perchè la Forleo è un magistrato scomodo pur essendo di sinistra?

- Il Gip di Milano, Clementina Forleo, decide di trasmettere al Parlamento 68 telefonate sulle 73 che coinvolgono esponenti politici, nell'ambito delle inchieste Antonveneta-Bnl-Rcs e nelle due ordinanze che accompagnano la richiesta di autorizzazione a procedere, non risparmia pesanti accuse nei confronti dei 6 politici 'intercettatì definendoli senza mezzi termini «complici di un disegno criminoso».

I nomi sono quelli già emersi nelle diverse fasi delle inchieste sulle tentate scalate a Bnl-Antonveneta-Rcs: Luigi Grillo (Forza Italia), per quanto riguarda Antonveneta; Massimo D'Alema, Piero Fassino e Nicola Latorre, diessini e Romano Comincioli e Salvatore Cicu (Forza Italia), per quanto concerne invece Bnl e Rcs.

COSA SCRIVE FORLEO

«Sarà proprio il placet del Parlamento - scrive il giudice milanese - a rendere possibile la procedibilità penale nei confronti dei suoi membri - inquietanti interlocutori di numerose di dette conversazioni soprattutto intervenute sull'utenza in uso a Consorte - i quali all'evidenza appaiono non passivi ricettori di informazioni pur penalmente rilevanti nè personaggi animati da sana tifoseria per opposte forze in campo, ma consapevoli complici di un disegno criminoso di ampia portata».

E a proposito del «disegno criminoso» il gip aggiunge che tale piano «si stava consumando proprio ai danni dei piccoli e medi risparmiatori in una logica di manipolazione e lottizzazione del sistema bancario e finanziario nazionale».

«Nelle vicende in cui si tratta - pur a un certo punto bloccate attraverso l'intervento della Consob e della Magistratura - non può sottacersi - continua la Forleo - la grave ricaduta delle condotte incriminate non solo sull'immagine del Paese - messo a nudo nella sua realtà istituzionale anche nei confronti della comunità internazionale - ma anche sul singolo risparmiatore-investitore, debole e ultimo anello della catena su cui riversare le conseguenze di tali condotte».

Gli esponenti politici interlocutori di Giovanni Consorte nelle telefonate intercettate nell'ambito dell'indagine sulla tentata scalata di Unipol, in particolare, sarebbero stati «soggetti pronti e disponibili a fornire i loro supporti istituzionali in totale spregio delle regole dello Stato di diritto e, con esse, delle regole poste a presidio della tutela dei piccoli azionisti e dei medi e piccoli risparmiatori, traditi proprio da chi tali regole era chiamato, per la sua veste istituzionale, a presidiare».

Ora sarà il Parlamento a dover decidere se concedere l'autorizzazione all'utilizzo delle telefonate: «È evidente - sottolinea il Gip - come, risultando a carico di tali soggetti solo le granitiche risultanze di cui al tenore delle conversazioni in questione, non si sarebbe potuto comunque procedere alla relativa iscrizione degli stessi nel registro degli indagati data appunto l'inutilizzabilità di tali elementi».

POSSIBILE REATO PER D'ALEMA E LA TORRE

Massimo D'Alema e Nicola Latorre hanno ricoperto ''ruoli attivi'' nella vicenda della tentata scalata di Unipol a Bnl. Lo scrive il gip Clementina Forleo in una nota dell'ordinanza in cui si chiede alle Camere l'autorizzazione all'utilizzazione delle intercettazioni ai fini del procedimento con al centro la compagnia assicurativa bolognese.

Il giudice nelle conclusioni, nell'individuare il possibile concorso nel reato di aggiotaggio dei due parlamentari, ha citato otto telefonate.

Tra queste ce n'e' una, definita di ''estremo interesse'', fra l'attuale ministro degli esteri, il senatore diessino e Giovanni Consorte ''in quanto manifesta - unitamente ad altre di cui si dira' - la complicita' nell'operazione dell'on.D'Alema, oltre che dello stesso Latorre, come si e' visto resi direttamente edotti della penale illiceita' della stessa'' operazione.

Nella nota esplicativa, che si trova nelle pagine conclusive del provvedimento, il gip ricorda le otto telefonate e parla di ''ruoli attivi - contrassegnati all'evidenza da consapevole contributo causale - ricoperti nella vicenda dai deputati

Aggiornamento:

Elviatar tu ti ricordi quando in piazza S Babila (sai dovè?) difese un extracomunitario dalla polizia evitandogli l'arresto,o se leggi bene sopra come ha inquisito anche esponenti di Forza Italia?Non mi sembra propio una fascista o tu vedi complotti da tutte le parti quando sminuiscono l'alone di verginita che ha l'Ulivo?

Aggiornamento 2:

Ciao Antonio e Buon Natale

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Credo che la Forleo sia diventata scomoda quando i potenti di sinistra si sono accorti di non poterla gestire, come fanno con tanti altri magistrati disonesti.

    Ma la cosa grave è che avrebbe rotto le uova nel paniere al nascituro Partito Democratico, nel quale D'alema e Fassino avrebbero dovuto occupare posizioni di comando.

    Veltroni credo sia stata una scelta obbligata per non trovarsi con un nuovo partito già sputtanato al vertice.

    Tanti Auguri

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Clementina Forleo è un giudice che deve stabilire chi ha commesso dei reati indipendentemente dalla croce che ha messo sulla scheda elettorale...i reati non sono nè di destra, nè di sinistra, sono reati e basta. E cmq su alcuni giornali c'è scritto che vota AN, in quanto è amica di Giulia Bongiorno (quella che ha difeso Andreotti, ora è una parlamentare). E io che voto a sinistra, dico: "Forza Clementina!!" anche se vota a dx

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il problema e', che noi ultras della politica vediamo il marcio solo nella fazione opposta, senza vedere che il marcio putrido e' proprio in entrambe le fazioni politiche, che usano la calunnia per nascondere il loro stesso puzzo.

    la forleo e' stata fatta fuori perche' certe persone non devono nemmeno essere sfiorate data la loro santita' politica .

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Per questo adesso piu' che mai bisognerebbe MANIFESTARE TUTTA LA SOLIDARIETA alla FORLEO!!

    Per non dire si a queste IMPUNITA'.!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    MA QUANTO SCRIVI!!! e' scomoda,vuole usare le intercettazioni di mastella ,dalema,prodi,rutelli,e da quando ha toccato mastella e' scoppiato il putiferio.

  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Perché i capetti di sinistra sono persone infide e senza scrupoli che amano fare i finto-moralisti, essi non si sentono detentori di un mandato politico bensì si sentono padroni di tanti fessi. Al Palavobis avevano trovato veramente la soluzione: rasare al suolo tutti i direttivi di questa schifida cricca sinistra. Chi l'anno scorso li ha votati sulla fiducia, ora sa che l'errore non deve essere commesso per l'ennesima volta.

  • 1 decennio fa

    I magistrati che perseguono comportamenti illeciti sono bravi magistrati; i politici che si difendono contestando la loro obiettività sono cattivi politici.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la vicenda forleo, fa capire come funziona il resto. speriamo non x tutti, se un giudice decide di rendere publica una pratica vuol dire che non si sente , ne sicura ne' libera di dare giudizi e se da' le dimissioni , quanti sospiri di sollievo ci saranno ???? ma lei non lo fa' e fa' bene ha agito nell'interesse di tanti piccoli risparmiatori che credo siano tutti con lei, ciao antonio e auguri

  • 1 decennio fa

    Lo ha detto con te che è di sinistra?? Oppure te lo ha spifferato Berlusconi??? Attento guarda che per lui sono tutti comunisti.......

    I magistrati sono tutti scomodi quando toccano i politici......e tu, da buon estimatore del Silviuccio nazionale, dovresti saperlo bene......

    Saluti

    Quindi se prendi le difese di un extracomunitario a Milano sei di sinstra?? (anzi scusa comunista, le vie di mezzo non esistono per te).......Per quanto riguarda l'aver indagato su esponenti di Forza Italia....beh sai che novità, è il partito con più condannati ed indagati d'Italia.......

    Per finire, io non vedo nessun complotto non mi chiamo Berlusconi o chi per lui......e anzi sono molto critico nei confronti dell'attuale governo.......provate anche voi......provate a mettere in discussione il vostro Unto una volta nella vita......bah troppo difficile vero??

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Destra e Sinistra non esistono, in questi brutti tempi la politica guarda solo i propri interessi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.