chiara271073 ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 1 decennio fa

il sapere è un potere?

il sapere è un potere. Ma il sapere significa dolore. Dove c'è molta sapienza c'è molta tristezza (ecclesiaste), se si aumenta la scienza si aumenta il dolore?

Liberamente tratto dalle Ecclesiaste.

Aggiornamento:

chiaramente non ho letto ne leggerò le eclessiaste. La citazione è stata trovata in un libro recente. La frase mi ha colpita e l'ho riportata tale e quale come l'ho trovata. Cara Artemide a Londra ci vado in aereo non ti preoccupare! anzi...vuoi venire? un bacio.

Aggiornamento 2:

"ecclesiaste", perdonate l'errore!

12 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Non sono proprio d'accordo con il concetto del dolore......

    E' la storia solita del pro e contro di ogni situazione.

    L' elevatissima velocità di una Ferrari rischia di provocare un incidente,ma la stabilità e la sicurezza dei freni contribuisce ad evitarlo....

    Io preferisco farmi un giro in Ferrari piuttosto che in Cinquecento(intendo quella vecchia !!), se ho un buon equilibrio psichico, sarò abile a valorizzare solo gli aspetti positivi dell'auto,senza correre troppi rischi !

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Mooolto liberamente... Forse intendevi "se si aumenta la SAPIENZA si aumenta il dolore"...

    Credo che l'Ecclesiaste volesse mettere l'accento sul fatto che chi possiede la sapienza non sempre possiede anche la saggezza. Per gestirla ma anche solo per sopportarla.

    Dopo aver donato al mondo di answers questa perla di saggezza, distillata dalla mia enorme sapienza, saluto tutti caramente.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    secondo bacone un filosofo è così...il sapere è potere,xkè ki sa può sottomettere

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Spesso purtroppo è così... la conoscenza tende ad allontanare chiunque abbiamo di caro... L'unica cosa che ci permette di tenerli vicini è accompagnare l'erudizione con la saggezza.

    Solo in questo caso l'intelligenza sarebbe utilizzata in modo corretto e non avrebbe effetti nefasti sul nostro essere più profondo... solo in questo caso non causerebbe l'isolamento totale da ogni altro individuo.

    Qe

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Scusa ma quando e chi ha scritto Ecclesiaste? Se andiamo avanti a citare testi desueti scritti in tempo di totale ignoranza, non avanzeremo di un mm. E' come andare a Londra in diligenza. Oramai con il mondo tecnologico e specializzato, resti un numero zero se non sai non tutto ma di tutto e se non sei bravissimo nel tuo mestiere. Infatti i ragazzi fino a 30 anni italiani sono al 40° posto nella graduatoria dei paesi mondiali. Sapere costa nulla se hai attitudine a apprendere, costa infinito se sei negato. La tristezza appartiene agli incolti, quelli che spendono la vita in bagordi e trasgressioni varie. La curiosità lo studio la conoscenza non ti lascia mai annoiare, rende utili a sé e agli altri. Anche a vendere verdura o a fare il padroncino occorre esperienza, tutte le professioni si basano sulla vendita di sapere, il commercio sulla vendita di beni, ma tutto richiede molto sapere. Che dici di basarti su scrittori non del paleolitico inferiore ma del terzo millennio?

    Ciao, cara!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    certo, ci penso sempre....io purtroppo tendo ad essere pessimista e depressa perchè mi rendo conto di quello che mi succede intorno e ne sono quindi pienamente consapevole....certe volte invidio tanto le persone "cieche" perchè la cecità, l'ignoranza e il loro "non vedere oltre", li rende immuni ai problemi più complicati e misteriosi dell'essere umano....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • elisir
    Lv 4
    1 decennio fa

    il sapere io non lo vedo come dolore ne' come potere. Certo la chiesa di potere con il sapere se ne e'appropriata .tuttavia per me e' illusione. Cio' che sai oggi non e' detto sia vero tra 50 anni. ma per quanto tu sappia oggi usalo come conoscenza.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Il sapere è potere, è conoscenza ed è sopratutto consapevolezza. La consapevolezza dell'esistenza fatta di accettazione di dolore e di gioia

    bisou

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    col sapere da solo ti ci può venire una zuppa insipida e indigesta...ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Mah...più che avere rapporti sessuali, non saprei che dirti. Magari potresti provare a pregare lo Spirito Santo, così che possa farti concepire un bambino alla stregua della Madonna. Il mio consiglio è di provare col primo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.