SqUiNzIa ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Pro ana e Pro Mia! Dobbiamo dare la colpa ai genitori?

Durante un dibattito tra amici è nata la questione di tutte queste ragazzine che sono Pro ana o pro mia...sembra ormai una moda...c'è chi da la colpa alla società e ai media...e chi la da ai genitori che non hanno saputo impartirgli una buona educazione e dei buoni valori! Secondo voi è giusto far carico ai genitori delle colpe dei figli?

Aggiornamento:

Pro ana è colei a favore dell'anoressia.

DECALOGO PRO-ANA

I 10 Comandamenti 1) Se non sei magra, non sei attraente; 2) Essere magri è più importante che essere sani; 3) Compra dei vestiti, tagliati i capelli, prendi dei lassativi, muori di fame, fai di tutto per sembrare più magra; 4) Non puoi mangiare senza sentirti colpevole; 5) Non puoi mangiare cibo ingrassante senza punirti dopo; 6) Devi contare le calorie e ridurne l' assunzione di conseguenza; 7) Quello che dice la bilancia è la cosa più importante; Perdere peso è bene, guadagnare peso è male; 9) Non sarai mai troppo magra; 10) Essere magri e non mangiare sono simbolo di vera forza di volontà e autocontrollo. (tratto da un blog di una ragazza malata)

pro mia sono invece coloro appoggiano la bulimia

15 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Secondo me i genitori qua c'entrano poco, e lo dico per esperienza. In età adolescenziale mi ero avvicinata al problema bulimia, mangiavo e mi cacciavo le dita in gola per vomitare, e questo per circa 3 mesi finchè mia mamma mi ha scoperta!! E se non fosse stato per lei che si nascondeva dietro la porta del bagno pèer scoprire cosa combinavo chissà a che punto sarei arrivata.

    Ora da donna adulta, dopo molti anni, sorrido con tenerezza nei confronti di questo incidente di percorso che fortunatamente si è risolto bene.

    Ma ora con tutta la infomazione che c'è, con tutte le morti inutili che ci sono state, il problema si addirittura ingigantito. Da un lato ci sono le ragazzine che si nutorno di junk food dall'altro quelle che proprio non si nutrono.... e volete dirmi che i Media, le case di moda ecc. non hanno responsabilità?? L aresponsabilità è al 90% loro che da un altro mostrano gli effetti di queste malattie e da un altro inneggiano la magrezza estrema!!! L'altra sera ho visto la sfilata Victoria's Secret, c'erano delle modelle inguardabili, da tanto magre, una sembrava scolpita con un taglierino, che tristezza!!

    Ho trovato il decalogo Pro Ana, mi sono venuti i brividi:

    http://dentroimieisilenzi.blogspot.com/2005/10/dec...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Quello che posso dire e che mi chiedo anche io, è se i genitori si accorgono di queste ragazze che si stanno annullando.

    Stanno perdendo gli anni dei giochi, dei cambiamenti e per cosa? Per inseguire l'utopia della magrezza. e purtroppo quando saranno pelle e ossa crederanno nella loro testa di essere ancora grasse.

    Non credo sia colpa dei genitori, però la diventa se non si accorgono in tempo.

    La colpa è anche dei canoni che ci sono ora.

    A sentire questo regolamento mi si è accapponata la pelle, veramente..

  • Nyx
    Lv 4
    1 decennio fa

    Cara Mile ti posso giurare che mi si è congelato il sangue nella vene..ma questo "decalogo" è una sorta di caricatura o davvero c'è qualcuno che ha scelto di rispettarlo? Mi viene la pelle d'oca.. per quanta superficialità si stia diffondendo tra i più giovani, quanto grave sia il desiderio di apparire...

    Per quanto riguarda le colpe, scusatemi, ma secondo me SI', la colpa è pricipalmente dei genitori..perchè è vero che a deviare gusti e ideologie ci pensano la pubblicità, la moda, le star e i media, ma è anche vero che non ci si può sempre nascondere dietro al dito "E' la società che è marcia" perchè la "società" se ne sbatte delle persone, delle idee, dei giovani e della salute: tutto ruota intorno al profitto, e sarà sempre peggio...e finchè il gossip e il nudo faranno audience, non aspettatevi educazione e valori dai media!

    Sta a chi è vicino e DOVREBBE volere davvero il bene di queste ragazze sapergli dare amore e non disinteresse, valori profondi e non superficialità, cogliere i segni di malessere e il desiderio di apparire e insegnare che moda e fama non sono valori!

    Scusate lo sfogo ma tutto ciò mi spaventa e io non sono vecchia (27anni) ma la mia mamma, pur con tutti i suoi difetti e la sua rigidità, mi ha insegnato a distinguere l'essenziale dal superfluo, l'essere dall'apparire, e soprattutto mi ha reso capace di ragionare con la mia testa.

    Questo, penso, dovrebbe essere il compito (lo so, non facile!) di un genitore.

  • 1 decennio fa

    Dare colpe nn è facile come puntare un dito. Tutti abbiamo delle nostre responsabilità. Le altre cose sono fattori che aumentano i rischi. Se tu fumi molto e questo ti provoca bronchiti e tosse nn è solo colpa delle sigarette se nn respiri bene, ma anche tua che hai accettato di fumare e hai creduto che fumando saresti stata cm i divi e le dive che fumano seducenti sullo schermo. Nn è solo colpa del fumo e dei divi. X l'anoressia noi bombardiamo le ragazzine di donne belle e finte, corpi che senza la chirurgia nn sarebbero mai così, impalcature di ossa, pelle e silicone, e spesso i genitori le lasciano davanti alla babysitter elettronica fino a che, uscite di casa, nn comincino a parlare di quelle bambole di carne cm le vere donne. Ma la scelta finale è ancora in quella ragazza. I genitori possono renderla più facile, ma nn sostituirsi a loro. E giudicare diventa difficile

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Dipende dai casi, per prima cosa chiuderei quei siti !!! tempo fa andai a dare un occhiata... non c'e niente di piu triste che vedere, sentire una ragazza che Sopravvive e non vive!!!!!

  • 4 anni fa

    Per chi vuole perdere peso in poco tempo, il consiglio principale è trovare un buon metodo. A me hanno consigliato questo http://fattorebruciagrasso.gelaf.info/?4n6h Poi, ovviamente, quello di tagliare in modo netto le calorie. Addio quindi a spuntini e merendine, via libera invece a tanta frutta e verdura, anche per spezzare la fame tra un pasto e l’altro.

  • 1 decennio fa

    i genitori indubbiamente devono insegnare ai propri figli di accettare il loro aspetto,piuttosto che prendere come esempio modelli super magri;ana-mia,sono due estremismi che non vanno sottovalutati,perchè molto pericolosi in entrambi i casi;prima di tutto cercherei di parlare con la figlia per cercare di capire un pò la situazione,poi la porterei da uno psiclogo,affinchè possa trovare una soluzione al problema,ma,senza l'aiuto dell'interessata,è più ardua la cosa

  • 1 decennio fa

    Io credo che questa moda dilagante sia da attribuirsi a tante cose, alla persona in primis, ai genitori, ai mass media, a tutto.

    I genitori che chiudono gli occhi, le ragazzine che sono così fragili e insicure da poter credere di realizzarsi nella visione del loro corpo ridotto a uno scheletro, i mass media che ci bombardano con donne scheletriche eteree.

    La buona educazione e i sani valori centrano poco.

  • 1 decennio fa

    no,non credo sia attribuibile ai genitori...il mondo dei ragazzini ricopre un ambiente molto più ampio in cui spesso purtroppo i genitori sono quelli che influenzano meno...

  • 1 decennio fa

    non solo... la società in generale ne è responsabile...

    basta vedere le modelle alle sfilate di moda...

    o anche le taglie assurde dei vestiti nei negozi..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma cosa vuol dire??

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.