Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoManutenzione e riparazione · 1 decennio fa

Rivestimento a cappotto o Intonaco isolante?

Dovendo realizzare un cappotto termico per problemi di muffa mi hanno proposto oltre al sistema tradizionale con i pannelli in polistirene, anche un sistema fatto con un intonaco speciale che si chiama Diathonite Evolution,vorrei sapere la differenza tra i due e qual'e' il modo migliore per fare l'isolamento.Grazie

Aggiornamento:

Allora;il muro e' un muro da 8(+8?) la muffa si forma essenzialmente nelle pareti nord nord ovest ma anche nel soggiorno che e' esposto a sud .Siamo a circa 300 metri dal mare, e questo probabilmente ha il suo peso.Grazie dei suggerimenti

Aggiornamento 2:

La muffa si forma nelle camere ,negli armadi, in bagno, in soggiorno e non in cucina.Mi hanno proposto un rivestimento a pannelli di 3 cm con l'intonaco finale si arriverebbe a 4 cm

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Io uso sempre pannelli di stirene da 8.00 cm da mettere all'esterno. Costa meno dell'intonaco isolante. Per limitare i ponti termici dovreti vedere di isolare anche i balconi. I balconi si comportano come alette di raffreddamento di un motore monocilindrico a due tempi. Tende a trasferire fuori il calore dall'abitazione. Io l'ho fatto ricoprire di stirene per 4.00 cm. Per la detrazione di imposta puoi usufruire del 55 %.

    Fonte/i: Sono un ingegnere.
  • 6 anni fa

    i consigli che hanno scritto sono tutti validi , la muffa si crea x tanti fattori , locali poco arieggiati , sbalzo termico tra esterno e interno..comunque Non sempre è possibile realizzare un isolamento termico a cappotto le difficoltà tecniche del cappotto in pannelli di sughero e i vincoli urbanistici e artistici di molte facciate impediscono la realizzazione del cappotto termico in pannello di sughero. Ecco che l'intonaco termico di sughero è la soluzione ideale in questi casi: si può applicare all'interno e pure all'esterno, per avere un risparmio energetico ,io a casa mia ho fatto così , per trovare chi mi faceva il lavoro ho richiesto un preventivo sul portale http://www.edilnet.it/ , li mi hanno fatto 3 preventivi e dopo ho scelto la ditta che mi faceva il lavoro nella mia zona .

    Fonte/i: esperienze passate .
  • 1 decennio fa

    Solitamente il cappotto termico o i pannelli si utilizzano per evitare pedite di calore e penetrazioni di freddo. La muffa si forma per molti motivi,pittura non traspirante a spessore , locali poco arieggiati e molto freddi.

    Aria molto umida.

    Primi rimuovi le muffe con i vari prodotti in commercio o candegina e olio di gomito , poi dovresti rimuovere anche la pittura ,rasare le pareti e imbiancare con tempere traspiranti.

    Aquistare un deumidificatore elettrico o quelli a secco .

    Il cappotto esterno è utile purche sia traspirante se invece non lo è invece di migliorare peggiori ..I pannelli non sono traspiranti.

    1 cm di intonaco sopra i pannelli non serve , si spaccherebbe e inizierà a cadere in men che non si dica è troppo poco ...Forse pannelo da 1 cm e 3 d'intonaco ? Sarebbe meglio credo..

    Se sei a meno di 300 m dal mare c'è poco da fare l'aria è umida quindi devi arieggiare per asciugare e riscaldare ...

    Il cappotto termico lo si fa in alta montagna per il freddo non a 300 m dal mare....

    Ciao Marina ......

  • 6 anni fa

    il rivestimento a cappotto o Intonaco isolante è ottimo per evitare la crescita di muffa sulle pareti

    http://antimuffaefficace.it/blog/come-eliminare-la...

    cerca i migliori prodotti antimuffa qui:

    http://antimuffaefficace.it/

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    La muffa si forma per l'eccessivo salto termico tra esterno e interno. Generalmente in alto in corrispondenza del solaio perchè trasmette il freddo all'interno.

    Per esperienza ti consiglierei il cappotto, perchè il polistirene ha un lamda molto più basso di qualsiasi altro materiale isolante, perciò a parità di spessore hai una coibentazione migliore.

    Mi lasciano un po' dubbioso i 3 cm di spessore. Negli ultimi edifici che ho realizzato lo spessore dell'isolante è molto superiore. Mediamente un edificio di classe C (in lombardia) lo spessore difficilmente è inferiore a 5 cm di polistirene.

    Ti consiglierei dato che il costo maggiore è l'intonaco e la tinteggiatura, di usare almeno il doppio pannello da 3 cm.

    N.B tieni presente le agevolazioni fiscali.

  • 1 decennio fa

    Per ottenere un buon risultato dovresti indicare il tipo di muratura esistente.

    Il polistirene (per quanto dicano) non lascia "respirare" la muratura, e abbisogna relativamente di poco spessore; l'intonaco è migliore dal punto di vista dell'igroscopicità ma isola relativamente meno.

    Sapere dove nasce la muffa, che stanze sono (cucina, camera,ecc) , l'orientamento sono dati utili per poter essere più precisi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.