Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 1 decennio fa

Quanta forza c'è in una donna?

Donne che i dolori le hanno rese più forti. Donne che i dolori degli altri li hanno umiliati. Donne disperate che cercavano disperazione condivisa. Donne felici che raccontavano di una felicità fortunata. La loro. Quella degli altri non aveva lo stesso sapore. Lo stesso profumo. La stessa importanza. Ho visto donne reali e mi sono accontentata. Ho visto donne virtuali e ho regalato loro il mio affetto. Ho visto donne parlanti di parole effimere e bugiarde. Ho ascoltato di lacrime scese. Di dubbi irrisolti. Di frasi da Sibilla donate. Di schiaffi in metafora ricevuti. Ho visto donne che si chiamavano donne. Ma le donne sono esseri umani che sbagliano e non si ritrovano. E che quando si ritrovano puntano il dito dal palchetto della felicità. A volte basta dire di essere diverse. A volte basta dire di essere uguali. A volte non basta dire niente. A volte si sceglie. A volte le scelte sono giuste, altre volte sono sbagliate. Ho visto donne alle quali ho voluto bene...dalle quali non ho ricevuto in regalo d'addio neppure una parola gentile. Ho visto donne che dell'anima mia ne hanno fatto un cartone. Animato certo. Ho visto donne. Un passato prossimo.

Celia Sanchez

10 risposte

Classificazione
  • Stefy
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Donne in rinascita

    Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita.

    Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta.

    Che uno dice: è finita. No, finita mai, per una donna.

    Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.

    Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti da la morte o la malattia.

    Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l'esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola.

    Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all'altezza o se ti devi condannare.

    Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare.

    Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l'aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s'infiltri nella tua vita.

    Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane.

    Sei stanca: c'è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto.

    Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: "Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così".

    E il cielo si abbassa di un altro palmo. Oppure con quel ragazzo che ami alla follia.

    In quell'uomo ci hai buttato dentro l'anima; ed è passato tanto tempo, ce ne hai buttata talmente tanta di anima, che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata.

    Comunque sia andata, ora sei qui e so che c'è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento.

    Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine.

    Ed è stata crisi. E hai pianto. Dio quanto piangete!

    Avete una sorgente d'acqua nello stomaco. Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino.

    Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo. E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l'aria buia ti asciugasse le guance? E poi hai scavato, hai parlato. Quanto parlate, ragazze!

    Lacrime e parole. Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore. "Perché faccio così? Com'è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?" Se lo sono chiesto tutte.

    E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani, e saltano fuori migliaia di tasselli.

    Un puzzle inestricabile. Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi?

    E' da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così, scomposta in mille coriandoli, che ricomincerai. Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti.

    Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te.

    Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa.

    Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa.

    Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente.

    Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta, è come un diesel.

    Parte piano, bisogna insistere. Ma quando va, va in corsa.

    E' un'avventura, ricostruire se stesse. La più grande.

    Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli.

    Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo "sono nuova" con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo.

    Perché tutti devono capire e vedere: "Attenti: il cantiere è aperto.

    Stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse".

    Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia.

    Per chi la incontra e per se stessa.

    È la primavera a novembre. Quando meno te l'aspetti.

    Fonte/i: jack folla
  • .
    Lv 7
    1 decennio fa

    Una forza ancestrale che ci aiuta a sopravvivere da secoli.

  • 1 decennio fa

    le donne hanno forza da vendere...sanno amare..senza problemi..senza orgolgio...le donne sono vere...le donne sono bambine...amanti...amiche...

    ti lascio con questa canzone..

    **Ci fanno compagnia

    certe lettere d'amore

    parole che restano con noi

    e non andiamo via

    ma nascondiamo del dolore

    che scivola:

    lo sentiremo poi

    Abbiamo troppa fantasia

    e se diciamo una bugia

    e' una mancata verita'

    che prima o poi succedera'

    Cambia il vento ma noi no

    e se ci trasformiamo un po'

    e' per la voglia di piacere

    a chi c'e' gia' o potra' arrivare

    a stare con noi

    Siamo cosi'

    e' difficile spiegare

    certe giornate amare

    lascia stare

    tanto ci potrai trovare qui

    con le nostre notti bianche

    ma non saremo stanche neanche quando

    ti diremo ancora un altro si'

    In fretta vanno via

    delle giornate senza fine

    silenzi: che familiarita'

    E lasciano una scia

    le frasi da bambine

    che tornano

    ma chi le ascoltera'?

    E dalle macchine per noi

    i complimenti del playboy

    ma non li sentiamo piu'

    se c'e' chi non ce li fa piu'

    Cambia il vento ma noi no

    e se ci confondiamo un po'

    e' per la voglia di capire

    chi non riesce piu' a parlare

    ancora con noi

    Siamo cosi'

    dolcemente complicate

    sempre piu' emozionate delicate

    ma potrai trovarci ancora qui

    nelle sere tempestose

    portaci delle rose

    nuove cose

    e ti diremo ancora un altro si'

    anche quando non parliamo

    quando ci nascondiamo

    o camminiamo

    ma potrai trovarci ancora qui

    con i nostri sentimenti

    e i condizionamenti

    non ci senti

    stiamo per gridare un altro si'

    e ti diremo ancora un altro si'

    e ti diremo ancora un altro si'**

  • 1 decennio fa

    Tanta che a volte neppure le donne stesse se ne rendono conto di averla, le donne sono progettate per essere forti, la natura mi sorprende ogni giorno che passa... il fatto che anche geneticamente le donne sono favorite non sembra un caso.

    Qualcuno diceva che la forza delle donne é come l'aroma di una bustina di buon thé, c'é sempre, ma é sprigionato al massimo solo nell'acqua calda.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    a volte basta essere Donne e non solo femmine ...

    http://www.youtube.com/watch?v=F0SKDXFHOoo

    Youtube thumbnail

    ciao Margot ...

    Mac

  • 1 decennio fa

    Penso che noi donne, abbiamo davvero tanta forza, anche se nel momento in cui proviamo dolore, sembriamo così ingenue,e stupide nel piangere..

    però piano piano con le nostre forze solo con quelle...i nostri dolori si superano..Pensate solo che dio ci ha dato il dono del "parto", questo vuol dire,che la donna ha un po più di forza dell'uomo..

    Cmq donne l'importante è non farci schiacciare da nessuno,perchè noi valiamo davvero tanto!

  • 1 decennio fa

    bella domanda...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    BOOOOO....

  • 1 decennio fa

    Tu sei una donna!? dovresti saperlo?!

  • MOLTA!!!SOPRATTUTTO QND FANNO SU E GIà CN QLLA MANINA!!!O ANKE CN IL CORPO INTERO...XD

    NN PENSATE?????????

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.