Che rimedi esistono contro la Discopatia?

Segui
  • Segui pubblicamente
  • Segui privatamente
  • Smetti di seguire
Ciao. Ho 42 anni. Come lavoro faccio l'autista. Mi hanno riscontrato una discopatia alla 5 vertebra lombare. Sono stato quasi un mese a casa con una sciatalgia. Ora va meglio, ma ...visualizza altro
Migliore rispostaScelta del richiedente
piuttosto che fare copia e incolla da internet...cercate di dare consigli veri alla gente... a cercare su google sono capaci tutti...rispondete solo se ne sapete...

Cmq l'unica arma in questi casi è la fisioterapia. Utile valutare che nel tempo questa anterolistesi non progredisca, altrimenti, nei casi più gravi (ma per fortuna i meno frequenti) può essere indicato l'intervento chirurgico di stabilizzazione vertebrale.

Saluti

Valutazione e commento del richiedente

4 su 5
Grazie a tutti.
  • 2
  • Commento

Altre risposte (3)

Valutata la migliore
  • Valutata la migliore
  • Meno recenti
  • Più recenti
  • FRANCESCO T ha risposto 6 anni fa
    buona l'idea di dimagrire. chiedi in giro o cerca su google l'ozonoterapia (si, punture di ozono). in bocca al lupo. ah, se non sei già a livelli disperati, informati con istruttori qualificati su quali sono gli esercizi per gli addominali che non affaticano e/o "stressano" la schiena... e poi parlane con l'ortopedico. okkio: non fare nulla di testa tua.
    • Valuta
    • Commento
  • vinsent52 ha risposto 6 anni fa
    ciao, non demoralizzarti! magari con delle cure mirate guarirai , prova a dare un occhiata a questo sito: www.discopatie.it , di piu nn so dirti . ciao
    • Valuta
    • Commento
  • dony ha risposto 6 anni fa
    Il trattamento della lombalgia cronica (p. es., riduzione del peso corporeo, miglioramento del tono e della forza muscolare, miglioramento della postura) è diretto all'eliminazione delle cause predisponenti; l'artrite delle articolazioni intervertebrali può giovarsi di questo approccio. Gli esercizi di stiramento lombo-sacrale possono anche migliorare i sintomi da ispessimento muscolare e prevenire le recidive.

    Gli analgesici possono risolvere il dolore, sebbene l'uso cronico di narcotici dovrebbe essere evitato. Occasionalmente, allo scopo di ridurre la sensibilità dei punti dolorosi nella lombalgia cronica causata da sindrome miofasciale o fibromialgica, si può effettuare l'infiltrazione dei tessuti molli con desametasone acetato, metilprednisolone acetato, idrocortisone acetato o triamcinolone acetonide da 0,25 a 1 ml (a diverse concentrazioni e disponibili come preparazioni IM), associati a 2-5 ml di anestetico locale all'1% (p. es., lidocaina).

    Il trattamento chirurgico può rendersi necessario nei casi di dolore intrattabile o con altri sintomi neurologici da discopatia (v. Malattie delle radici nel Cap. 183) o da stenosi spinale. Questi pazienti presentano segni neurologici positivi. Un tentativo di trattamento conservativo deve, comunque, precedere quello chirurgico. La fusione vertebrale è indicata quando è presente instabilità o un processo artritico grave e ben localizzato a uno o due interspazi.

    Un'assoluta, emergente indicazione per l'escissione chirurgica del disco è l'erniazione lungo la linea mediana centrale, che causa un progressivo deficit neurologico con disfunzione vescicale o intestinale o la sindrome della cauda equina. Altre maggiori indicazioni sono (1) erniazione inequivocabile con debolezza muscolare e progressivo deficit neurologico e (2) intollerabile e intrattabile dolore che interferisce con il lavoro o le funzioni personali in un paziente emotivamente stabile.

    La classica discectomia con limitata laminectomia per l'ernia del disco intervertebrale è l'intervento standard e generalmente raccomandato. Se l'ernia è localizzata, la microdiscectomia può essere effettuata sotto ingrandimento, che consente una più piccola incisione della cute e la laminectomia. La chemionucleolisi, usando l'iniezione intradiscale di chimopapaina e la discectomia percutanea hanno indicazioni limitate, ma in generale nessuna delle due è raccomandata.

    Il trattamento chirurgico di un'avanzata stenosi spinale con gravi e intollerabili sintomi è l'adeguata decompressione dell'intrappolamento della radice nervosa da parte del canale vertebrale e dell'invasone dei forami, che talora richiede una laminectomia a due o tre livelli e delle foraminotomie. Il chirurgo deve porre particolare attenzione a non aumentare l'instabilità della colonna.

    Un paziente con distorsione cronica legamentosa o distorsione muscolare (p. es., un obeso o una paziente incinta) può avere beneficio nell'indossare un corsetto lombosacrale per fissare i muscoli affetti finché non venga riacquistata la forza con l'esercizio. Una significativa riduzione del peso può essere necessaria prima che possa essere raggiunto un beneficio.
    • Valuta
    • Commento
  • Sign In 

    per aggiungere la tua risposta

Chi sta seguendo questa domanda?

    %
    MIGLIORI RISPOSTE
    Iscritto dal:
    Punti: Punti: Livello
    Risposte totali:
    Punti questa settimana:
    Segui
     
    Smetti di seguire
     
    Blocca
     
    Sblocca