Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiAntropologia · 1 decennio fa

Come mai,tante culture aborigene, per gusto estetico devono storpiarsi fisicamente?

avete mai visto gli indios dell'Amazzonia...con quelle orecchie lunghissime perché infilano dei pesanti orecchini ad allungare i lobi.

Oppure si affilano i denti e li fanno come quelli degli squali,a punta.

Tante donne si infilano un cerchio al collo in più all'anno, così più si allungherà il collo, e più saranno attraenti.

Tanti invece incidono la parte inferiore del labbro, e siccome è elastica,mettono una ciotolina ad incastro (tipo gli indios visitati a suo tempo da Sting)

Anche i cinesi, 100 anni fa, usavano fasciare i piedi alle neonate, affinché crescessero con i piedi "a punta" (barbara usanza)

Come mai tante popolazioni, devono storpiarsi fisicamente per piacere al prossimo?

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    dipende da una loro diversa che noi non concepiamo, così come loro non potrebbero mai concepire i reggiseni o i tacchi a spillo.

    nelle culture aborigene gli uomini avevano orecchini pesantissimi nel setto nasale o in altri parti dolorose del corpo per dimostrare il loro spirirto guerriero e la resistenza al dolore fisico.le donne, d'altra parte, avevano altri tipi di gioielli in posti dove non li avevano gli uomini, per sottolineare la loro femminiltà.

    per quanto riguarda invece le donne-giraffa, quelle che si infilano i cerchi al collo per farlo allungare, la pratica deriva da una leggenda: si dice infatti che i nat, cioè gli spiriti della tribù dei karen, per punire i padung(la tribù, appunto, di queste donne) aizzarono delle tigre ferocissime contro l loro donne e gli uomini, non sapendo che fare, decisero di seguire i consigli di un vecchio saggio, cioè di forgiare dei grossi anelli d'oro con cui protegggere il collo, i polsi e le caviglie dai morsi delle tigri. da secoli le donne non hanno abbandonato questa usanza che si è tramutata in simbolo di bellezza, ma è molto rischiosa perchè il collo si deformae la casa toracica si abbassa. il roblema è che i muscoli divntano così atrofizzati che se il collare fosse loro tolto, morirebbero soffocate.

    le bambine cinesi che citavi sopra, invece, hanno una storia totalmente diversa.infatti i piedi a punta erano concepiti come il massimo simbolo della femminilità e aiutavano a provare già resistenza la dolore in vista delle scarpe che avrebbero dovuto indossare se fossero diventate delle geishe.per la geisha, nfatti la bellezza è inscindibile dalla sofferenza.poverine, pensa che i loro kimoni pesavano dei chili e quando si acconciavano i capelli dovevano drmire, per non sciuparli, su un "cuscino" di legno rialzato per terra.

  • 1 decennio fa

    evidentemente il loro senso estetico è molto diverso dal nostro. d'altra parte anche noi, tra piercings e tatuaggi, non è che siamo messi tanto meglio....

  • ila
    Lv 7
    1 decennio fa

    perchè loro rispetto noi hanno altri canoni estetici...ciò che noi consideriamo bello lo farà rabbrividire, così come noi rabbrividiamo al loro senso di bello..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Semplicemente diversi canoni estetici di bellezza

    probabilmente queste tribù troverebbero aberrante vedere le donne occidentali che si spalmano la ceretta calda bollente sulle gambe per strapparsi tutti i peli, oppure infilare oggetti di plastica negli occhi per cambiare il colore dell'Iride, oppure comprimere il seno in reggiseno imbottiti che tirano tutto su

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    in etologia si chiamano : "vicoli ciechi dell'evoluzione"; pensa alle nostre anoressiche,a quelle che hanno tacchi altissimi,e quelli che cercono di cambiare il colore della pelle,o chirurgicamente, i tratti somatici,o quelli che vogliono cambiare sesso chirurgicamenti, sono cose veramente assurde,ma che vengono dal fatto che siamo umani,e abbiamo una sorta di "libero arbitrio".

  • Anonimo
    1 decennio fa

    è soltanto una questione culturale,

    così come noi concepiamo la bellezza con il trucco,

    la lampada,i ritocchi estetici,i lifting,

    loro concepiscono la bellezza cn alterazioni fisiche volontariamente provocate,

    anke il concetto di bellezza,

    se vogliamo,

    è un fattore puramente culturale.

  • 1 decennio fa

    secondo il mio modesto parere il loro nn è 1 storpiare cm dici tu, in quanto anke noi ad esempio ci trucchiamo, ricorriamo a tecnike estetike x essere + belli, addirittutra ricorriamo alla kirurgia plastica pur di appare + giovani, + rispondenti ai canoni di bellezza ke la società ci impone, x loro è lo stesso, solo ke utilizzano altre tecnike, magari barbare cm dici tu, ma se vedessi le cose ke facciamo noi dal loro punto di vista, ad es la kirurgia plastica nn ti sembrerebbe una mostruosità???

    questione di culture!!!!

  • 1 decennio fa

    era un metodo per evitare di essere presi come schiavi ed e rimasto tale da allora.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.