.
Lv 6
. ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

Ritornare al nucleare è proprio una cattiva idea?

Si prega di motivare le proprie opinioni.

Aggiornamento:

xDariofi8"Caro Dario, il nucleare non è certo un'energia totalmente pulita come non lo è il petrolio, ma a differenza del petrolio non produce CO2 che pare essere il male + grande che affligge la ns terra. In quanto alla Danimarca produce qualcosa di + del 20% di energia eolica, x il resto va con l'energia tradizionale. Noi potremmo fare altrettanto ma come nessuno vuole il nucleare, nessuno vuole le pale eoliche, i pannelli solari e quindi importiamo il nucleare dall'estero fintanto che ce lo danno. Ps.Forse ce lo daranno in cambio di rifiuti"

Aggiornamento 2:

x Bertrand II "Se ti chiami Bertrand II significa che sei peggio di Bertrand I. Come lui sei arrogante e pieno di te e non sei disposto ad ascoltare chi ne sa più di te, che al contrario di quello che tu pensi non è Rubbia, xkè lui di queste cose non capisce niente. Anzi mi correggo qualcosa potrebbe anche capire, ma non gli conviene xkè negli ultimi anni è stato impegnato a buttare via i ns soldi in un progetto solare, miseramente fallito. Saluti"

26 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Per capire l’entità dei progetti dell'energia dal sole o dal vento basti pensare che se noi italiani volessimo ottemperare alle imposizioni del protocollo di Kyoto con l’energia dal vento o dal sole, dovremmo impegnare 80 miliardi e installare 80.000 turbine eoliche, oppure impegnare 800 miliardi e installare i pannelli fotovoltaici necessari. Detto tra parentesi: quello stupido protocollo potremmo soddisfarlo impegnando solo 30 miliardi in 8 reattori nucleari. Due beffe: la prima è che anche dopo aver installato il mix scelto di eolico e FV dovremmo lo stesso installare i reattori nucleari, per evitare blackout quando il sole non brilla o il vento non soffia; la seconda è che, se anche tutto il mondo ottemperasse ai vincoli di Kyoto, la temperatura del globo si ridurrebbe di meno di 0.05 gradi."

    «Quello del combustibile spento è un problema non risolto, le scorie nucleari sono pericolose per 100.000 anni, e sono una minaccia di proliferazione e un obbiettivo dei terroristi» dichiara il ministro Pecorario Scanio

    Il Prof Battaglia * risponde: "Innanzitutto, cominciamo col dire che il combustibile nucleare spento non è un rifiuto: esso consiste per il 95% di uranio (l’elemento naturale di partenza) e per l’1% da plutonio, ed entrambi, se opportunamente riciclati, sono perfettamente utilizzabili come combustibile in reattori a ciclo chiuso. Il restante 4% è la componente energeticamente inutilizzabile: ma 3.5% contiene nuclidi che o sono stabili o dimezzano la propria attività ogni 24 ore, mentre 0.4% contiene nuclidi che dimezzano la propria attività in meno di 10 anni, per cui del combustibile spento meno dello 0.1% (principalmente stronzio-90 e cesio-137) dimezza la propria attività in circa 30 anni. In definitiva, è solo la componente energeticamente inutilizzabile del combustibile spento che va trattata come rifiuto e tenuta sotto controllo come già si fa ora, e per soli 100 anni circa e non per i 100.000 fantasticati da Pecoraro Scanio: se l’energia elettrica che ciascuno di noi consuma fosse tutta da fonte nucleare, le scorie annualmente prodotte da ciascuno di noi occuperebbero il volume di una tazzina di caffè, sono perfettamente gestibili, e quelle prodotte in 60 anni di nucleare non hanno mai fatto male a nessuno.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    in un periodo in cui i principali produttori di energia nucleare, vedi germania, hanno organizzato un piano per l'eliminazione del nucleare, a favore di altri tipi di energia pulita e sicura, ti dico si è una catttiva idea, avremmo bisogno di almeno 15 anni per vedere i frutti dell'energie nucleare e per rientrare, nemmeno totalmente, nelle spese, quindi un'altra volta saremo nuovamente indietro a tutti!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    a parer mio è giusto..visto i nostri vicini di casa

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non c'è bisogno di nucleare, per soodisfare il fabbisogno di energia mettiamo a pedalare Pecoraro Scanio e tutti i suoi cialtroni Verdi.

    Il nucleare è l'energia più pulita, le scorie si stoccano in siti appositi e non danno fastidio a nessuno e le centrali con reattori di III generazione sono ultrasicure.

    E non è vero che ci vogliono 15 anni per una centrale, ne bastano 5.

    Beppe Grillo, che in generale stimo, mi mostri la sua Laurea in Fisica o almeno in Ingegneria Nucleare e poi può prendere la parola.

    @Falcodelmaio il deuterio e il trizio sono isotopi "pesanti" dell'H, cosa significa che sono fonti di energia? In che modo? Illuminaci...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Alvin
    Lv 6
    1 decennio fa

    In un mondo che vive sul nucleare, trovo inutile ostinarsi così contro questa tecnologia: certo, abbiamo l'animo in pace, ma restiamo sempre uno scalino al di sotto dei Paesi che ci circondano. Signori, la tecnologia non è più quella dell'86. Gli Stati a noi confinanti producono nucleare.. quindi le centrali le abbiamo più vicine di quel che pensiamo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • alex
    Lv 7
    1 decennio fa

    diciamo che no pero quanti anni sarà petrolio 40 50 poi cosa fare energia del vento?vi potete immaginare i gran negozi con alimenti da buttare senza treni tram prendere energia da dove?nucleare sarebbe la risposta se qualcuno non scopre altra!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Al contrario Cinzia, sono anni che penso che sia una enorme stupidata non disporre di centrali nucleari. Al solito la popolazione si lascia condizionare dai rosso-verdi che dicono NO a qualunque tipo di innovazione tecnologica dimostrando di non possedere il minimo buon senso.

    Compriamo l'energia all'estero da chi la produce col nucleare pagandola molto di più di quanto la pagheremmo se fossimo noi a produrla, i motivi di sicurezza sono enormi balle, perchè ai nostri confini ci sono numerosissime centrali.

    I livelli di sicurezza oltre tutto non sono paragonabili neppur lontanamente a quelli quasi nulli di Chernobyl di recente memoria. Ergo: si tratta di mancanza di volontà a livello politico da parte di quelli che si definiscono progressisti che tutto sono fuorchè per il progresso.

    In ogni caso ritengo del tutto errato far decidere ai cittadini che nulla o quasi sanno di nucleare, lo stesso dicasi della TAV o dei termovalorizzatori. Si lasciano incantare da Beppe Grillo che improvvisamente da guitto si è trasformato in tuttologo!

    Ciao!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ogni tanto arriva l'idiota di turno che rispolvera il nucleare senza sapere cosa stà dicendo e perchè. l'idiota per chi non l'avesse capito è il futuro presidente del consiglio, che lascerà in eredità a noi popolo italiano anche l'agoniato ponte sulllo stretto, altra opera che importa una seg@ a nessuno. vedo già la fila di comuni in lotta per accaparrarsi le centrali. sicuramente il comune di arcore sarà in prima linea e il fantasioso presidente offrirà il giardino di villa macherio come deposito per le scorie. gli altri cercano di andare oltre il nucleare, noi costruiamo le centrali...sempre al passo coi i tempi!

    per chi volesse approfondire cliccare il link:

    http://it.youtube.com/watch?v=51Mz4KO7Yv4

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Se non vogliamo l'energia nucleare dobbiamo rinunciar a qualcosa. Tipo lavastoviglie, lavatrice, forno, ecc.

    E' u po come a Napoli che non vogliono l'immondizia ma neanche gli inceneritori.

    Dobbiamo renderci conto che non possiamo permetterci la botte piena e la moglie ubriaca. Ciao.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    è un ottima idea perchè ora come ora dipendiamo troppo dalle energie degli altri stati,inoltre è un energia pulita che non inquina

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.