Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute mentale · 1 decennio fa

Cosa ne pensate della mercatizzazione portuale??

Non lo trovate un ottimo modo per addure alle spese ostruttive che mietono per posta le priorità di noi tutti?

Non trovate che ci sia qualcosa di bizzaro nell'ipertropicità della questione (per quanto essa comporti una depenalizzazione delle imprese eventuali)?

Aggiornamento:

Fedekim

in parte concordo...ma non hai tenuto conto della derateizzazione che nonostante superflua interviene nell'iperbole precedentemente selezionata

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    mi permetto di dissentire: la tua mi sembra una artata considerazione, una buassaggine inope oserei dire e alquanto coartata, figlia di una mente esiziale e alterata. Dunque sostengo la necessità di un anondino per sedare codeste turbe psicopatomentali.

    la derateizzazione è illativa, ma può essere ottriata, quindi, per mia proclività, mi limito a concordare in parte, da buon pedissequo.

    E ti invito ad unirti in un appello all'Ordalia, famoso per truismo, che sicuramente chiarirà, amen.

  • in questa fase di svalutazione eccesiva del dollaro nel confronto dello yen con una bolla speculativa nei confronti dell'euro la posizione del mercato cinese che influenza i mercati mondiali effettuando una enorme rivalutazione del petrolio arabo, c'è sicuramente chi specula nelle borse asiatiche, specialmente nella corea del sud , perchè i mercati siano in ribasso x ancora aumentare l'inflazione nell'area europea...ciò crea un mercato opportunistico che rivaluta il mercato russo che penetra nel contesto delle banche che li operano...valutando a medio termine che i mercati asiatici con il tasso di crescita attuale non riusciranno più a sostenere i prezzi fin'ora adoperati...la crescita del petrolio dovuto ad una campagna militare americana che mina a destabilizzare l'area del golfo persico induce a prevedere una nuova bolla speculativa che genererà nuove frizioni in ambito del mercato asiatico inducendo a nuove tassazioni nell'export cinese e quindi una ritorsione da parte dello stesso portando le industrie manufatturiere verso il vietnam come da ormai anni già si vede..ciò comporterà gravi disagi nell'area rurale e operaia della cina dove si riscontrerà presto un ritorno al comunismo ed alla voglia di statalismo e garanzie sociali...purtroppo il processo ormai iniziato di capitalismo vedrà nuove forme di lotte proletarie che porteranno visto il gran numero di abitanti cinesi ad una nuova trasmigrazione di massa che riverserà milioni di persone verso eldoradi solo su carta ma che invece produrrà solo un impoverimento mondiale in tutti i settori industriali senza poter fare quelle riforme strutturali che la nuova economia imporrebbe. ciò presuppone che il mercato mondiale verrà ancora una volta a subire in'impennata d'inflazione riducendo il potere di aquisto dei ceti medi-bassi con la coseguebte implosione dell'occupazione nelle piccole-medio imprese che sono il pilastro dell'economia in italia....

    ...continuo?!....

    hehehehehe

    ...vent'anni fa mi hanno costretto a candidarmi alle comunali...

    :)))))))))

    baci&coccole

    ...davvero: non ho detto nulla di sensato...sono un ottimo politico!!! :))))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    penso che sia un casino.

  • 1 decennio fa

    Vedi cosa succede a fumare troppo...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Già, è un gran casino..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Penso che stai a di' 'n sacco de cazzzate!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ... ciaooo STEWIEEEEE!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.