Quando la badante rumena ti ricatta.?

mia nonna di 94 anni ha da un anno accolto in casa sua una badante rumena (in realtà ne ha cambiate 3o4 in tre anni ma con le altre niente problemi) pagandola 800€pagati a nero in contanti ogni mese. ora, questa ci ha annunciato di volersene andar via il 2 di marzo(la mensilità in realtà finirebbe il24 del mese corrente) dopo mesi di comportamenti inspiegabilmente impertinenti e dispotici verso mia nonna (praticamente comanda lei, non saluta mai nessuno e mia nonna si comporta con accondiscendenza verso di lei perchè intimorita!!!!!)

è da un po' che siamo tutti scontenti di lei ma per paura di conseguenze legali ed economiche (e perchè mia nonna per la paura e il quieto vivere nn ci ha mai detto nulla del comportam.)nn le abbiamo mai chiesto di andarsene.

adesso lei ci chiede 2.600€ tra ferie non godute e tfr quando al momento dell'assunzione nn sono stati fatti ne'contratti ne'patti chiari.

la pensione di nonna è piuttosto esigua.

che fare?qualche consiglio?

grazie mille.

Aggiornamento:

giusto per rispondere a chi di questi problemi evidentemente non ne ha mai avuti:

mia nonna ha 94 anni, ha lavorato una vita e tra un po' manco ce la fa a mangiare, 300 euro ce li mettono i figli(tutti operai con famiglie a carico, mica dottori!)

si fa presto a dire che siamo stati citrulli a prenderla così, ma quando lavori e al massimo arrivi a quelli... o così o vai al lavoro tutti i giorni con il cuore in gola xkè speri che non si dimentichi il gas aperto o che cada, voi cosa fareste?

io, tra l'altro mi sono trovata anche a frittata fatta visto che ho lavorato un anno all'estero. ma ora che faccio, sto a guardare mentre questa piaga sociale infierisce sulla mia famiglia che certo non naviga nell'oro?

posso correre a qualche sorta di riparo?

fare qualcosa

o è proprio vero che in italia ormai comandano i rumeni?

Aggiornamento 2:

______________________________

Fiume

Ben vi sta, buoni a nulla, nemmeno i propri vi potete accudire ma li date in mano a persone sconosciute e di tutte le sorti. Lamentatevi pure e prendetevela nel cu.. . Ora che la badante vi manda a quel paese sapete tutto delle angherie subite dalla nonna, prima non vi fregava niente e adesso vi lamentate pure. VERGOGNATEVI!

______________________________

spero davvero tanto che non capiti anche a tua nonna.

non me ne sono accorta ora, tant'è che da quando sono tornata mi sono trasferita da lei per verificare la situazione, cercare di contrattare e limitare i danni, ma quando sono al lavoro che faccio, mi raccomando al cielo?

non giudicare la gente da 10 righe riassuntive, io a mia nonna voglio molto bene e mi sento così frustrata nella mia condizione di impotenza.

se la gente volesse la tua opinione quest'affare si chiamerebbe yahoo opinions e non yahoo answers.

33 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Dipende molto da voi se volete chiudere alla meno peggio oppure se siete disponibili ad essere furbi,carogne e opportunisti come lo sono loro.

    Io ti indico la strada per non dare niente alla romena.

    Non ti fare intimorire dalle chaicchiere e nemmeno dalle parole ma tantomeno di eventuali lettere scritteti da eventuali sindacati. La romena può certo andare presso un sindacato e farsi fare i conti delle sue spettanze che potranno essere anche superiori a qualsiasi aspettativa.L'importante è che una eventuale richiesta che lei farà,ripeto tramite un sindacato o patronato,non sia accettata da nessun famigliare ma deve essere solo ed esclusivamente a nome di tua nonna. Quando questo avverrà, dovete negare gli orai lavorativi della romena e affermare che prestava servizio solo qualche ora al giorno e non sempre. Quindi rifiutato qualsiasi accomodamento bonario,la badante romena non avrà altra soluzione che promuovere una causa civile presso il tribunale sezione lavoro. Per promuovere una causa la badante romena avrà bisogno di un avvocato,che anche se indicato dal sindacato,qualcosa costa,almeno sotto il profilo marche da bollo per l'istanza e spese di cancelleria piu' probabilmente qualche centinaio di euro di parcella.Poi ammesso che la romena investa qualche centinaio di euro per impiantare la causa civile,dovrà trovare persone che testimoniano la sua presenza lavorativa a casa di tua nonna e che soprattutto ne testimonino gli orari lavorativi,i giorni ecc.. La cosa che può darti conforto è che in un piccolo tribunale di una piccola città,una causa lavorativa avrà la prima udienza non meno di dopo 2 anni. La prima udienza è quella in cui il giudice sente le parti. Dopodiche fisserà un'altra udienza almeno un anno dopo. Considera invece che in città come Roma,Milano,Napoli ecc... la prima udienza può essere fissata anche dopo 5 - 6 anni.

    Da non dimenticare che è possibile e assolutamente legale che già alla seconda udienza tu mandi un certificato medico di tua nonna e il giudice rinvia l'udienza di altri lunghi periodi.

    Tu che dici,la romena avrà tempo,voglia e denari per venire in tribunale frà 2 - 3 - 5 anni ? Poi lei sarà reperibile tràtanto tempo ? comunicherà con continuità il suo domiilio postale ?

    Se torna in Romania,il tribunale notificherà in Romania l'invito alla sentenza? E poi c'è una cosa che mi dispiace dirti ma è fondamentale. Tua nonna ha 94 anni e campasse altri 94 te lo auguro,ma se prima della conclusione della sentenza in tribunale, e per conclusione intendo dopo la seconda udienza il giudice fissa la sentenza che comunque ti ripeto in tribunali di piccole città si ottiene non meno di prima dei 4 -5 anni,ti dicevo se tua nonna venisse a mancare,la romena se la prende nel deretano con tutti i vestiti.perchè la morte estingue qualsiasi reato e qualsiasi processo in essere. Ma ti dico di piu'. Purtroppo lepersone hanno estrema paura di sindacati,tribunali,sentenze ecc. ma se una persona non ha nulla da perdere,ovvero non ha proprietà immobiliari,non ha stipendi e non ha niente a suo nome,anche se la badante romena o chiunque essa sia non molla e anzi si vede riconoscere dal tribunale una cifra qualsiasi essa sia,se chi deve pagare non ha nulla da perdere e non paga,che cosa può fare la badante romena che in questo caso diventerebbe titolare di un credito in quanto riconosciuto da tribunale.può solo ed esclusivamente promuovere sempre spendendoci sopra molti soldini,un decreto ingiuntivo prima e poi un decreto esecutivo.ma se all'atto dell'esecuzione il creditore non ha beni da perdere,il risultato è nulllo. La badante romena confonde la legge italiana che lascia ampio spazio al raggiro alla legge romena che per i debiti non pagati,specialmente quelli di multe,sentenze e tasse prevede l'arresto ovvero la galera,ma in Italia che piaccia o non piaccia,tu puoi andare a spasso con il Mercedes 500 sl ,vivere in una villa da 1 mil di euro intestati a tua moglie o tua madre e tu avere milioni di euro di debiti meglio se con lo stato in quanto non ti viene sotto casa e non ti spara,puoi avere un'attività fiorente sempre a nome di altra persona e tu risultare un nullafacente che gode dei beni di mamma sorella o moglie.

    Tornando alla badante romena,se tu non intendi dargli niente,quando lei farà la voce grande e sicuramente vi minaccerà,andate a denunciarla dai carabinieri o dalla polizia,così ristabilisci la legalità e soprattutto il rapporto.

    Lei per fare valere i suoi diritti deve promuovere una causa civile e questo ripeto,oltre a dover trovare testimoni trà l'altro attendibili che deporranno davanti al giudice in tribunale cosa che già ritengo difficile,deve aspettare tanto tempo e tante incombenze,comprese spese che credo non si immagina nemmeo lei.Se poi alza la voce,non vuole abbandonare la casa,minaccia,strilla come tipico delle romene assatanate di soldi,non aver paura,denunciala e vedrai che sparirà dalla vostra vita definitivamente.

    Una delle cose che terrorizza di piu' i romeni è una denuncia.

    Anche perchè ripeto loro hanno un idea della legge molto riferita alla Romania dove qualsiasi reato anche piccolo diventa un dramma perchè si paga con la galera.

    LUCA tu non ti preoccupare. Io parlo per esperienze vissute e di strada difficile ne ho fatta tanta. Non ho parlato tanto per parlare ma per esperienze vissute in prima persona.

    Una causa è sempre una causa. Si vince e si perde.

    Ma deve promuoverla la romena e non a pinco pallino ma quella nonna di 94 anni. Poi dopo vediamo. Intanto aspettiamo 2 - 3 - anni per pagare un avvocatino per la prima udienza. Avvocatino perchè trattasi di causa lavoro e massimo massimo che gli puoi dare per la prima udienza è 300 - 400 euro. Ma ci deve arrivare la romena a portare in tribunale la 94 enne. Luca,io personalmente posso raccontarti di qualche esperienza vissuta in prima persona e indirettamente per persone a me vicine. Io personalmente ho una causa nel tribunale lavoro dal 2002 e ancora non si parla di vedere la fine. Trà l'altro il titolare della ditta ha già cambiato società,quindi me la prenderò nel di dietro.

    Erano circa 55.000 mil delle vecchie lire.Trà l'altro anche io ho alzato la voce,ho cercato di farmi valere e ho rimediato una denuncia per minacce. Te ne potrei raccontare altre e tante di storie che considero squallide perchè è squallido arrivare alla fine con conclusioni difficili e squallide.

    Te ne racconto un'altra che ti apre gli occhi.

    Molti anni fà prima della sanatoria del governo Berlusconi,

    conoscevo una ragazza ukraina e mi interessava che trovasse un lavoro serio. Parlo con un conoscente che ha un ristorante e siccome lei aveva lavorato in due ristoranti della zona la provano e la prendono.La assumono e per un annetto circa nessun problema. Poi cominciano i problemi legati anche alla cattiva gestione del ristorante e cala di molto il lavoro. Per farla breve,il rapporto si interrompe.

    L'ukraina deve prendere a suo dire sui 2.500.000 di lire.

    il proprietario del ristorante non ne vuole sapere.

    Ci vado a parlare io e con le buone e con le cattive arriva ad offrirle 1 milione di vecchie lire. L'Ukraina parla con un amica e con il fidanzato di questa. La convincono ad andare da un sindacato.Per esattezza quello dei comunisti. Lì gli fanno un conteggio di circa 7 milioni di lire per ferie mancate,liquidazione ecc... Il proprietaro del ristorante non ha nemmeno risposto al sindacato e mi ha detto a me personalmente,che non gli dava piu' nemmeno il milione proposto. Oxana convinata dai sindacati promuove la causa.

    Paga all'avvocato 500 mila lire. Dopo due anni,la prima udienza. Nessuno dei suoi colleghi di lavoro è venuto a testimoniare per lei. Il giudice non avendo nessun argomento in suo favore ha chiuso la causa assolvendo il ristoratore.

    Luca tu parli come mia madre.Paga,paga che è meglio.

    Io invece ti dico paga,se vuoi pagare,ma se non vuoi,non pagare. Intanto un vecchio proverbio dice che per morire e per pagare c'è sempre tempo.

    Ciao fratello e non contraddirmi sempre.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    dare lavoro in nero è frode allo stato, pagare ferie e tfr è un obbligo del datore di lavoro ed un diritto per il lavoratore. Hai 2 scelte:

    1- autodenunciarti. paghi una sanzione, i contributi e devi dare in qualsiasi caso tfr e ferie alla lavorante.

    2- dare i 2.600 euro alla ragazza e fargli firmare una scrittura privata redatta da un avvocato in cui si specifica che non ha nulla più a pretendere.

    Tra i due ti consiglio il secondo, senza dubbio risparmiate.

    La prossima volta che assumete una persona mettetela in regola, la maggior parte delle persone (compresi voi) non sanno che un pensionato ha delle agevolazioni fiscali se assume una badante.

    Se il tipo di pensione non prevede agevolazioni, fate in modo di assumerla con un contratto di apprendistato (3 anni), 5 ore al giorno producono una busta paga di 800 euro ed i contributi sono agevolati (circa 100 euro al mese).

    Per maggiori informazioni o per tutelare sia voi che la prossima assunta esistono i commercialisti o i patronati dei pensionati.....

    Fonte/i: Ribelle: le favolette che hai raccontato dove le hai sentite? Un datore che assume in nero è un torto, i lavoratori sono tutelati ed hanno tutti i diritti, in regola o no. Il Diritto Del Lavoro è materia universitaria, non argomento da bar..... er pecora: bella filippica, ma resta il fatto che chi froda lo stato è proprio proprio proprio il datore di lavoro....e chi sbaglia, da che mondo è mondo....paga. TOSCANO TU SEI MATTO!!! ma ti rendi conto di cosa vai dicendo? approntare una causa di lavoro significa pagare una parcella ad un avvocato che varia dai tre ai quattromila euro, fare una causa che è persa in partenza ed aggiungere costi del tribunale, sanzioni e contributi non versati. Puoi inventarti tutte le scuse del mondo, un operaio STRANIERO O ITALIANO che sia, ha sempre ragione. In Italia il lavoratore è tutelato, ed è tutelato molto bene da una classe di giudici sessantottini e per la maggior parte comunisti, che non vedono l'ora di pescare qualche sprovveduto da immolare come esempio. Dategli questi 2.600 euro e toglietevela dalle scatole, e non pensate che le italiane siano meglio (sempre se ne riusciate a trovare una disposta a fare questo lavoro....) Toscano, non è per contraddirti, ma tu proprio non sai cosa significa affrontare una causa. Credi che per una cifra di 2.600 euro ne valga la pena? Come ti ho fatto presente, ti costa di più di sola parcella, poi se chi ha posto la domanda ha soldi da sprecare e tempo da perdere scelga..... Stammi bene. P.S.: Ed impara le leggi...ti è sfuggito un piccolo particolare....La legge italiana dice che se si vince una causa ed il soggetto è impossibilitato a pagare o deceduto, il vincitore ha diritto di rivalsa sugli eredi. Sempre per IL TOSCANO: Riguardo alla tua precisazione su Russia ed Ukraina, affermi che l'Ukraina è addirittura meno sviluppata della Romania. Vorrei sapere che film guardi...sicuramente di fantascienza. L'Ukraina sta avendo uno sviluppo economico che tu neanche immagini, sono nate Holding e multinazionali, gli investitori stranieri hanno investito e stanno investendo capitali provenienti da tutto il mondo, il PIL cresce a ritmi costanti e le industrie dell'Est, quelle cosidette pesanti, stanno affrontando la modernizzazione degli impianti. Come al solito ti sfugge sempre qualcosa....in questo caso che l'Ukraina è la nazione più ricca di risorse naturali d'Europa. ....
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Attenzione! I cittadini Rumeni non hanno bisogno del Permesso di Soggiorno!!!!!! Sono cittadini UE.

    Se lei denuncia tua nonna essa può incorrere:

    comma 7 dell’articolo 36-bis sostituisce il comma 3 dell’articolo 3 del D.L. n. 12/2002 con le seguenti parole: “Ferma restando l’applicazione delle sanzioni già previste dalla normativa in vigore, l’impiego di lavoratori non risultanti dalle scritture o da altra documentazione obbligatoria è altresì punito con la sanzione amministrativa da euro 1.500 a euro 12.000 per ciascun lavoratore, maggiorata di 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo. L’importo delle sanzioni civili connesse all’omesso versamento dei contributi e premi riferiti a ciascun lavoratore di cui al periodo precedente, non può essere inferiore ad euro 3.000, indipendentemente dalla durata della prestazione lavorativa accertata”.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • e voi perchè non l'avete assunta in regola come dev'esser fatto?

    ah che bravo Nic se non fosse a posto col permesso peggio ancora, avrebbero fatto lavorare una clandestina..sarebbero felici i carabinieri ehh.ps..i rumeni cmq non hanno piu bisogno di permesso di soggiorno

    certo che siete assurdi ma vi rendete conto? vi lamentate che gli stranieri vengono qui a fare lavori in nero e poi siete i primi che li prendete quando vi fa comodo e la colpa di tutto di chi è ancora???loro.

    guarda purtroppo questo è il problema di molte famiglie italiane, si lavora e non si può stare a casa dal lavoro per curare i nonni che da soli non si possono lasciare e si pensa alla badante. purtroppo questo è vero ma non giustifica il fatto che l'abbiano presa in nero altrimenidovremmo giustificare anche chi ruba per mangiare, chi viene clandestino per vivere meglio ecc..come sempre noi italiani pensiamo di essere nel giusto qualunque cosa facciamo e poi siamo sempre pronti a puntare il dito..mi spiace ma dare lavoro in nero non è legale è inutile che continui a prendertela con lei..quando si fa una cosa ci si prende anche le conseguenze

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    io da queste tue due frasi intuisco che sei una provocatrice:

    ''ma ora che faccio, sto a guardare mentre questa piaga sociale infierisce sulla mia famiglia che certo non naviga nell'oro?

    posso correre a qualche sorta di riparo?

    fare qualcosa

    o è proprio vero che in italia ormai comandano i rumeni?''

    ''da un anno accolto in casa sua una badante rumena (in realtà ne ha cambiate 3o4 in tre anni ma con le altre niente problemi) pagandola 800€pagati a nero''

    davvero singolare che ne abbia cambiate cosi tante in cosi' poco tempo trovandosi sempre bene...

    io come al solito invito chi risponde a leggere fra le righe e non credere a tutto quello che viene scritto....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    mi dispiace per tua nonna....ma potevate pensarci prima....

    e non dire cavolate del tipo : " in italia commandano i rumeni", perke non è cosi.........sono rumena .......mi offendi, visto che non mi sono mai permessa di offendere un italiano. il diritto alle ferie la badante di tua nonna se lo deve dimenticare.....perke non ha un contratto.....

    ma pure voi però.....dove cavolo avete la testa quando fate certe cose.???? non avete fatto ne contratto ne patti chiari. sbagliato. patti chiari , amicizia lunga. sveglia

    • uraaaa!!!!!
      bravo! ne calca in picioare niste macaronari zgarciti,care fac din noi sclavii lor,doar ptr ca nu putem trai decent in tara noastra.....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    apposto? permesso di soggiorno per una rumena?

    Forse l'ispettorato del lavoro!?!?

    Scusate ma è di questo che si dovrebbe vergognare il popolo italiano.

    Se vi dicessi che un tedesco tiene a casa sua un'italiana per 800€ al mese, e che adesso ha paura perchè l'italiana chiede di avere il trattamento arretrato di ferie e tfr?

    Che il tedesco sostiene che "questa" se ne vuole andare il 2 di Marzo quando la mensilità scade al 24, voi cosa direste?

    Che l'ialiana è insolente ma il tedesco non ha fatto nulla per paura perchè l'ha presa in nero, cosa direste?

    La mia risposta è che ti conviene consultare un avvocato o un consulente del lavoro, qualsiasi scelta faccia ti si potrebbe ritorcere contro.

    Se lei non si è rivolta a nessuno, una volta pagata potrebbe comunque denunciarti, se invece si è rivolta ai sindacato o ad un legale, hai bisogno di qualcuno che se ne intenda.

    Fonte/i: Ribelle II : ne ha diritto eccome, se ne ha. Lei per legge è la vittima. Ma secondo te se un imprenditore ti prende al nero, tu non hai nessun diritto? Ma dove credi di vivere?
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    intanto tua nonna non ha "accolto" in casa una povera rumena, ma questa e' venuta da lei per lavorare ! cmq siete completamente in torto visto che avete preso a servizio un cittadino della comunita' europea senza fargli un regolare contratto..secondo me se vi denucia porteste incorrere a sanzioni piu alte che i soldi che chiede lei! la prossima volta svegliatevi ed evitate di lagnarvi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi dispiace per voi , ma lei ha tutti i diritti di chiedere i soldi che le spettano....

    E mi sembra anche una somma ragionevole quella che vi ha chiesto..!

    Avreste fatto meglio invece a chiarire dall'inizio la situazione..!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    facile ...perché prendere una badante...????

    la curate voi la nonna e cosi siete tutti felici e contenti ...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ben vi sta, buoni a nulla, nemmeno i propri vi potete accudire ma li date in mano a persone sconosciute e di tutte le sorti. Lamentatevi pure e prendetevela nel cu.. . Ora che la badante vi manda a quel paese sapete tutto delle angherie subite dalla nonna, prima non vi fregava niente e adesso vi lamentate pure. VERGOGNATEVI!

    Speri invano, perché a mia nonna NO di sicuro. Mia madre l'ha presa in casa con noi, ed io ho diviso la stanza con lei, fino alla fine. Non dico che erano tutte rose e fiori, una giovane con una vecchia, pero' il momento che e' venuta a mancare non ti dico il dolore. Tu invece parli di scontentezza verso la badante, dunque vi rendevate conto della situazione, e di denaro. Dunque non fare la finta patetica e di' che cerchi una risposta che vi tiri fuori dai vostri ( dato che ci sono più figli e probabilmente nipoti) obblighi di pagamento, pattuiti o no.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.