Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

10 PUNTI!URGENTISSIMISSIMISSIMO!!!VI PREGo!!?

dove abitarono i maori i maya e gli atzeki??mi potete cercare delle cartine geografiche su di loro?'

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    QUESTI SN I MAORI....

    I Maori sono un popolo polinesiano, diffuso principalmente nel nord della NUOVA ZELANDA . Hanno tratti negroidi e mongoloidi, e sono generalmente alti, con la pelle di color bruno chiaro. Si ritiene che oggi la popolazione dei Maori si aggiri intorno alle 200.000 unità. Benché essi parlino tutti inglese, la loro lingua originale è detta Māori.

    L'arte dei Maori assomiglia a quella della Papuasia. Le loro abitazioni, in legno, sono spesso decorate con complessi intagli policromi. Artistica va considerata anche la pratica del tatuaggio del volto e del corpo, che rappresenta una delle tradizioni più importanti e resistenti di questo popolo. Tipica è anche la danza della Haka, resa celebre anche in Occidente dagli All Blacks, la nazionale di rugby neozelandese, che prima di ogni match intona la Ka Mate, una delle due versioni di Haka (l'altra, meno famosa, è la Peruperu, una danza di guerra).

    La società maori è tradizionalmente suddivisa in caste e in clan matrilineari, spesso in conflitto.

    I Maori furono storicamente in forte opposizione rispetto ai coloni inglese, che non riuscendo a sottometterli stipularono con loro un trattato (il Trattato di Waitangi). Anche dopo la nascita della colonia, e poi dello stato indipendente della Nuova Zelanda, i Maori non hanno mai cercato l'integrazione con le altre etnie del Paese, pur essendo da tempo convertiti al cristianesimo. Il governo neozelandese ha negli ultimi anni dato inizio a un programma di integrazione razziale per facilitare l'integrazione dei Maori nella società, al tempo stesso proteggendone il bagaglio culturale.

    QUESTI SN I MAYA

    Il termine Maya può riferirsi sia alla cultura archeologica sia ai popoli moderni che vivono nel sud del Messico e della parte settentrionale dell'America Centrale, facenti parte della famiglia linguistica maya.

    Si stima che vi siano 6 milioni di Maya viventi in questa regione all'inizio del XXI secolo; alcuni sono abbastanza integrati nella cultura moderna delle nazioni nelle quali risiedono, altri conservano uno stile di vita differente e più legato alle proprie tradizioni, spesso parlando i linguaggi Maya.

    Le più vaste popolazioni Maya sono negli stati messicani di Yucatán, Campeche, Quintana Roo, Tabasco e Chiapas, nonché nelle nazioni centroamericane di Belize, Guatemala e a occidente in Honduras e in El Salvador.

    Il gruppo più vasto di Maya moderni si trova nello stato messicano dello YUCATAN . Il nome Yucatán si narra derivi da Yectean, esclamazione che significa più o meno "non ho capito". Così rispondevano le popolazioni cui gli spagnoli chiedevano il nome della propria terra: Yectean, non ho capito. Comunemente si identificano come "Maya", senza nominare alcuna tribù (diversamente da quelli che vivono negli altopiani occidentali del Guatemala) e parlano una lingua che gli antropologi definiscono "maya yucateco", ma è chiamato semplicemente "maya" da chi lo parla e dagli altri yucatechi; parlano comunque anche lo spagnolo. Specialmente nelle regioni occidentali, anche quelli che parlano maya in casa spesso si definiscono meticci, il che mostra una certa assimilazione alla cultura dominante messicana.

    Storicamente, la popolazione della metà occidentale della penisola era meno integrata con la cultura ispanica e meno assoggettati ai coloni rispetto agli abitanti della metà orientale.

    Vi fu una grande rivolta dei maya yucatechi, nel XIX secolo, che fu una delle più riuscite rivolte moderne degli Indios. Essa portò tra l'altro alla temporanea esistenza di uno stato maya di Chan Santa Cruz, riconosciuto come nazione indipendente dall'Impero Britannico.

    Lo sviluppo del turismo nel Mar dei Caraibi ha incoraggiato uno spostamento demografico da altre regioni del Messico. Questo fenomeno però, secondo molti critici, è stato motivato almeno in parte dal desiderio del governo centrale messicano di diminuire l'identità maya della regione a favore di una generica "messicanità".

    Questo processo ha creato forti scompensi nella identità culturale dei discendenti del popolo Maya.

    l Chiapas fu lo stato del Messico meno toccato dalle riforme della Rivoluzione messicana. Molti Maya qui supportano l'Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN).

    I maggiori gruppi etnici chiapanechi sono tzotzil e i tzeltal, che si trovano sugli altopiani; i tojolabal,i ch'ol, i lacandoni.

    In GUATEMALA le popolazioni Maya più vaste e più legate alle antiche tradizioni si trovano negli altopiani occidentali.

    in questo stato la politica seguita dai coloni spagnoli è stata quella di mantenere le popolazioni indigene separate e sottomesse e continua ancor oggi nel XXI secolo. Questo ha portato alla conservazione di molti costumi tradizionali, unico stile di vita possibile per i Maya.

    Continua ancor oggi una notevole identificazione con le tribù, che spesso corrispondono agli stati-nazione precolombiani. Molte persone indossano tutt'oggi abiti che distinguono i gruppi locali specifici da tutti gli altri. I vestiti delle donne tendono a essere più tradizionali rispetto a quelli maschili, poiché gli uomini hanno avuto una maggior interazione con la cultura ispanica e maggiori rapporti commerciali.

    Fra i popoli Maya degli altopiani vi sono i quiché, i mam, i pocomam, i caqchikel, gli ixil, i kekchi, i tzutuhil, i jacaltechi.

    QUESTI SN GLI ATZECHI

    Gli Aztechi furono una delle grandi civiltà precolombiane, la più florida e viva al momento del contatto con gli ispanici. Si svilupparono nella regione mesoamericana dell'attuale MESSICO dal secolo XIV al XVI.

    Nella consolidata mitologia azteca, la leggenda vuole che i mexicas fossero partiti da Aztlàn per giungere dopo una lunga peregrinazione nel lago Texcoco. Essa era circondata da vulcani e vi si stabilirono conquistando fermamente tutti gli altri popoli dell'America centrale. Fu l'ultima tribù arrivata lì di sette nahuatlacas (di lingua nahuatl). Il loro dio aveva predetto che un giorno essi avrebbero visto un'aquila sopra un cactus con un serpente nel becco e in quel punto avrebbero fondato la loro città Così avvenne e, dopo molti anni, i mexicas gettarono le fondamenta della loro capitale, Tenochtitlàn, su un isolotto nel lago Texcoco. Oggi il lago è ormai prosciugato da anni, Tenochtitlàn è diventata Città del Messico ma l'aquila della profezia è rimasta al centro della bandiera messicana. Leggenda a parte, i mexica arrivarono realmente ultimi alla ricerca di un posto più accogliente dell'arido nord messicano. Poveri e non bene accetti da parte degli abitanti, i Toltechi, riuscirono comunque a stabilirsi accettando ed assimilando la loro cultura, al punto che per loro il termine Toltecayotl divenne sinonimo di cultura. Nel 1325 fondarono Tenochtitlàn e riuscirono a svilupparsi seppur sotto il dominio di Azcapotzalco, che servivano come mercenari. Assunsero così un'impronta militare che li portò a sopraffare Azcapotzalco e a sottomettere progressivamente diverse tribù, in un crescendo che vide la nascita del più grande impero che fosse mai esistito nel centroamerica.

    La capitale dell'Impero Azteco era Tenochtitlan, situata dove oggi sorge Città del Messico.

    Costruita su alcuni isolotti del Lago Texcoco, la planimetria della città si basava su uno schema simmetrico che divideva la città in quattro sezioni, era inoltre attraversata da canali utilizzati per il trasporto.

    Le case erano costruite con legno e mattoni di argilla con tetti di canne, mentre le piramidi, i templi ed i palazzi erano solitamente fatti di pietra.

    L'antropologo Eduardo Noguera stima basandosi sul conteggio delle case una popolazione di 200.000 abitanti, aggiungendo anche la popolazione di Tlatelolco (inizialmente città indipendente, venne poi inglobata da Tenochtitlan). Se nel conteggio si includono anche le isole e le sponde del lago arriviamo ad un conteggio che va dai 300.000 ai 700.000 abitanti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Maori = Nuova Zelanda

    maya = Messico

    Atzeki = america sud / centrale

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Maya e Aztechi sono una cosa (America latina) Maori tutt'altro (Polinesia). Comunque

    leggi qui:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Māori

    http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_dei_Maya

    http://it.wikipedia.org/wiki/Aztechi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Maori --> oceania

    Maya e Aztechi (occhio a come si scrive) --> America centro meridionale.

    Se fai una ricerca con wikipedia ti da la zona e anche la loro storia (a grandi linee).

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    America Latina

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • c@te
    Lv 6
    1 decennio fa

    in generale nell'america latina, i maya più specificatamente nel salvador, le honduras e lo yucatan

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    booooooooh...lo sapessi te lo direiii...scs

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • *LOL*
    Lv 7
    1 decennio fa

    Nell'attuale America Latina.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Nell' america latina

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    america latina attuale...specialmente nel perù!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.