che differenza intercorre tra cottura a induzione e cottura a infrarossi?

Potreste elencarmi pregi e difetti di entrambi? Grazie!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    L’induzione è sempre più riconosciuta come la sola soluzione professionale perchè:

    -è di gran lunga il metodo di cottura più efficiente in termini di energia.

    -riduce i costi per l’estrazione e, ovviamente, non sarà necessario installare costosi sistemi di sicurezza per il gas.

    -si crea un ambiente di lavoro molto più fresco e piacevole.

    E più fresco è l’ambiente, più felici e produttivi sono gli chef.

    -L’induzione non produce fumi velenosi o dissipazione di calore.

    I residui carboniosi sui tegami e sul piano di cottura vengono eliminati, evitando la formazione di particelle di carbonio cancerogene nell’aria intorno alla zona di lavoro.

    -Poiché il piano di lavoro non viene mai scaldato, l’induzione è sempre facile e rapida da pulire e crea condizioni di lavoro enormemente migliori.

    -L’induzione è molto più sicura, perché non ci sono fiamme libere o superfici riscaldate direttamente. È quindi praticamente impossibile che qualunque traccia di cibo o liquido che dovesse finire sulla piastra prenda fuoco.

    -I piani di cottura a induzione possono essere utilizzati in molte situazioni in cui siano in vigore limitazioni di sicurezza, come negli aeroporti e nei laboratori.

    - piani di cottura a induzione sono molto più sensibili di quelli a gas, in particolare perché la loro superficie non viene mai riscaldata direttamente. L’impostazione della potenza da 1 a 99 offre un controllo preciso. Per preparare salse, sobbollire, bollire, cucinare alla piastra, friggere o cucinare in wok, l’induzione offre un controllo molto preciso.

    -I piani di cottura a induzione offrono un’eccellente versatilità nelle cucine principali, in esterni e per il catering.

    cottura a infrarossi:

    -aumenta l'agitazione termica,all'interno dei cibi, grazie all'interazione fra i dipolo molecolare e la radiazione.

    -nel caso di cibi molto ricchi di acqua o lipidi al loro interno, l'interno stesso si riscalderà più velocemente rispetto allo strato esterno più secco, che assorbe dunque meno radiazione a microonde.

    -Il principale vantaggio del forno a microonde rispetto ai sistemi di cottura tradizionali risiede nella grande rapidità. Il calore, infatti, viene generato direttamente sulla superficie del cibo e non è necessario riscaldare l'aria, il contenitore del cibo e le pareti del forno come avviene in forno elettrico o a gas. È possibile scongelare cibi surgelati in breve tempo e cuocerli immediatamente. Un altro vantaggio è quello di usare contenitori di plastica usa e getta, purché siano realizzati con un materiale plastico idoneo, del tutto trasparente alle microonde.

    Uno svantaggio è invece il riscaldamento non omogeneo, ma concentrato in particolari zone che assorbono l'energia delle microonde. Tale problema viene superato facendo ruotare il cibo durante la cottura. Un buon accorgimento è quello di posizionare la pietanza non al centro del piatto rotante ma da un lato.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ho trovato questo...vedi se ti può essere utile

    http://www.pizzakit.it/altavista_lycos_excite/cott...

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.