Luca F ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 1 decennio fa

Per tutti i bresciani, i nordisti, e quelli che parlano di termovalorizzatori?

Invece di fare facile propaganda, come quelli che stanno sfruttando il polverone-napoli per incassare facili soldoni dalla costruzione di inceneritori (perchè QUESTO sono!!!!!!a parte gli stipendi di chi ci mangia, non valorizzano un bel niente!), date un'occhiata alla tanto decantata virtuosità dell'inceneritore bresciano: http://www.beppegrillo.it/2008/01/vedi_brescia_e/i...

Adesso cosa ne pensate di costruirne anche uno vicino casa vostra, eh?

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Questa e la terza mia risposta, riguardante questo beneamato problema, e sarà l'ultima .

    Sono del Nord da moltissime generazioni, ed anche il mio paese ha dei grossi problemi ambientali!)

    Credo fermamente, e come credo lo sappiano tutti, ..tu ....io i Bresciani i Napoletani i Bolognesi i Torinesi etc.

    che le responsabilità sono principalmente nostre!

    Siamo noi che lasciamo ad altri il potere decisionale, per comodità, per interessi, per il quieto vivere, per menefreghismo, per opportumismo e per una gravissima mancanza di senso civico di partecipazione alla cosa pubblica.

    La cosa più grave è che abbiamo perso la facoltà di far funzionare le meningi, ci facciamo trasportare e condizionare da stupide e infantili motivazioni politiche campanilistiche.

    Chi ci guadagna? anche in questi siffatti comportamenti facciamo il gioco degli altri,(che sono un sparuta minoranza) quelli che finora sfruttando le nostre debolezze hanno fatto i loro interessi, quelli che parlano della salvaguardia della vita umana , ma che non esitano e mettere a repentaglio la vita degli altri per il Vil Denaro! Quello che ancor mi preoccupa e l'assoluto silenzio di altre istituzioni !!

    "Per correttezza" riporto una notizia ANSA di alcuni mesi fà

    solo come elemento di valutazione. Con la speranza che qualcuno rimuova filtri che finora gli hanno impedito di vedere le cose nel verso giusto.

    Ricordando che riconoscere i propri errori eleva la persona umana.

    RIFIUTI: CORTE UE CONDANNA ITALIA PER INCENERITORE BRESCIA

    (ANSA) - BRUXELLES, 5 LUG - La Corte europea di giustizia ha condannato l'Italia per l'inceneritore di Brescia. Nella sentenza emessa oggi, i giudici europei sottolineano che non sono state rispettate le normative comunitarie per non aver sottoposto alla valutazione d'impatto ambientale il progetto di una terza linea dell'inceneritore di proprieta' della societa' Asm di Brescia e per non aver permesso all'opinione pubblica di esprimere le proprie osservazioni prima delle decisioni dell'autorita' competente. Alla Corte del Lussemburgo aveva fatto ricorso la Commissione europea dopo aver avviato una procedura d'infrazione contro l'Italia in cui si ravvisava la violazione delle direttive comunitarie sull'impatto ambientale e sull'incenerimento dei rifiuti.(ANSA). PUC

    05/07/2007 20:27

    _______________________________________________

    © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati

    Dobbiamo avere la forza l'intelletto di uscire da schemi che essi ci hanno imposto e che non risolveranno sicuramente il problema, il muro contro muro non ha mai dato soluzioni intelligenti, ma ci porterà in un vicolo senza uscite.

    Sostenere identificando persone con etica e morale al di sopra delle parti; certo che siamo caduti in basso, che la parte di moralizzatore venga da un comico, la dice lunga.

    Ma questa è un' altra cosa....

    ciao.

    >>>>>>Per correttezza -----ulteriori dettagli <<<<<<<<<<

    _:_:_:_:_:_:_:_da un blog:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:_:

    :Brescia termo,,,,,

    - le emissioni inquinanti: sostenere che una ciminiera di 120 metri inquina meno di un’auto a gasolio è come sostenere che la ciminiera di un’acciaieria inquina meno di una sigaretta.

    - il “premio”: l’inceneritore di Brescia è stato premiato come miglior impianto di incenerimento rifiuti del mondo: ti/vi basti sapere che l’ente premiatore, la WTERT (Columbia University) è sponsorizzata dalla Mrtin GmbH, che è la costruttrice dell’impianto stesso. Anche a voler essere ingenui, un piccolo dubbio sull’imparzialità della decisione dovrebbe sorgere in ognuno di noi.

    - il “controllo” emissioni: i filtraggi prevedono l’imprigionamento dei cosiddetti PM10, che sono alla fine gli inquinanti più grossolani e meno patogeni. Purtroppo, i sottilissimi PM2,5 e PM1 non vengono citati perchè sfuggono TOTALMENTE al controllo dei filtri. Oggi, non esiste al mondo una tecnologia in grado di bloccare l’emissione in atmosfera di questi inquinanti.

    - la convenienza economica: l’inceneritore di Brescia era stato progettato per trattare 250.000 ton/anno di rifiuti. Oggi, ne brucia 800.000. Perchè? Semplice, perchè nonostante gli incentivi INDEBITAMENTE (perchè destinati ad energie rinnovabili e non inquinanti) prelevati dalla nostra bolletta (Cip6) era economicamente in perdita.

    Io credo che il video (riguardante l'ASM) non abbia fatto un buon servizio di informazione, e che sarebbe ora di iniziare a parlare di più di RIDUZIONE ALLA FONTE dei rifiuti, di raccolta differenziata, e di meno spreco.

    Con stima, un cordiale saluto a tutti.

    Manuel.

    Riciao.

    $$$$$$$$ Credo in un undicesimo comandamento.$$$$$

    >><Tutte le cose negative vanno trasformate in POSITIVO>

    Forse questa è la volta buona che riusciamo tutti indistintamente nelle proprie città, a fare qualcosa di serio per il grosso problema dei rifiuti!

    Chiedo a tutti una gentilezza...

    Niente pollici in alto o in basso, creano barricate e non permettono un dialogo, nessuno ha la verità in tasca, fra persone intelligenti ci si deve sempre intendere!

    Paolo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    bravissimo spiegalo tu a sti d,,,,, perche io nn è posso più ciao e grazie cm

  • 1 decennio fa

    Se preferisci stare a contatto con fumi nocivi.. beh.. fai pure..

    il problema dell'immondizia è vostro..

    mica dei nordisti.. e vi stiamo pure dando una mano..

    ma cosa volete di più??!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Come al solito ottimo qualunquismo da parte di Grillo...

    Il problema delle diossine e PCB a Brescia è dovuto all'industria chimica Caffaro ("Brescia, per aver ospitato accanto al centro storico per un secolo l’industria chimica Caffaro, l’unica produttrice in Italia di PCB, è la città al mondo con la più grave contaminazione da diossine e da PCB nei suoli e nel sangue dei cittadini.")

    Riguardo al premio:

    http://www.greenreport.it/contenuti/leggi.php?id_c...

    Per quanto riguarda la produzione di energia elettrica:

    "nel caso dell'inceneritore di Brescia si ha un rendimento del 26% in produzione elettrica e del 58% in calore per teleriscaldamento, con un indice di sfruttamento del combustibile dell'84%"

    e ANSA del 7 Gennaio 2008:

    "(ANSA) - MILANO, 7 GEN - Un impianto che nel 2007 ha bruciato 803 mila tonnellate di rifiuti e biomasse generando 570 milioni di chilowattora di elettricità e 527 milioni di chilowattora di calore. Con un risparmio di 150 mila tonnellate di petrolio e la mancata immissione in atmosfera di 470 mila tonnellate di anidride carbonica. Sono i numeri del termovalorizzatore di Brescia, secondo l'Asm, l'ex municipalizzata bresciana fusa con Aem Milano in A2A, proprietaria dell'impianto. Il termovalorizzatore è stato premiato nel 2006 come migliore al mondo dal Consiglio per la ricerca e la tecnologia della Termovalorizzazione dell' Hearth Center della Columbia University di New York, davanti a quelli di Malmoe, Amsterdam, Londra e Vienna. "L'energia elettrica prodotta dall'impianto - spiega Antonio Bonomo, direttore dei sistemi energetici di A2A - é in grado di soddisfare il fabbisogno di 190 mila famiglie e il calore prodotto, sufficiente per il riscaldamento di 50 mila appartamenti, copre il 50% delle esigenze della città". Considerato che a Brescia gli abitanti sono circa 200 mila, l'elettricità che esce dal termovalorizzatore sarebbe in grado di illuminare la case di una città due volte grande. Ma l'impianto alimenta anche la rete di 550 chilometri di teleriscaldamento che distribuisce calore al 70% del territorio e che, dice Bonomo, "ha consentito di spegnere 16 mila caldaie di edificio". A muovere l'impianto sono i rifiuti prodotti in città, dove la raccolta differenziata, nel 2007, è stata del 44%. Il loro utilizzo, sostiene l'Asm, consente una riduzione del 43% delle emissioni di CO2 rispetto all'impiego di combustibili fossili e allo smaltimento in discarica. Le 470 mila tonnellate di CO2 risparmiate, sostiene Bonomo, "vanno nella direzione del protocollo di Kyoto ed equivalgono al risultato ottenibile con la forestazione di oltre 15 mila ettari di superficie agricola". (ANSA)."

    >Adesso cosa ne pensate di costruirne anche uno vicino casa vostra, eh?

    Ne ho già uno :)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • bea
    Lv 5
    1 decennio fa

    e allora la spazzatura che produci dove pensi di metterla scusa? in mezzo alla strada?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.