secondo voi... cambiera' qkosa dopo la morte dei 4 operai della tissen krupp????

Aggiornamento:

pensate quindi che sara' un'altra volta la solita Italia dove tutto va nel dimenticatoio??

13 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    l'ambiente siderurgico è molto pericoloso per definizione, si lavora in presenza di:

    alte temperature che nella zona di fusione superano i 1500°C

    alte pressioni dei sistemi pneumatici 40-50 Kg\cm quadrato

    alte pressioni dei sistemi idraulici 600-900 Kg\cm quadrato

    alta tensione 3000V motori in c.a, 10000V per i motori sincroni, 800V per i grandi motori in c.c, mentre gli altri azionamenti sono a 380V c.a. e di 250V c.c.

    i grandi pesi 300 tonnellate di siviera per 500 tonnellate di materiale fuso da trasportare, per un totale di 800 tonnellate da movimentare......

    i gas, ossigeno per insufflare le ferroleghe, gas cocke per alimentare gli altiforni, azoto per raffreddare le siviere e per precaricare i sistemi idraulici, infine la pericolosità di innesco della miscela tonante se la campana dell'altoforno dovesse cedere......

    gli impianti elettrici che tendono ad innescare pericolosi incendi....

    infine i grassi e gli olii lubrificanti che sono estremamente infiammabili.....

    in pratica tutti i paesi europei se ne sono liberati da questi impianti pericolosi, relegando la produzione ai paesi sottosviluppati o terzomondisti.....

    in Italia resiste il centro siderurgico di Taranto Ilva rilevato dal gruppo Riva e gli impianti degli acciai speciali ex Terni rilevati dalla Tyssen Krupp.......

    da ex tecnico di manutenzione posso affermare che gli impianti gestiti correttamente limitano la pericolosità ambientale, di certo non bisogna lesinare sul piano delle ispezioni e manutenzione......

    ultimamente il processo di PRIVATIZZAZIONE con gli impianti che vengono condotti da personale inesperto e\o dequalificato asservito alla logica padronale ha reso di fatto molto PERICOLOSO ogni tipo di lavoro, quindi la causa principale è quella del PRECARIATO e dello EXTRA_PROFITTO, al di la di quello che dicono i nostri beceri politici, quando parlano SENZA AGIRE di sicurezza sul lavoro.....

    però al di la del sensazionalismo, chiediamoci serenamente sul chi ha depositato sul piano di colata una tanika di olio lubrificante da 1000 litri, contenuta nel tanikone di plastica che si è incendiato.....

    ebbene sono stati gli stessi operai "in generale" che hanno sottovalutato la pericolosità ambientale, la presenza di questo tanikone è stato accettato dagli stessi lavoratori che operavano sul piano di colata, come è possibile che nessuno abbia fermato gli impianti per fare rimuovere quella fonte di pericolo???

    la questione degli estintori a CO2, è obbligo del capo reparto presiedere ed ottemperare a questa norma di sicurezza per farli reintegrare e mantenerli in efficienza, però gli operai hanno l'obbligo di portare gli estintori vuoti nell'apposita rastrelliera e trasportare quelli carichi sul posto di lavoro......

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Vorrei tanto dirti di si.

    Ci manderei a lavorare tutti i dirigenti che se ne fregano degli operai.

  • 1 decennio fa

    Non cambierà nulla!

    Perchè?:

    - perchè alcuni processi industriali sono intrinsecamente pericolosi;

    - perchè le misure di protezione necessarie per dare sicurezza assoluta non esistono per definizione;

    - perchè alcune misure di sicurezza sono talmente complicate da impedire poi di svolgere il lavoro;

    - perchè molti operai non seguono le misure di prevenzione e non indossano i mezzi di protezione individuale prescritti.

    Il compito di tutti è quindi quello di ridurre al massimo il rischio che però non sarà mai, mai, pari a 0%!

    Anche vivere comporta dei rischi e non pochi!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non sono pessimista di natura.....ma posso affermare che in Italia se cambia qualcosa è sempre in peggio!!!

    la nostra classe politica e le istituzioni pensano prima al dio denaro che entra nelle loro tasche.....e il resto chi se ne frega!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • .
    Lv 6
    1 decennio fa

    Non cambierà niente. In Italia quando succede qualcosa si fa un gran baccano, poi torna tutto come prima e nessuno si ricorda più nulla.

    Gli incidenti sul lavoro alla Tissen avranno un' impennata se non si decidono ad investire nella manutenzione e in nuovi macchinari.... ma oggi le imprese sono in mano agli economisti e non più agli ingegneri e l'unica cosa che sanno fare è risparmiare sui costi e se questo causa incidenti a loro non importa. Questo è il nuovo mondo dell'industria occidentale.... che schifo!

    Ciao

    Ps- Riguardo alla prevenzione rischi, devi sapere che il più delle volte è riempire pile di fogli e semmai la macchina non viene neanche visionata. Quindi molte imprese sono ok sulla carta e poi si incendia la macchina mentre vi lavora l'operaio. Questa è la prevenzione.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    secondo me no.. in Italia si guarda prima ai soldi e poi alle persone.. purtroppo le cosiddette notizie da prima pagina dopo un pò passano sempre nel dimenticatoio.. come quando si parla della mafia.. ci giriamo dall'altra parte pensando che prima o poi ci sarà qualcuno che se ne occuperà al posto nostro...

  • AGUS
    Lv 5
    1 decennio fa

    ma figurati.. muoiono sempre tanti poveri operai in giro x l'italia.. nn si fa mai nulla di concretto.. tanto ai padroni del mondo non importa nulla... loro ci offrono solo 1 lavoro e stipendio per sopravivere anke a rischio della nostra vita... se ci va bene li prendiamo.. se no si muore di fame.

    Cosa si fa quindi? si rischia la vita o si fa morire di fame la propria famiglia.. ormai ce da dire k siamo nella kakka

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sì. per 10 o 20 giorni.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma certo ke no...

    i rikki e potenti kontinueranno ad esserlo kmq...e noi lavoratori rimaniamo tali...

    il rikordo rimane a noi....nn a loro....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    purtroppo no.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.