Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

Ma lo sapete o no che la DEMOCRAZIA è una forma DEGENERATA di GOVERNO???

leggetevi Platone e Aristotele! studiate la democrazia partecipativa in Francia e rendetevi conto di quanto siamo caduti in basso!

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Il discorso non è così semplice. Innanzitutto Aristotele usava il termine democrazia secondo un'accezione diversa dalla nostra...nel 2 libro della Politica Aristotele fa la sua famosa distinzione tra le forme "buone" di governo dello Stato (monarchia, aristocrazia, e politeia) e le tre forme degenerate (tirannia, oligarchia e democrazia)...però c'è una piccola differenza...quella che Arisototele definiva politeia è quella che oggi chiameremmo democrazia mentre quella che lui chiama democrazia (degenerazione della politeia) è quella che oggi chiameremmo demagogia (nella prima governa il demos, il popolo, nella seconda il potere è dell'oklos, la folla, la plebaglia guidata dal primo capopopolo di turno...come vedi la cosa è ben differente). e per Aristotele la migliore forma di governo è (pensa un po') proprio la politeia ;-) (quindi quella aristotelica è più una democrazia "aristocratica" alla constant che un'autarchia, come mi sembra tu voglia far capire) Su platone non mi soffermo per 2 motivi:

    1-l'idea che a governare siano i filosofi (cioè gli intellettuali) è una chimera che non può realizzarsi, nonostante si sia più volte proposto nela storia (in fondo cos'è il concetto di avanguardia per lenin se non una versione più "popolare" dell'idea platonica?)

    2-quel sistema dittatoriale che platone proponeva (che peraltro, per popper, è diretto ispiratore del nazismo...non per niente tutte le SS dovevano leggere la Repubblica) in ogni caso è realizzabile in strutture sociali minime quali potevano essere le poleis greche (al tempo di platone atene faceva 40000 abitanti) e non per uno stato come l'italia che di abitanti ne ha milioni.

    Certo l'attuale sistema democratico rappresentativo, figlio più o meno illegittimo delle costituzioni borghesi dell'800, non è perfetto. ma allo stato mi sembra il migliore dei mondi possibili (volendo usare una espressione cara a leibniz). poi da parte mia spero che questo sistema si possa far evolvere in senso più partecipativo, dando al popolo più potere possibile, visto che oggi le nostre "democrazie" molto spesso si riducono a delle oligarchie di interessi inconfessabili (ma su queste degenerazioni già marx mosca e pareto avevano avvertito noi tutti...non gli abbiamo dato ascolto)...ma stiamo attenti a non buttare il bambino insieme all'acqua sporca.

    p.s.tu parli di democrazia partecipativa (mi sembra riferendoti a rousseau) ma anche qui il problema che si pone è quello dei grandi numeri.

    Fonte/i: K. R. Popper: "The open society and its enemies" H. Kelsen "teoria generale del diritto e dello stato" ti consiglio questi due testi molto belli di due dei maggiori pensatori del novecento...fammi sapere che spunti ne cogli
  • 1 decennio fa

    Guarda che dopo Platone ed Aristotele c'è stato l'Illuminismo...

    hai presente Jean-Jacques Rousseau?

    Il discorso sull'Uguaglianza? il superamento dello Stato di Natura?

    Platone ed Aristotele sono stati grandi filosofi ma inevitabilmente scontano la loro "antichità".

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Aristotele diceva anche che ogni elemento ha la tendenza a rimanere o a tornare nel proprio luogo naturale, che per la terra e l'acqua è il basso, mentre per l'aria e il fuoco è l'alto. La Terra come pianeta, quindi, sta al centro dell'universo, poiché è formata dai due elementi tendenti al basso, e il "basso assoluto" è proprio il centro dell'universo.

    ma forse non è così, o sbaglio?

  • dori
    Lv 4
    1 decennio fa

    e quale sarebbe l'esatta forma di governo allora??

    considera che siamo in epoche ben diverse, che esistono sei miliardi di persone a questo mondo mentre allora si era qualche migliaio.

    le idee politiche di duemila anni fa erano utopistiche allora figuriamoci tutt'oggi.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    la democrazia è l'unica forma di governo possibile per ammnistrare un paese civile,su questo non ci piove.Poi vi sono diversi tii di democrazia,in Italia credo che più che democrazia si può parlare di anarchia,nessuno rispetta le regole e quelli preposti a farle seguire sono i primi a trasgredirle consapevoli di rimanere impuniti

  • 1 decennio fa

    Provate ad immaginare dove andrebbe a finire una nave con un governo democratico a bordo.

  • 1 decennio fa

    Lo so, Joe, lo so... Ke qua per accontentare tutti siamo finiti nella mer*a...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.