Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

L'illuminazione? Una c@gata pazzesca...?

Cari figlioli,

scusate se uso termini fantozziani per introdurre questa mia domanda, ma penso che sintetizzi bene il mio pensiero al riguardo.

Ora, sperando che non vogliate fare gli offesi e non mi mettiate giù il vostro musetto additandomi al pubblico ludibrio, spero che ci sia qualcuno che calpestando il proprio orgoglio, voglia spiegare ad un somaro irriverente il significato che assume il concetto di illuminazione per voi.

Ovviamente non mi riferisco agli apparati luminosi destinati ad illuminare spazi ed ambienti che ritengo essere una delle più grandi conquiste dell'umanità, anche se spesso se ne abusa.

Pace e bene e grazie per la vostra illuminata tolleranza!

Aggiornamento:

Stu, lo sai che non mi permetto di giudicare nessuno.

Al limite posso dire che hai crudamente espresso un tuo cinico pensiero! :)

Beh ... oggi è una giornata così, mi diverto con poco... :)))

Aggiornamento 2:

Tesla... sono un presuntuoso consapevole, perchè nascondermi? :)

Aggiornamento 3:

Grazie Tacco per i tuoi suggerimenti pratici e grammaticali.

Li terrò sicuramente in gran conto nella revisione dell'ultimo libro che sto scrivendo: "Come far passare il tempo in ufficio senza girarsi i pollici".

Aggiornamento 4:

Maral, pensi che il segno zodiacale influisca sulle nostre comuni impressioni sull'illuminazione? :)

Aggiornamento 5:

Bret, è stata lunga e dura, ma alla fine è arrivata eh?

Meno male!

Aggiornamento 6:

Francesco M, i pollici in giù sono richiesti da tutti gli illuminati o è peculiarità della tua illuminazione?

Aggiornamento 7:

Isais_Nera, forse perchè non mi piace rimanere statico nelle mie convinzioni?

Sai io son cresciuto da quando son nato... adesso ho circa 3 anni. Ho visto poche cose, ma quelle poche son sempre in divenire.

Di statico ho trovato invece le convinzioni di molti cervelli....

Sempre pace e sempre bene, sorella!

Aggiornamento 8:

Christina, grazie per il tuo umile giudizio, che metterò sicuramente insieme agli altri nella mia collezione di spazzatura.

Pace e bene sorella!

Aggiornamento 9:

Ciao carissima Clode!

Io quanto son fulminato secondo te?

Aggiornamento 10:

Isais, cara sorella, c'è qualche motivo indiscutibile per il quale io debba seguire ciò che tu pensi che debba essere il mio comportamento?

Sei tu l'ennesima Divina Manifestazione?

Vuoi che ti adori e ti osanni?

Se permetti ed anche se non permetti mi comporto come ritengo sia meglio che io mi comporti, se non ti piace puoi sempre lamentarti, mica te lo vieto!

Sempre pace e sempre bene!

Aggiornamento 11:

Spock, anche la merd@ è illuminante, oltre che concime nutriente, ma solo quando il letame è maturo, altrimenti brucia tutto!

Aggiornamento 12:

Spock niente affatto, son troppo somaro anche per il taoismo, m'han sbattuto fuori ancora una volta!

33 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ahahaha ma oggi sei proprio scatenato!

    Allora vediamo, io conosco l'illuminazione di San paolo sulla via per Damasco..... che trasformò un uomo intollerante verso i cristiani in un uomo intollerante verso chi non era cristiano

    poi conosco l'illuminismo e il secolo dei lumi, che portò la rivoluzione america e la rivoluzione francese (cioè morte e sangue)

    quindi grossomodo questi due esempi mi illuminano a tal punto da poter affermare senza alcun dubbio, che l'illuminazione non è altro che la giustificazione che qualcuno si da per poter compiere delle azioni abiette sulla base che la propria è l'unica "verità"

    peccato che poi col tempo anche questa "verità" venga poi contestata da chi viene dopo.....

    Fonte/i: dici che sono troppo cinico?
  • Anonimo
    1 decennio fa

    hahahaha che tipo che sei ... sei consapevole del tuo discorso presuntuosetto ...quindi corri subito alla difesa...

    Ma non ce nè bisogno... potrei anche dire che soffri di vittimismo eccessivo!

    Dopo questo preambolo passiamo alla domanda!

    Illuminazione ci sono due tipi di illuminazione(ti ricordo che satana anche lui è luce però è di una luce abbagliante,acceca non rischiara ...riusciresti a leggere un libro con una lampada da 500 w? non credo! in pratica si fonda sulla menzogna e inganno)....tutto quà ...

    L'altra luce quella divina "rischiara" cioè vedi e ti rendi conto con la tua coscienza della realtà che ti circonda... che poi è un ragionamento collegato alla saggezza ,all'amore al saper distinguere il bene dal male...quella è la vera illuminazione ...

    Ti consiglio di leggere Salomone lui la chiese direttamente a Dio.

    è una c@g@ta se è una illuminazione luciferina!

    ti porta inconsapevolmente alla rovina ...

    -----------------------------

    è proprio questo che ti salva la buona fede;)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Senza illuminazione saremmo perduti! Restando in tema di c@gata... prova tu a pulirti il sedere al buio!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Utilizzare appieno il nostro potenziale, elevarci oltre il misero stato umano...

    ...Beh,sarebbe già qualcosa...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ti giuro che è la quarta volta oggi che apro questa domanda, ma non mi viene nulla. Significa qualcosa?

    Fonte/i: pepologia spenta
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi perdonerai se uso dei termini fantozziani come dici te, mi viene in mente a proposito l'illuminazione che ebbe Henry "Hank" Chinaski al secolo Charles Bukowski che nel suo miglior momento di riflessione sulla tazza del cèsso disse "accidenti una bella càgata val meglio di una gran scòpata", cosa ha voluto dirci non saprei, forse che senza tanti filosofici preamboli la verità è a portata di mano basta lasciarci andare, liberando il corpo dalle scorie riusciamo forse ad individuare qualcosa di concreto, proprio non so ma sappi che questa risposta mi costerà una nottata con il mio amico gatto a nove code, cosa si fa per un amico, ciao và :-)

    Aggiunta:

    Seriamente, tranne che per Yasodhara, ciao ;-)

  • 1 decennio fa

    Tu hai già il TUO pensiero al riguardo.. non ti basta? :D perchè chiedi un confronto che tanto sai non cambierà la tua prospettiva? Forse il tuo pensiero non è poi così tuo e ne stai cercando uno più valido? ;)

    ----

    Allora inizia a cambiare i termini con cui apri una discussione... l'uso di un certo vocabolario chiude psicologicamente la possibilità di cambiare... usare la parola "ca..ata" vicino a qualsiasi cosa è un auto sabotaggio :P

  • 1 decennio fa

    chi conosce gli altri è saggio...

    chi conosce se stesso è illuminato...io per ora "brancolo" nel buio...

    bacini a priscillo

    ps: ovviamente è tutt'altro che una cagata pazzesca...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non è perché sai esprimerti bene e usare aggettivi ben coniugati che non posso dirti con la mia semplicità e povertà di parole che rimani pur sempre un idiota.

  • 1 decennio fa

    Spiegare l'illuminazione, e come si può? C'è chi dice di essere stato illuminato (e magari approfitta del buio in cui sono rimasti tutti gli altri per spillar loro quattrini dalle tasche insegnandogli il modo per accendere la luce, tanto se non ci riescono è chiaro che è colpa del loro ego). Di essere illuminati ci se ne accorge solo nel momento in cui lo si è, dopo si resta sempre nel dubbio, a meno appunto di non voler fare della propria illuminazione un'attività remunerativa. Io di illuminazioni ne ho avute in sogno, quando però mi svegliavo il poco che mi ricordavo era sempre una c@gata pazzesca. Ci sarà un motivo per cui mi ricordo solo le boiate, boh!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.