Ha delle responsabilità il popolo campano riguardo la situazione rifiuti?

O è esclusivamente colpa della camorra e della classe politica?

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    anke io sn campano, provincia di napoli! cm dicono gli altri utenti la principale colpa è di noi cittadini!

    sono il primo che nn ha fatto la raccolta differenziata quando politica (e camorra) ce ne diedero la possibilità tempo fa, installando degli appositi contenitori per tutto il comune!

    al tempo stesso vedo ogni giorno gente ke butta sigarette e cartacce x terra anke a 2 passi dal cestino!

    vedevo gente ke buttava la spazzatura fuori l'orario stabilito e ke poco se ne fregava se il sacchetto finiva al di fuori del contenitore quando questo era vuoto!

    si, i politici (ke io x primo ho votato) hanno sbagliato a nn dare subito l'allarme; si, la camorra ha le mani sulla raccolte dei rifiuti cm su tutto il resto. ma prima di fare il solito "scarica barile" è meglio guardarci un pò nelle nostre coscenze!!!

    in oltre bassolino aveva un progetto, ma il governo nn gli ha permesso di attuarlo (nello specifiko il ministro dell'ambiente).

    anke adesso il progetto c'è, ma tt le popolazioni locali dove si vuole costruire una discarika o un altro impianto, sn già insorte! insomma, la gente fa la spazzatura (in quantità) si scoccia di fare la differenziata, nn la vuole in mezzo alla strada sotto casa ma nn vuole nemmeno la discarica...questi rifiuti quindi ke fine li facciamo fare?

    mangiamoceli!

    moriremo tutti di peste... xD

  • Anonimo
    1 decennio fa

    guarda, io sono di casagiove, provincia di caserta..anche se siamo a pochi metri da caserta, nel nostro paesino non c'è l'ombra di un sacchetto fuori posto..le responsabilità sono anche nostre, perchè non tutti hanno la maturità di fare la raccolta differenziata partendo dalle abitazioni..di conseguenza l'unica soluzione è quella porta a porta. ovviamente anche le istituzioni hanno colpa, ma ho concentrato il mio discorso sul "popolo campano"

  • 1 decennio fa

    sicuramente e colpa della politica e della camorra, ma chi vota questi politici? i campani hanno anche loro delle responsabilità.

    inoltre cosa vuol dire non far andare a scuola i bambini? se c' è l rischio diossina a scuola, c' è anche a casa propria....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Spiego qual'è la mia posizione in merito.

    La colpa di tutto ciò è del popolo campano in primis. Con ciò voglio dire: non fanno la raccolta differenziata, votano da oltre 15 anni le stesse persone (sinistra, centro sinistra e simili) e insistono a non volere in nessun modo i termovalorizzatori. Ora, che Bassolino sia d'accordo sull'impianto, non credo abbia scoperto l'acqua calda. Non capisco questo cambiar bandiera: prima diceva di essere contrario perchè inquinante, adesso è d'accordo e addirittura vuole far aprire (dopo aver costruito, ovvio) 4 termovalorizzatori in 4 province campane. Così non si fa. Pecorario Scanio, prima sfilava in cortei contro i rigassificatori e inceneritori, adesso, siccome non vuole perdere la poltrona su cui è seduto comodamente da 2 anni circa, gira la frittata e dice che la soluzione a tutto ciò è: costruire dei termovalorizzatori. Ma dove ha vissuto finora? Su Marte?

    Una certa colpa c'è l'ha anche Bassolino, che durante i tre anni di Commissariato non ha saputo far altro che farsi dare soldi dall'UE e far assumere amici, amici degli amici, e amici degli amici degli amici, e metterli a fare: NIENTE!!!

    La Jervolina che urla (si fa per dire) ingiurie contro Prodi, colpevolizzandolo di tutte o quanto meno di una parte di questo disastro (che secondo me si poteva evitare).

    Si evolverà per il meglio la situazione? Io non credo. Le Regioni potranno aiutare una volta la Campania ( e sono contento che la Lombardia e il Veneto e altre regioni non hanno voluto la spazzatura nei propri inceneritori), ma non si può continuare all'infinito. La Campania si dovrà premunire di propri termovalorizzatori dove bruciare la propria spazzatura.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    sì, ce le abbiamo (visto che sono di Napoli): l'aver votato per oltre 10 anni sempre la stessa monnezza: Rosa Russo Iervolino e Antonio Bassolino...

  • 1 decennio fa

    io sono campano e ho fatto diligentemente la raccolta differenziata fino al momento in cui ho visto che tutti i raccoglitori, vetro, plastica, misto secco, umido erano scaricati nello stesso furgone, quindi, vedi tu...

  • 1 decennio fa

    La responsabilità del popolo campano è marginale, la colpa è delle istituzioni tangentiste e tangentate.

    La camorra infesta tutta la politica regionale campana fino ad arrivare alle alte sfere del governo centrale.

    In Lombardia la raccolta differenziata funziona, così come in altre regioni di Italia poichè chi non la fa' viene multato in maniera pesante, ciò non accade in Campania ed in altre regioni del sud Italia poichè è l'istituzione stessa a non avere benefici dalla raccolta differenziata poichè magari impastata in appalti truccati e agevolazioni clienteliste.

    Il popolo campano non ha colpe, la colpa è di chi non fa' rispettare la legge, ed è questo il dramma dell'Italia. La legge non è uguale per tutti.

    Non accusate i campani poichè sono vittime di un sistema corrotto, putrescente dall'interno.

    Nessuno è così stupido e folle da essere felice di vivere nella spazzatura. Magari lo sono quelli che hanno incassato miliardi dei contribuenti campani per agevolare appalti mai messi in opera. Italiani svegliatevi, se le cose non vi piacciono così come stanno, non bruciate i cassonetti, ma i mafiosi ed i disonesti che vi comandano, alzate la testa, chiedete che i vostri diritti vengano rispettati.

    Che parta proprio dai rifiuti il rifiuto della "casta".

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.