Sara HH ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 1 decennio fa

Esperimento di Taylor?

Seguo il tutto abbastanza bene fino al punto dell'aggiunta di colchicina... Ok, questa sostanza blocca la mitosi ma consente la duplicazione del DNA nelle cellule... E quindi? Non riesco a capire perché questa aggiunta di colchicina.. Non poteva semplicemente far duplicare le cellule in ambiente nutritizio senza nucleotidi radioattivi e poi guardare la radioattività? Ci ho pensato, e ho concluso (spero di non sbagliare) che poteva escludere l'ipotesi della duplicazione non conservativa anche senza la colchicina... Qualcuno ci ha capito qualcosa più di me???

Aggiornamento:

E invece nella 2°parte dell'esperimento, cioè quando rimette le radici delle piante in un mezzo contenente nucleotidi normali, i cromosomi dovrebbero essere per metà non radioattivi e per metà radioattivi, giusto?

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Mah, secondo mela colchicina e' stata utile perche' ti permette di bloccare letteralmente i cromosomi sul fuso mitotico. In un esperimento fatto per bene, puoi davvero visualizzare i cromosomi, ben separati l'uno dall'altro, sul fuso mitotico. In questo modo, dopo la duplicazione, puoi effettivamente vedere che TUTTI i cromosomi sono marcati radioattivamente, invece di guardare alla radiattivita' totale della cellula...

    Per la seconda parte: giusto. Infatti se pensi ad un cromosoma con un filamento radioattivo ed uno no, al prossimo ciclo di replicazione avrai 2 cromosomi: uno avra' un filamento radioattivo (quello stampo) e il neosintetizzato non radioattivo mentre l'altro cromosoma avra' entrambi i filamenti non radioattivi (stampo e neosintetizzato)

    Fonte/i: Biologa molecolare
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.