Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 1 decennio fa

si può ritornare a vivere dopo che hai perso il tesoro più grande della tua vita ..un figlio adorabile di 19

si chiamava marco, era bellissimo non solo nell'esteriorità ma soprattutto dentro il cuore, dentro l'anima, aveva sempre un sorriso per tutti, era generoso,solare, divertente, lasciava una traccia nel cuore di chi lo incontrava,Io ho sempre saputo che era un ragazzo speciale ma dopo la sua morte ho avuto infinite dimostrazioni dagli altri, da chi lo ha conosciuto, ha lasciato un vuoto grandissimo, e non è vero che il tempo aiuta, al contrario, il tempo che passa mi dà la consapevolzza che non è stato un incubo ma una realtà che ha cambiato la mia vita e non solo,l'ha cambiata a tutti quelli che l'amavano e non possono essere più irradiati dal suo sorriso.da due anni insieme a lui ho perso quella che ero, l'entsiasmo, adesso vedo tutto in modo diverso e non passa un solo secondo della giornata che il mio pensiero non sia rivolto a lui....

21 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Me lo sono chiesto 1000volte anche io...nessuno puo' darti una risposta..la puoi trovare solamente dentro di te e per esperienza credimi, occorre tempo...lo stesso tempo che dicono faccia passare ogni dolore..non è cosi' il dolore non passerà mai...magari può lasciare spazio ai bei ricordi, alle emozioni forti che avete condiviso insieme ma cmq sara' sempre presente..devi imparare a conviverci e' difficile ma non impossibile.Molti dicono"la vita continua" ma si sono dimenticati di dire come!!Ti abbraccio.

  • VERA
    Lv 4
    1 decennio fa

    io penso che il dolore piu grande per un genitore è proprio quello di sopravvivere al proprio figlio

    non credo ci sia dolore piu forte

    non mi permetto di capire la tua situazione,non sono genitore non so cosa significa perdere un figlio

    ma potrei intuirlo

    il tempo puo' dare una mano,ma i dolori e i ricordi restano

    tornare a vivere come prima questo non lo so

    provare ad andare avanti forse si

    non so se hai altri figli ,beh se ne hai

    devi concentrarti su loro ,ma anche su te stessa/o e appunto andare avanti

    marco sarà comunque e sempre dentro di te

    e prova ad immaginare che magari lui vorrebbe vederti andare avanti.....

  • 1 decennio fa

    Ci sono passato anch'io e so cosa provi, ma non devi lasciarti abbattere. Devi vincere lo sconforto, occupando magari la tua mente occupandoti per esempio di volontariato o altre cose che comunque ti impegnino. Auguri

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Già...una cosa terribile...è successa la stessa cosa a mia zia...aveva solo 21 anni ed era un bravo ragazzo come marco...

    é molto difficile continuare la vita dopo queste disgrazie...quasi impossibile...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    non mi va di parlare della mia storia, ma ti posso capire benissimo..................

    molto bene!

    purtroppo di parole ne hai già lette tante, spetta a te e solo a te tirarti su, nella consapevolezza che Marco è - e sempre sarà- quell'energia vicina a te che ti aiuta ad andare avanti.

    un abbraccio

  • Anonimo
    1 decennio fa

    penso anch'io che sia un dolore impossibile da sopportare,

    e purtroppo non so cosa dirti per consolarti, perchè le parole

    sembrano troppo stupide troppo facili.

    Gli unici che potrebbero confortarti sono quelli che anche loro hanno avuto lo stesso dolore.

    Lo so che tra di voi esiste questa solidarietà .

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Lui vivrà sempre tra i tuoi ricordi, nel tuo cuore, nel tuo sorriso e anche nelle tue lacrime. Non importa se il vostro percorso assieme è durato solo 19 anni, ogni persona che entra nella nostra vita anche solo per un breve istante, ha un significato.

    E' giusto che il tuo pensiero sia sempre rivolto a lui, ma devono essere pensieri felici... io sono sicura che marco ora starà vicino a tutte le persone che l'hanno amato...

    E' difficile, lo sò, ma fatti coraggio, e onora la vita ogni giorno, anche in nome di tuo figlio, questa vita è così preziosa ma anche così fragile...

    Un abbraccio...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ho perso il mio migliore amico un anno fa in un incidente e i suoi genitori anche se con una grande sofferenza dentro sono consapevoli che lui ha vissuto nel migliore dei modi, dando tutto quello che aveva dentro a chi gli stava a fianco e che lui quel giorno aveva il sorriso sulle labbra come sempre. è un dolore immenso, che non si può descrivere ne far capire a chi non lo ha provato ne ha chi ha avuto l'onore di vivere accanto a lui, ma ogni volta che alzerai gli occhi al cielo lui sarà li a guardarti, a vivere con te, al tuo fianco. guarda sempre il cielo e il sole perchè è lui che ti sta sorridendo. il più grande dono che puoi fargli è vivere con il suo sorriso sulle tue labbra perchè sicuramente è quello che lui vuole... è quello che da come hai descritto lui faceva durante i suoi giorni.

  • 1 decennio fa

    nn so esattamente cm ti senti adesso, ma un pò ti capisco. qst'anno nella mia scuola c'è un ragazzo che si è suicidato, nn lo conoscevo molto n ma qnd l'ho saputo ci sn rimasta veramente male, spero che potrai riprendere la vita di semx. c'era una persona che mi diceva sempre nn rimpiangere di aver perso qlcn ma ringrazia di averla avuta, ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Deve essere una cosa terrificante......io nn riuscirei pià a vivere....però devi pensare che lui t vuole vedere felice non vuole che soffri...cerca d sforzarti e di pensare che devi cercare di essere felice per lui!!!!Provaci, so bn che nn è facile ma bisogna sempre provare!!!Spero tu ci riesca.....un bacione

  • 1 decennio fa

    Leggendo quello che hai scritto ho rivisto il mio migliore amico, Alessandro. Anche lui se n'è andato a 19 anni. Doveva iniziare l'università. Il primo giorno che l'ho visto si è formata dentro di me la certezza di conoscerlo da sempre. Sono passati 11 anni da quel giorno. Vorrei essere più grata per la benedizione di averlo incontrato e godere di ciò che mi ha dato. Ancora oggi faccio fatica a guardare indietro sempre col sorriso.

    Si può però andare avanti. Si deve. Questo me l'ha trasmesso la sua famiglia, mia madre che ha perso un fratello giovane e tuti coloro che ci sono passati che ho conosciuto. Se andrai avanti sarai un pilastro per coloro che, purtroppo, passeranno di là. Lui ti vede. Rendilo orgoglioso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.