Per veri esperti di alimenti: le patate?

Tempo fà mi hanno detto che le patate cotte vanno consumate entro 24 ore perché poi diventano tossiche. Cioè, se ho cotto le patate a pranzo e le voglio mangiare il giorno dopo a cena, mi fanno male.

C'è qualcuno esperto che mi conferma o smentisce?

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    E' una delle tante leggende metropolitane...

    NON è assolutamente vero, si deteriorano al pari di tantissimi altri cibi, nei tempi e nei modi normali...

    Tendono a scurire con il tempo per una naturale ossidazione che poco ha a che vedere con tossicità o altro.

    Ovvio che se le mangi fresche sono meglio, ma solo perchè sono più buone.

    ciao,

    claudio

  • ReM
    Lv 5
    1 decennio fa

    guarda,sinceramente nn mi sono mai documentata,ma avevo letto ankio qst cosa..anke se mi è capitato di mangiarle dp le 24ore e come vedi sono ancora qui a raccontartelo!nn credo ke ti facciano star male al momento..ma magari potrebbero avere delle conseguenze + a lungo termine se ti capita spesso..cmq domanda interessante,stellina x te!

  • 1 decennio fa

    forse il sapore cambia un pò ma non credo che diventino tossiche.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Come molte Solanacee, per esempio il pomodoro, la patata contiene diverse tossine, soprattutto nelle parti verdi, nei fiori e nei germogli: il fusto e le foglie comunque non sono mai stati usati per l'alimentazione (le foglie invece servirono come surrogato del tabacco in periodi particolarmente difficili) ma occorre evitare di consumare i tuberi quando questi presentino parti verdi, perché in tal caso si rischia una intossicazione. Per questa ragione le patate devono essere conservate al buio, per evitare che germoglino. Inoltre il frutto è molto tossico, come nella maggioranza delle specie del genere Solanum, come la morella (Solanum nigrum) o la dulcamara.

    La principale di queste tossine è un alcaloide, la solanina, che è presente anche nel tubero a basse dosi (meno di 10 mg per 100 g) e concentrata soprattutto nella buccia, che è quindi meglio togliere. Quando la concentrazione è più elevata, come in alcune varietà, ne deriva un gusto amaro del tubero. La solanina non è eliminata dalla cottura, perché viene distrutta dal calore solo sopra i 243 °C. L'ingestione di solanina provoca raramente la morte ma può causare delle emorragie, specie alla retina[6]. La patata contiene anche lectine, ma queste sono distrutte dalla cottura. Le lectine sono delle proteine capaci di legarsi in modo reversibile a mono o oligosaccaridi. Questa proprietà permette alle lectine d'agglutinare i globuli rossi umani e di perturbare probabilmente il buon funzionamento dell'apparato digerente degli insetti che si nutrono della pianta, costituendo così un ruolo difensivo della pianta stessa nei confronti degli insetti.

    Fonte/i: wikipedia
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Si è vero, anche io so che sono tossiche.

    Però, se le patate sono condite anche con aceto, durano tranquillamente anche due giorni.

    "Provato e riprovato su di me"

    Certo, d’estate è meglio non rischiare se non sono state conservate subito in frigo, in modo particolare in una casa dove sia priva di climatizzazione.

    Se la cosa si ripete spesso, be allora ne risentirà il pancino, e non sarà certo gradevole.

    Baci a tutti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.