padtai thailandese?

In thailandia ho mangiato un piatto fatto con pasta (di riso?), germogli di soia, altre verdure che non saprei definire, gamberetti minuscoli (forse secchi?) servito con limone e arachidi tritate. Si chiama Padtai (ma non ne sono proprio sicura). Tra tutti voi, c'è qualcuno che lo conosce e che mi può dare la ricetta di questo piatto? Grazie!!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Armatevi di wok e paletta e seguitemi…

    Ingredienti

    3 cucchiai di olio di semi

    200g noodles di riso larghi 5mm

    200g germogli di soia

    2 carote medie tagliate a julienne

    3 scalogni tritati grossolanamente

    250g petto di pollo tagliato a striscioline (ma vanno bene anche il tacchino, il maiale, il manzo, i gamberetti, il tofu!)

    2 uova intere

    una manciata di cipollina fresca (o porro) tritata grossolanamente

    1 cucchiaio di zucchero

    4 cucchiai di salsa di pesce

    1 cucchiaio di aceto di riso

    arachidi grattugiate a piacere

    succo di lime a piacere

    peperoncino in polvere se piace

    In Thailandia vendono i noodles di riso freschi al mercato e sono morbidi, morbidi. Qui in Italia non li ho trovati, almeno, non qui in zona Perugia, non so se in altre città si riescano a trovare. Io trovo quelli secchi e li metto in ammollo per almeno un’ora, poi li scolo e li tengo da parte.

    Procedimento

    Nel wok soffriggere gli scalogni con l’olio, aggiungervi il pollo e farlo cuocere del tutto. Scansare lateralmente il pollo e, nello spazio rimasto, rompere e cuocere le uova. Quando sono quasi del tutto rapprese, mischiare al pollo. A questo punto aggiungere i noodles ed un po’ d’acqua (al massimo una tazzina), cuocere per 2-3 minuti e poi aggiungere lo zucchero, la salsa di pesce e l’aceto di riso. Cuocere fino a far assorbire il liquido ed aggiungere le carote e i germogli di soia, aspettare che si ammorbidiscano un po’ (non troppo, devono rimanere croccanti) ed infine unire le cipolline fresche (o il porro, a seconda della stagione). Cuocere per pochissimo tempo per non far perdere l’aroma alla cipollina, spegnere il fuoco e aghiungere le arachidi, il succo di lime e il peperoncino a piacere. Il fuoco di cottura deve essere quasi sempre vivace, ma non troppo (altrimenti si rischia seriamente di bruciare tutto) e bisogna mescolare in continuazione. Servire ben caldo, accompagnato da spicchi di lime, mettendo a disposizione ciotoline contenenti arachidi tritate, peperoncino, salsa di pesce per chi volesse più condimento.

    Buon appetito!

    A chi non mangia carne, ma mangia tutto il resto, come la mia amica Nadia che si definisce erbifora (sic), mentre suo marito Mauro è cannibale (sic, anche questo), suggerisco di sostituire la carne con i gamberetti sgusciati. Chi è vegetariano sappia che anche solo con le uova è buonissimo e si può sostituire la salsa di pesce con quella di soia; chi è vegano può sostituire carne e uova con il tofu e la salsa di pesce con quella di soia; chi è macrobiotico, idem, ma per la sostituzione dello zucchero attendo consigli e suggerimenti, non so se il malto possa andare bene.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • nanà
    Lv 6
    1 decennio fa

    Anch'io l'ho mangiato, molto buono penso si scriva PAD THAI e' un mix di vegetali con gamberetti e noccioline frullate il tutto fritto. Va servito con del limone che si puo' spremere a proprio piacimento sul piatto...però non so le dosi precise....io ho mangiato anche il Tomkahkai, che è una pietanza dal sapore leggermente agro, e dal profumo e sapore di cocco. e' preparato con erbe di limone, funghi, pollo e latte di cocco........buona la cucina thailandese!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.