macchine e motori??

raga...io vorrei imparare qualcosa di macchine...xkè mi attirano...xò nn so ancora bene tt le parti del motore o le parti essenziali delle auto...cosa sono i cc?? tipo quando si legge 2000 cc...o 1500cc..penso siano tipo i cv...(cavalli)..potete spiegarmi un pò o darmi un sito ke parli e spieghi tt le parti delle macchine e a cosa servano?? grazie 1000 vi do 50 punti!!

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Motori:

    la grandezza dei motori si misura in cc (centimetri cubici) o l (litri). 1000 cc corrispondono a 1l.

    Di norma più un motore è grosso e più è potente. La potenza si misura in Cv (cavalli vapore) o Kw (Kilowatt) 1 CV = 1,36 Kw (se non erro).

    Inoltre una cilindrata elevata garantisce anche più ripresa ed elasticità (il motore riesce ad accelerare facilmente senza dover cambiare marcia).

    Il motore si compone delle seguenti componenti principali: Pistoni: sono gli elementi che fanno su e giù dentro i vari cilindri (i motori delle auto vanno da 2 a 16 cc, quelli delle moto da 1 a 6 cilindri). Nella parte superiore del cilindro si trovano le valvole che hanno il compito di immettere il carburante nel cilindro e di far uscire da esso i gas di scarico dopo la detonazione. Il numero di valvole per cilindro varia da 2 a 4. Di norma più valvole ci sono e più elevata sarà l'efficenza con cui il carburante viene utilizzato (minori consumi e maggiore rendimento). Tra le valvole c'è sempre almeno una candela il cui compito è quello di produrre una scintilla che faccia esplodere il carburante immesso dalle valvole dentro il cilindro per far muovere il pistone.

    A seconda della dislocazione dei cilindri ci sono motori in linea (cilindri uno accanto all'altro in una o 2 file), motori a V (cilindri inclinati in modo da formare una V) e motori boxer (una V così esasperata al punto tale che i cilindri sono orizontali, o come dicono gli esperti "contrapposti").

    Cambio: per immaginare il cambio immagina 2 spiedini di ingranaggi posti paralleli. I leveraggi e la frizione non fanno altro che far scorrere in avanti e dietro gli spiedini per selezionare il rapporto desiderato. Lo stesso vale per i cambi automatici dove però i leveraggi sono comandati da un sistema elettronico e non dalla classica leva.

    Freni: i migliori sono quelli a disco, immagina un piatto di acciaio fissato dietro ogni ruota e che gira insieme ad essa (nelle vetture con i cerchi in lega è facile vederli). Questo piatto viene frenato da una pinza che risponde ai comandi del pedale del freno. Le pinze in base alla potenza frenante desiderata avranno 2 o più pistoncini (pompanti) che sono collegati alle pastiglie (quadrilateri di materiale ferroso) che afferrono il disco da entrambi i lati per frenarlo, proprio come quando dopo aver lavato un piatto ne asciughi il bordo con uno strofinaccio.

    Sospensioni: le sospensioni sono gli organi che tengono le ruote attaccate alla vettura, il loro compito è quello di garantire la giusta aderenza alle ruote con la strada sia che si passi su un dosso che in una buca. Si compongono dei bracci (traverse in acciaio) che oscillano a secondo delle asperità, dei puntoni (punti di attacco dei bracci alle singole ruote ed al corpo vettura che si chiama scocca, o telaio oppure chassis). e degli ammortizzatori che sono delle molle il cui compito è quello di controllare le oscillazioni delle sospensioni agendo sulla velocità di oscillazione delle medesime (le vecchie vetture al posto degli ammortizzatori posteriori utilizzavano le balestre). Ci sono diversi schemi di sospensioni a seconda della forma che i diversi bracci presenti per ogni singola ruota formano. I pià diffusi sono quelli a quadrilatero, a triangolo, De Dion, Multilink...

    Inoltre le sospensioni sono dotate anche di ponti e traverse il cui compito è quello di mantenere il più possibile la giusta misura tra le coppie di ruote.

    Scocca: per immaginare una scocca devi pensare ad una vasca da bagno rettangolare fatta di pannelli di acciaio ed alluminio tra loro saldati. Una buona scocca garantirà un ottimo comportamento della vettura nelle curve perchè risulterà rigida e non si deformerà sotto le sollecitazioni a cui andrà incontro.

    Questa vasca poi viene riempita di cavi elettrici, moquette, cruscotto, volante, sedili, dotata di sportelli, tetto, ecc...fino a diventare l'abitacolo.

    Tutto quello che puoi comandare dall'abitacolo come le luci, i finestrini, il condizionatore, ecc...lo gestisci grazie all'impianto elettrico che si compone di cavi elettrici, batteria e varie centraline elettroniche.

    La batteria si ricarica grazie all'alternatore, una specie di dinamo che collegata ad una delle tante cinghie che trasmettono il movimento del motore produce corrente elettrica per caricare la batteria che andrà a sua volta ad alimentare l'impianto elettrico.

    Impianto di scarico: un insieme di tubi che dai singoli cilindri si unisce tramite un collettore (una specie di vaschetta) per per convogliare i gas di scarico dentro un unico lungo tubo che sfocia pirma nei catalizzatori (vasche ripiene di schiume per assorbire i principali agenti inquinanti) e poi nella marmitta che oltre ad avere il compito di filtrare i fumi prima che essi si disperdano nell'aria ha anche quello di diminuire il rumore del motore.

    La velocità con cui i fumi vengono risucchiati fuori dai cilindri e dall'impianto di scarico influenza non poco la potenza del motore.

    Alcuni motori prima di espellere i gas dai singoli cilindri li fanno rientrare un'altra volta dentro le camere di combustione (parte alta dei pistoni) per far aumentare la pressione dentro i cilindri per aumentare la velocità del moto dei pistoni e quindi aumentare la potenza del motore. Il ciò avviene tramite i turbo, delle eliche (turbine) che accelerano il moto dei gas per aumentarne la pressione. I gas prima di entrare nel turbo vengono raffreddati tramite l'intercooler (un radiatore=un insieme di pannelli raffreddati ad acqua o ad aria).

    Infine la trazione: le auto hanno 2 o 4 ruote motrici. Se le ruote motrici sono quelle anteriori allora si parla di auto a trazione anteriore, se sono posteriori si parla di auto a trazione posteriore, altrimenti di auto a trazione integrale.

    Le trazioni anteriori sono le più diffude perchè pìù economiche da costruire.

    Una vettura a trazione anteriore in una curva affrontata troppo velocemente tenderà ad andare dritta. Una a trazione posteriore tenderà invece a far sbandare il posteriore verso l'esterno della curva, una a trazione integrale invece tenderà comportarsi più come una trazione anteriore ma andrà dritta più tardi.

    Per altre curiosità chiedi pure ma soprattutto compra riviste di settore.

  • 1 decennio fa

    LA CILINDRATA

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Cerca su wikipedia. Se vuoi ti posso consigliare un ottimo blog, Autoblog, e due ottime riviste, Evo e Top Gear.

  • Steewe
    Lv 7
    1 decennio fa

    dunque dunque.. da dove partiamo? dal motore dai..

    un normale motore è generlamente composto di tre parti principalmente: la testata, il corpo cilindri e il basamento.

    la testataè la parte superiore del motore dove generalmente l'aria e la benzina attraverso vari condotti (collettore di aspirazione x l'aria) vengono immessi nei cilindri, luoghi dove avviene la combustione. la miscela aria-benzina viene iniettata all'interno del cilindro attraverso una o più valvole e tale misciera è fatta"esplodere" tramite la scintilla provocata da una candela. questo scoppio fa muovere verso il basso il pistone che è all'interno del cilindro. il pistone è collegato attraveso una biella, una specie di asta, all'albero motore che attraverso una serie di meccanismi (catena, volano frizione, cambio, albero di trasmissione) forniscono propulsione al veicolo il gas di scarico prodotti dalla combustione vengono espulsi attraverso una valvola (o pù) di scarico nel cilindro.

    il basamento è la parte inferiore del motore dove sono siti vari organi di tramissione ma sopratutto vi è la coppa dell'olio dove viene raccolto l'olio lubrificante per poi essere rispedito verso i cilindri attraverso una pompa.

    generalmente la combustione interna avviene in 4 momenti:

    1- aspirazione: la miscela aria benzina viene iniettata nel cilindro.

    2- compressione: il pistone, per un processo meccanico di aspirazione (esempio quando usi la cannuccia per bere) risale verso la parte alta del cilindro e comprime la miscela.

    3- scoppio: la miscela viene incendiata dalla scintilla della candela e lo scoppio susseguente spinge il pistone verso la parte inferiore del cilindro creando così una spinta.

    4- scarico. si apre la valvola di scarico e i gas escono attraverso un condotto.

    per vedere un bel esempio animato ecco un link:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Motore_ad_accensione_...

    La cilindrata indica il volume interno di un cilindro. nei motori moderni, composti da più di un cilindro, si calcola il volume di un cilindro e poi ovviamente si moltiplica per gli altri.

    la cilindrata si calcola conoscendo due parametri:

    l'alesaggio, ossia il diametro del cilindro e la corsa, ossia la distanza fra il punto morto inferiore e quello superiore all'interno del cilindro. Con punto morto si indicano i due punti estremi in cui il pistone dei motori motori a combustione interna si arresta e inverte la corsa.

    una cilindrata 1200 cc indica che i cilindri (o il cilindro se il motore è monocilindrico) hanno un volume interno totale di 1200 centimetri cubici (cc). molto spesso questo valore si esprime anche in litri.

    dire 1.2 litri e 1200 cc è la stessa cosa.

    i Cavalli Vapore (HP in inglese) sono una misura della potenza. generalmente per torvare i cavalli vapore si moltiplicano i Kw (kilowatt) del motore per 1,36.

    se cerchi qualcosa vai su wikipedia.. dovresti trovare informazioni tecniche..

    spero di averti un po aiutato.. ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    cc sono i centimetri cubi riferiti al volume del motore o cilindrata(quanto è grande)

    la potenza si esprime in cv (cavalli vapore) o kw (kilowatt)

    1 kw = 1,36 cv

    per altre spiegazioni ti puoi avvalere di wikipedia

  • Anonimo
    1 decennio fa

    L'argomento è vasto, ti consiglio di farti un minimo di cultura utilizzando wikipedia!

    La meccanica non credere che sia poi così difficile, una volta capite le basi! ;-)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    scrivi su google ''Parti di composizione del motore'' ho gia visto e utile!!!si buona con me

  • 1 decennio fa

    i cc sono riferiti alla cilindrata del motore.

  • 1 decennio fa

    quella ke leggi (1500-2000 ecc) e la cilindrata nn i cavalli

    e inpensabile che una macchina abbia 1500 cavalli.

    il cavallo e l unita di misura della forza ke puo sviluppare il motore capito!!!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.