domanda x le donne cn i figli!?

salve,bè avevo una curiosità...stavo guardando un film su fox life,si kiama "un sogno spezzato" e parla di una coppia ke desidera tanto un figlio,e quando lei è incinta,una settimana prima ke il bimbo nasca,questo muore...ma la cosa ke mi ha colpito è stato quando lei ha dovuto partorire questo bimbo morto,e come provava dolore nel partorire...ma si prova davvero così tanto dolore????e x qnt tempo???cioè dura sl nel momento del parto?e scusate se fa csì male,xk nn fate il cesareo???grazie in anticipo delle risposte ^_-

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    anche secondo me dipende molto da donna a donna! e poi dipende anche dal termine! io sono un po giovane x parlare di esperienza proprio -ho solo 17 anni XD- ma per esempio mia zia a partorito con quasi un mese di anticipo e ci ha messo piu di 24 ore :S mio cugino metteva fuori la fronte e poi le conrazioni lo riportavano dentro :S infatti ha avuto serie complicazioni, per fortuna non si era rotta la sacca amniotica e il bimbo è stato senza bisogno di operare! pero che palle 1 giorno e mezzo con sto bimbo in ballo... mia mamma invece dice sempre che ha partorito mio fratello il tempo di uno starnuto XD

  • Fa male, ma non tanto come molte ragazze, specie molto giovani come te, immaginano. C'è un "magico" ormone, che si chiama ossitocina e fa che contrarre la muscolatura dell' utero "apposta" per secondare l' espulsione del feto. Se la mamma non ce la fa, le mettono una piccola flebo con questa sostanza con un cateterino sottilissimo senza ago e in breve, fa effetto e il parto avviene senza complicazioni.

    Poi, l' ossitocina stimola la produzione di endorfine che migliorano l' umore e, se allatti al seno, la prolattina ti rilassa moltissimo e ti aiuta ad avere le lochizioni, ossia l' espulsione degli annessi fetali nel periodo successivo al parto.

    Per esperienza personale: non fare tante ecografie, che si spendono soldi e basta, ne bastano tre durante tutta la gravidanza per controllare se il bambino è sano. Molti medici speculano su questo.

    Gli esami in gravidanza: sì, ma con giudizio. Mi dite voi che senso ha fare un' amniocentesi ad una 25enne, se l' esame comporta un rischio d' aborto dell' 1% e se lei, a quell' età, ha solo lo 0,5% di possibilità di fare un bimbo malformato?

    Mangia e bevi tutto quello che vuoi. Io ho persino bevuto, per tutti i 9 mesi di gravidanza, un dito di vino rosso a pasto, meglio di qualsiasi cardioaspirina o diavoleria che rifilano i ginecologi alle donne sprovvedute ed ansiose.

    Fare un figlio al giorno d' oggi non è comodo né facile, -SPECIE SE SI E' GIOVANI E NON TROPPO EDOTTE IN COSE MEDICHE O IN PROBLEMI POLITICI e il paradosso è questo: le donne, -quelle con minore accesso alla cultura- sono strette tra chi, per speculare un facile appoggio elettorale vaticano, propone assurde moratorie sulla legge 194, colpevolizzandole se abortiscono e i medici, che in nome di una medicalizzazione dell' evento della gravidanza, gli propongono sempre nuovi esami, ingenerando ansie e lucrando centinaia di euro a prestazione sanitaria.

    L' abuso, che avviene, sul numero dei cesarei, è sempre motivato da una motivazione economica: cliniche e ospedali non vogliono pagare le penali nel caso una donna o la famiglia sporgesse denuncia nel caso di un parto andato male, poiché si pensa -erroneamente- che il parto cesareo esponga madre e bambino a meno rischi.

    Qui a Parma la percentuale è del 40% di tutti i parti, l' OMS indica il dato tendenziale ottimale <12%, e la signora che abita dietro casa mia ha avuto problemi per una garza "dimenticata" nel grembo.

    Ma se una donna segue un buon corso pre-parto, impara, con esercizi di rilassamento e di respirazione a controllare ansia e paura, ridimensiona il dolore considerandolo un avviso che il nostro corpo ci dà e non una condanna senza appello, quasi sicuramente non avrà alcun bisogno del cesareo o, peggio, dell' epidurale.

    Se siete giovanissime e desiderate un bambino, non vi sentiate assurde a pensarci. Siate ottimiste. Non fatevi suggestionare de film appositamente "commoventi". Imparate a conoscere il vostro corpo e a volergli bene.

    Lo yoga e la ginnastica aiutano moltissimo persino a controllare i dolori mestruali, e ancora di più possono fare per il parto.

  • 1 decennio fa

    il dolore è soggettivo, alcune persone non lo provano affatto. la mia esperienza è stata molto dolorosa ma ne è valsa la pena, però subito dopo il dolore passa! il cesareo ha le sue alte controindicazioni, infatti viene fatto solo in caso di necessità. è doloroso nella maggior parte dei casi, ma sono dolori di gioia, è una cosa bellissima anche se dolorosa, ma vale ogni secondo di sofferenza!

  • 1 decennio fa

    beh Io ho avuto una bellissima esperienza non ho provato questo dolore che tutti dicono in circa 2 ore ho partorito ma la cosa bellissima ho partorito 2 gemelline riviverei quel giorno anche adesso e ringrazio DIO di non aver fatto il cesario saluti

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    un po di dolore lo senti ma nn x tutte e uguale...anche x il tempo, io per esempio con poche spinte ho partorito altre donne ci mettono anche un'ora o +.il dolore inizia con le contrazioni e mano a mano che si avvicina il momento di partorire fà + male. il cesario nn è meglio di quello naturale anzi è peggio xkè i dolori vengono dopo, nn sempre ti puoi alzare subito dal letto,il latte arrivare più tardi e anche quello comunque è un operazione e come tale dopo devi mangiare solo roba liquida. è molto meglio il parto naturale!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    si fa male,ma chi ti ha detto che il cesareo non fa male,anzi ne fa di più.......

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.