamorarsi significa imparare un linguaggio sconosciuto con conseguenze ora comiche ora serie.

    -GIGI' di Gabrielle Colette

    Gigi, deliziosa quindicenne colta sul punto di sfilarsi i suoi vestiti da bambina, ormai provocatori, e allevata da due donne che parlano dei gioielli delle 'cocottes' con la stessa gravità con cui un agente di Borsa soppesa le azioni delle grandi compagnie, apparve nel pieno della guerra, nel 1942, e si può dire che fu l'ultima creatura di Colette a evocare qualcosa già con il suo nome: una grazia acerba e l'intreccio di una fiaba moderna. Hollywood si incaricò poi - coalizzando Leslie Caron e Maurice Chevalier, Vincent Minnelli e Cecil Beaton - di tingere la storia di rosa pastello. In Colette, invece, i colori sono misti, i sapori a volte pungenti. Non c'è solo la fiaba del libertino convinto e della quasi bambina che finiscono per incontrarsi nel vero amore (e si può ricordare che nel ruolo di Gigi esordì sulle scene di Broadway una giovanissima Audrey Hepburn vedi foto). C'è anche una magistrale tessitura di chiaccheiriccio Belle Epoque. La storia di Gigi era realmente accaduta negli anni Venti. Ma Colette la spostò in quell'anno in cui "le automibili andavano di moda alte e leggermente svasate, per via degli immensi cappelli lanciati da Caroline Otero, da Liane de Pougy e da altre signore assai note nel 1899, e quindi si ribaltavano mollemente in curva".

    -Profondo come il mare, di Mitchard Jacquelyn

    Nella confusione della hall di un albergo di Chicago, dove deve incontrarsi con i suoi ex compagni di scuola, Beth Cappadora affida per pochi minuti il figlioletto di tre anni, Ben, al fratello più grande, Vincent. Ma, come in un terribile incubo, Ben scompare. Le ricerche portano a un nulla di fatto. La scomparsa di Ben sconvolge gli equilibri personali e famigliari dei Cappadora. Dopo nove anni anni, quando tutti sembrano essere rassegnati, Ben ricompare: anche questo nuovo fatto porterà i protagonisti a un difficile confronto con i propri desideri, emozioni e sentimenti.

    -Il caso Jane Eyre, J.Fforde

    È un 1985 diverso. Il cielo è solcato da dirigibili, la Guerra di Crimea dura ininterrottamente da centotrent’anni. I libri sono al centro dell’attenzione di tutti, e il dodo clonato in casa con apposito kit è l’ultimo grido in fatto di animali domestici.

    Il tempo tende a flettersi all’improvviso.

    La Goliath Corporation controlla l’informazione e vorrebbe dominare il mondo.

    Le cronoguardie vigilano sulle voragini temporali e un corpo speciale di polizia vigila sui milioni di delitti che coinvolgono la merce più preziosa: i libri. In tutto questo Thursday Next, dolce trentenne, detective letteraria, ricorda con rabbia la Guerra di Crimea. Ne è tornata da poco, decorata al valore per aver salvato la vita di molti compagni. Thursday ha un dono. Da piccola le è capitato di scivolare in un romanzo. Di trovarsi sul sentiero, sull’erba umida, a incontrare il cavallo del suo eroe. L’ha raccontato a zio Mycroft.

    Zio Mycroft è un inventore, affascinato dall’elasticità del tempo, dello spazio, della realtà. Dopo lunghi esperimenti, Mycroft ha trovato la chiave per entrare e uscire da un’opera letteraria.

    Ma l’invenzione cade nelle mani sbagliate. Acheron Hades, criminale diabolico (nessuno è mai riuscito a fotografarlo), il terzo uomo più ricercato del pianeta, se ne appropria. Sottrae il manoscritto di Jane Eyre dalla casa natale di Charlotte Brontë, piomba nel romanzo sul più bello, e rapisce la povera Jane Eyre in camicia da notte. Poi chiede al governo inglese un riscatto insostenibile… Centinaia di migliaia di fan di Charlotte Brontë sono disperati.

    Scende in campo Thursday Next

    -Ayla Figlia della terra, J. M. Auel

    Inizia con questo romanzo la storia di Ayla, eroina della preistoria. Nata da una nuova stirpe che si sta diffondendo in Occidente, mentre il settentrione dell'Europa è coperto di ghiaccio e milioni di animali pascolano nelle steppe desertiche, Ayla, ancora bambina, è scampata a un terremoto ed è stata raccolta dal Clan dell'Orso delle Caverne. Tutto, in lei, indica che appartiene a quelli che i Testapiatta del Clan chiamano 'Altri': i capelli biondi, gli occhi azzurri, l'alta statura, la capacità di ridere, piangere e parlare... Eppure, nonostante queste diversità, la ragazzina trova affetto e protezione nei genitori adottivi e, a poco a poco, stringe un profondo legame coi membri del Clan, sebbene alcuni, infastiditi da quei comportamenti 'strani' in cui scorgono qualcosa di minaccioso, vorrebbero allontanarla. Ma sarà soprattutto il suo desiderio di conoscenza che la farà entrare in conflitto con il vecchio Clan, legato alle Memorie, cioè alla tradizione, e destinato a scomparire quanto prima. Nel sangue di Ayla, invece, scorre il futuro dell'umanità e lei, spinta da un impulso irresistibile a capire e a interpretare i segni del mondo circostante, si avventurerà in territori in cui nessun uomo del Clan ha mai osato spingersi... Accuratissimo nella ricostruzione di un universo complesso e affascinante, "Ayla figlia della terra" è una grande saga sul genere umano, sui legami e sui conflitti, sull'odio e sull'amore. E nel contempo è l'eccezionale odissea di una donna in quel cruciale momento dell'evoluzione in cui due razze, strette in una lotta mortale, si battono per sopravvivere...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    una storia di principesse, cavalieri, principi, spadaccini, giganti, morti, amori, passioni, bugie, tremende verità, giustizia, ingiustizia, sogni, incubi,.....

    "La principessa sposa" di William Goldman...

    prima si chiamava La storia fantastica, ma non lo stampavano più dal 1994, ora è di nuovo in libreria con questo titolo, è uno dei libri più belli che ho letto...dentro ha tutto quello che cechi in un libro ed oltre...te lo consiglio vivamente...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    se ti piace il genere misto..ricco di intrighi,passioni e suspense ti consiglio il libro di Carlos Ruìz Zafòn "L'ombra del vento". credo che di tanti libri letti sia il mio romanzo preferito. è pieno di colpi di scena!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    di narrativa ti consiglio 'La casa degli spiriti' di I.Allende,

    'Nessuno lo saprà' di Brizzi oppure 'Saltatempo' (stupendo!) di Benni.

    L'ultimo che ho letto: 'Gridare amore dal centro del mondo' romanzo jappo di Katayama.. merita.

    (:

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Se ti piace leggere non puoi non avere "Le memorie di una Geisha".

    Un libro meraviglioso e appassionante!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Jorge Amado, "Teresa Batista stanca di guerra"

    se ti piacciono le storie latine. La protagonista è una sfortunata e solare eroina della letteratura sudamericana. Ne passa di tutti i colori, incontra gente odiosa e brave persone, ha brutte esperienze e splendidi momenti, ma non perde mai la sua grande vitalità e la sua fierezza. Uno stile asciutto, ironico, scorrevole. La storia in sè è piana, quasi fiabesca. Lo sfondo situazionale è invece impegnato (l'America Latina delle guerre civili e delle grandi ingiustizie sociali).

    Hemingway, "Per chi suona la campana".

    Uno dei titoli migliori di Ernest. Il protagonista, un soldato inglese nella Spagna franchista, deve scegliere tra le amicizie e il dovere. Una parabola drammatica e veloce, attraverso la quale il personaggio supera le sue solitudini e diventa eroe. Questo è un libro malinconico e intenso, commovente oltre che movimentato

    Umberto Eco, "Il nome della rosa".

    Eco è uno studioso, prima che uno scrittore. La storia è fantasiosa ma storicamente attendibile. Due frati, un francescano e un domenicano, indagano su una serie di oscuri delitti, in un inquietante convento trecentesco. Come Sherlock Holmes, il più anziano affascina e inquieta per la sua geniale modernità. Il più giovane è la voce narrante. Il convento nasconde arcane inquietudini. Nessuno, al suo interno, allontana da sé i sospetti. Un thriller completo, geniale, veramente 'letterario'. Uno spasso

    Ti auguro una buona lettura, qualunque sia!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    è bellissimo il libro di Fred Uhlman si intitola "l'amico ritrovato" è stupendo!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    il cacciatore di aquiloni di Hosseini, davvero stupendo, reale.. oppure la custod

    de di mia sorella di Picoult e come Dio comanda di Ammaniti...3 libri ke mi sono piaciuti davvero tanto!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    il cacciatore di aquiloni di Hosseini oppure sempre di Hosseini Mille splendidi soli sono 2 libri stupendi fidati

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    louise sparì di notte...

    susan a faccia in giù nella neve...

    si collegano... praticamente è il continuo... stessa autrice

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    norvegian wood di haruki murakami....a me e'piaciuto tantissimo!

    lei che nelle foto non sorrideva di cinzia bomoll

    la moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo

    non li ho letti di recente,ma sono molto belli!

    e anche"l'animale morente"mi era piaciuto abbastanza

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.