Pino ha chiesto in Scienze socialiScienze sociali - Altro · 1 decennio fa

ma perchè si crede che il comunismo sia sinonimo di libertà?

Come è possibile che dopo gli orrori fatti da regimi dittatoriali comunisti come nell'est europeo, Russia, e in alcuni paesi asiatici, esistono persone che sotto la bandiera rossa manifestano chiedendo giustizia ed eguaglianza? come si fa a non capire che anche se hanno ideologie diverse, il Fascismo ed il Comunismo hanno gli stessi scheletri nell'armadio?

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    perchè sono cretini e pecoroni.

    caruso deve andare nel cesso

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Il comunismo, così come è stato pensato da Marx, non è mai esistito, non è mai stato messo in pratica. Tutte le forme di pseudocomunismo che si sono avverate nella storia sono state dittature vere e proprie nascoste dall'ombra di una falsa bandiera rossa.

    L'idea del comunismo parte da questo concetto semplice: perché il figlio di Agnelli o quello di Berlusconi devono avere tutte le porte aperte, e il figlio di un disoccupato è destinato a vivere una vita di mrda?

    Il capitalismo lascia fare: colpa tua se sei di una famiglia indigente. E andiamo avanti così, con poveri sempre più poveri e ricchi sempre più ricchi....

    Il problema è che il comunismo, quello vero, è impossibile da mettere in pratica, finchè il mondo sarà pieno di furbacchioni che manipolano e pensano solo ai propri interessi. Si chiamano politici e l'ultimo dei loro pensieri è il benessere della popolazione e la salvaguardia dell'ambiente.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • dittatura comunista è una cosa il comunismo è beh altra. il comunismo è una utopia che non si rializzerà mai....

    Cmq il comunismo per me non è sinonimo di libertà ma di uguaglianza.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Bhe, tu non devi vedere gli orrori che hanno fatto i partiti, ma devi considerare le idee di Marx. Cmq, l'altro ieri ho letto il paragrafo sul comunismo e trovo la sua idea giusta: voglio dire, senza la proprietà privata, non ci sarebbero diversità tra classi sociali. Io, per via della mia povertà, sai quante offese ho ricevuto a scuola dai ricchi. Quindi, non biasimo chi crede ancora nel comunismo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    xk è un luogo comune,come il fatto ke i fascisti sian anke nazisti,la gente nn sa le cose e s accoda al pensiero +diffuso...non ragiona sulle cose,è kiaro ke la maggior parte delle persone indigenti sostengono il comunismo e qlle rikke il fascismo xk curan solo il loro interesse...il punto è ke il fatto ke nn esista la proprietà privata è quanto di più assurdo si possa sostenere...tutto è basato sulla proprietà privata ,abolirla signifikerebbe abolire il denaro,(ed ecco xk i +poveri lo sostengono,e ,cn il peggiorare della situazione economica della gente s doffonde semx +l'ideologia comunista!!)se la gente fa la sua parte all'interno di uno stato è solo x accresce la proprrietà privata guadagnando,c sarà anke qlke piccola eccezione ma quasi tutti lo fann sl x qllo,pensateci...credete ke se v dicessero ke dovete fare un lavoro sl x mandare avanti lo stato(quindi un paese i n cui ognuno fa la sua parte affinkè anke gli altri la facciano e diano i prodotti del loro lavoro gratuitamente sapendo ke anke gli altri faranno lo stesso) voi fareste un lavoro pesante?studiereste x 10 anni x diventare medici o fareste il lavoro +semplice ke v si presenta??tanto potreste anke spaccarvio la skiena e otteerreste lo stess ke otterreste passando la giornata dietro ad un bancone senza aver fatto nessuno studio....x me è assurdo...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Perchè almeno il Comunismo si basa su degli ideali e dei prrincipi giusti, che poi ovviamente non sono stati messi in pratica perchè figurati se l'uomo può mettere in pratica quegli ideali, ma almeno in partenza sono giusti e non come quello schifo del nazifascismo che si basa su odio del diverso a priori.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    si sbaglia nel non capire il concetto di regime dittatoriale con comunismo...

    in europa del est c'erano dei dittatori che lo hanno interpretato come volevano loro ...ma del comunismo era solo il nome

    se si legge bene quello che ha scritto Marx ...si arriva a capire la differenza tra i due concetti...

    Fonte/i: io sono albanese .
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    A mio avviso solo un popolo nella storia dell`umanità non ha conosciuto la schiavitù della proprietà privata,non era contemplata neanche dal loro vocabolario!Non faceva infatti parte neanche del loro modo di pensare,ebbero problemi ad accettare il fatto che un uomo possa essere padrone della terra su cui cammina.Loro non conobbero ne il comunismo ne il fascismo,conobbero prima la nostra cultura che li distrusse.Quindi anche se il comunismo o il socialismo fossero semi di un albero possibile,sono le basi,la terra in cui dovrebbe essere piantato la stessa che causò quello di cui parlavo prima,degli indiani d`america,l`unico popolo comunista forse mai esistito ,senza averlo mai saputo!

    Fonte/i: per Gianluca.Se per nulla si intende uno degli studi e delle teorie economiche e scientificamente valida mai formulate da mente umana credo tu abbia seri problemi di documentazione,se poi si volesse parlare della loro applicazione alla realtà,quì potremmo cominciare a discutere su quanto ciò sia realistico o no,ma la teoria marxista resta fino ad oggi almeno per la sua logica l`unica che abbia spiegazioni coerenti e scientifiche con la realtà in cui interagisce.Che poi ci sia una grande incognita, che è l`uomo,e che non permette quindi la sua scientifica applicazione è tutto un`altro paio di maniche!
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Marx non ha capito nulla di come si può mandare avanti un paese, e poi il comunismo non è affatto libero...anche perchè è stato Smith a teoricizzare il liberismo con la "mano invisibile" e tutte quelle robe lì. Comunque i politici di oggi non sono affatto comunisti, sarebbe troppo facile fare il comunista con tutti i loro soldi e i loro privilegi.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    perché anche loro sanno che le loro ideologie sono fondate sul nulla.... e allora si inventano quelle storielle

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.