jesscherub ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

E' proprio vero che a qualcuno tu...dai più importanza quando non l'hai più...?

A tutti i livelli questa frase, tratta da una canzone di alcuni anni fa, racchiude una grande verità secondo me...ci stavo riflettendo qualche minuto fa quando e' venuta a trovarci una nostra ex collega di lavoro che non vedevamo da un po'...

Aggiornamento:

Hai proprio ragione Peporino...

16 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Il vero dramma, è quando le persone care si allontanano inesorabilmente, e diventi consapevole della tua impotenza per cercare di tenerle vicine. Vani tentativi, in un mondo che appigli non offre.

    Fonte/i: pepologia terrena
  • 1 decennio fa

    Si, è vero...

    Un unico consiglio... stai sempre vicina alle persone che ami...

    E non lascarle mai scappare...

    Cerca di tenerti in contatto con le persone che abitano lontano da te, ma alle quali tu tieni...

  • 1 decennio fa

    è verissimo...!!purtroppo qnd una xsona c'è è così scontata la sua presenza che nn ci si rende conto della sua importanza....ma è proprio qnd va via che se ne sente la mancanza....

  • 1 decennio fa

    Quando si ha un qualcuno o un qualcosa si tende a darlo per scontato, quando lo si perde o non lo si può avere per periodi lunghi manca e lo si rimpiange: è la tragedia dell'essere umano.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    SI..è vero...ti accorgi dell'importanza di una persona solo quando non l'hai più al tuo fianco...questo perkè spesso sottovalutiamo quello che fanno per noi gli altri...crediamo che non siano così necessari...ma in realtà chi ci vuole veramente bene, quando non c'è più...beh...la mancanza si sente...e quanto si sente...bacione

    Denise;)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sì, è vero, perchè credo che la quotidianità vissuta passivamente porti a perdere il valore delle cose che abbiamo e soprattutto delle persone.

    Spesso si vive la vita come se fosse una grossa macchina da montaggio, in maniera troppo automatica, il ritorno di una collega dopo tanto tempo, la telefonata di un parente lontano, ma anche delle festività in cui è forte la frequentazione el'affettività con i nostri cari sono come una sorta di pacca sulla schiena che ci risceglia dal nostro torpore di "quotidianità passiva" e ci fanno ricordare per un momento che noi non siamo soltanto macchine all'interno di una grande catena di montaggio, ma che siamo persone, e siamo in un mondo, pieno di cose belle, cose brutte, cose piccole, cose grandi cose importanti.

    Sarebbe bello ricordarsi di ciò non soltanto quando ci arriva la "pacca sulla spalla", ma dedicare piccoli momenti della giornata per capire quanto è bello e quanto è più unico che raro ciò che ci circonda, ma soprattutto chi ci circonda.

  • 1 decennio fa

    eccome, e questo qualcuno mi ha anche insegnato che nel dolore si cresce e si sbaglia meno dopo! Cose che sembravano imperdonabili diventao inezie davanti al vuoto ch e ti rimane senza la persona che ami!Grazie per questa domanda!Tanta luce!

  • 1 decennio fa

    E' propio così, quando lo frequenti quotidianamente, dai un guidizio, poi quando lo rivedi, ne dai un'altro, non è cambiato lui siamo cambiati noi a giudicare.

  • Only
    Lv 4
    1 decennio fa

    Quando si libera uno spazio si crea una mancanza.

    ciao!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    purtroppo e' vero... t accorgi d una persona cara solo quando lei nn c'e

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.